Kvyat: "Siamo andati bene, ma è solo venerdì"

Kvyat: "Siamo andati bene, ma è solo venerdì"

Il pilota russo è risultato il primo inseguitore di uno scatenato Lewis Hamilton. Ricciardo è alle sue spalle

Daniil Kvyat è senza dubbio la sorpresa più interessante del venerdì di prove libere del Gran Premio dell'Ungheria, in cui sono state disputati i primi due turni di prove libere dell'undicesimo appuntamento del Mondiale 2015 di Formula 1.

Il pilota russo, dopo un primo periodo d'apannamento nella stagione di debutto al volante di una Red Bull, ha trovato sempre più felling con la monoposto anglo-austriaca e su un tracciato favorevole per la RB11 ha sfoderato una bela prestazione, cogliendo un secondo posto molto incoraggiante. 

Kvyat ha ceduto solo a Lewis Hamilton, che oggi ha innestato qualche marcia in più rispetto a tutti gli altri, ma è comunque riuscito a tenere alle proprie spalle il compagno di squadra Daniel Ricciardo per pochi centesimi, ma questo risultato non può che alzare il morale del giovane russo.

"E' stato un gran giorno per noi oggi. La vettura ha avuto ottime performance anche se oggi è solo venerdì e dobbiamo tenere il piede ben fisso sull'acceleratore per cogliere un gran risultato nelle Qualifiche di domani. Entrambe le nostre vetture si sono dimostrate competitive, su di un tracciato in cui la velocità di punta non è un fattore determinante. I rettilinei non sono lunghi e questo ci avvantaggia".

Alla fine del suo intervento, Kvyat ha voluto dedicare un pensiero per Jules Bianchi, scomparso lo scorso 17 luglio: "Per tutti i piloti sarà un fine settimana molto duro. Jules rimane nei nostri pensieri e siamo tutti provati dalla sua perdita".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Daniil Kvyat
Articolo di tipo Ultime notizie