Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Formula 1 GP di Spagna

F1 | Per la polizia non c'è reato nella mail anonima sul sabotaggio Mercedes

La polizia del Northamptonshire non ha riscontrato alcun reato penale in merito a un'e-mail anonima che accusava la Mercedes di aver sabotato l'auto di Lewis Hamilton. Tuttavia, la polizia ha comunque emesso un avviso, suggerendo alla squadra di Brackley come muoversi in caso si presenti un altro caso di questo tipo.

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W15

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W15

Foto di: Sam Bagnall / Motorsport Images

All'inizio di questo mese, attraverso una e-mail anonima è arrivata un'accusa nei confronti della Mercedes, e in particolare il team principal Toto Wolff, di "sabotaggio sistematico" dell'auto, della strategia e della salute mentale di Hamilton.

L'e-mail è stata inviata alla stessa lista di rappresentanti della F1 e dei media a cui erano stati inoltrati presunti messaggi WhatsApp riguardanti la controversia di Christian Horner all'inizio dell'anno. Durante il fine settimana del GP di Spagna, Wolff ha respinto l'ipotesi che l'e-mail fosse vera o che provenisse da uno dei membri del team.

"Non proviene da un membro della squadra", ha dichiarato Wolff venerdì a Barcellona.

"Quando riceviamo questo tipo di e-mail, e ne riceviamo a tonnellate, è sconvolgente, soprattutto quando c'è qualcuno che parla di morte e di tutte queste cose".

Wolff ha rivelato che la Mercedes ha chiamato la polizia per indagare sull'e-mail e sulla sua origine.

"Su questa in particolare, ho dato istruzioni di andare avanti a tutta forza. Abbiamo la polizia che sta indagando. Stiamo facendo ricerche sull'indirizzo IP", ha aggiunto Wolff.

"Stiamo facendo ricerche anche sui telefoni. Tutto questo perché l'abuso online deve finire. Le persone non possono nascondersi dietro i loro telefoni o i loro computer e abusare di team o piloti in questo modo".

Toto Wolff, Team Principal and CEO, Mercedes-AMG F1 Team

Toto Wolff, Team Principal e CEO di Mercedes-AMG F1 Team

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Martedì, tuttavia, la polizia ha dichiarato di non aver riscontrato alcun reato penale, ma di aver consigliato alla Mercedes come procedere in caso di recidiva.

"La polizia del Northamptonshire ha ricevuto una segnalazione il 12 giugno riguardo a un'e-mail che era stata diffusa all'interno del Mercedes AMG F1 Team", ha dichiarato alla BBC un portavoce della polizia del Northamptonshire.

"Non è stato riscontrato alcun reato penale. Tuttavia, sono stati dati consigli su eventuali altre e-mail che il team potrebbe ricevere".

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente F1 | Pirelli: in Austria gomme tenere per il ritorno della sprint
Prossimo Articolo F1 | Red Bull: cresce il timore di dover smarcare una quinta PU

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia