Track limit: 125 tempi cancellati. Cosa succederà in gara?

Il collegio dei commissari sportivi ha annullato i tempi di tutti i giri nei quali i piloti hanno superato i limiti della pista alla Curva 1 e alla Curva 4 e sono fioccati provvedimenti a raffica. Ma cosa succederà domani in qualifica e, soprattutto, in gara nelle curve che sono cieche? I piloti ne vogliono parlare durante il briefing...

Track limit: 125 tempi cancellati. Cosa succederà in gara?

Centoventicinque tempi cancellati in due ore e mezza di attività in pista. Un numero che dice molto sui track limit posti all’uscita di curva 1 e curva 4 del circuito di Algarve e che darà il via ad un confronto nel briefing dei piloti in corso stasera.

Il meccanismo è semplice: due sensori affogati nell’asfalto segnalano ogni passaggio di una monoposto oltre la linea definita come ‘invalicabile’ e scatta la sanzione, ovvero tempo cancellato.

In alcuni casi il sistema di controllo è necessario per mettere un limite alle traiettorie eccessivamente esterne che possono innescare problemi di sicurezza, ma quando si viaggia alla media di cinquanta provvedimenti per ora (come oggi a Portimao) forse è il caso che anche il collegio dei commissari sportivi faccia una riflessione, soprattutto in vista delle qualifiche di domani.

I piloti dopo la sessione FP2 non hanno rilasciato dichiarazioni particolari in merito alla faccenda, preferendo probabilmente affrontare l’argomento nel loro briefing, ma i team-radio di alcuni di loro sono stati molto esplicativi.

Romain Grosjean non ha nascosto i suoi dubbi, così come Pierre Gasly, mentre Max Verstappen ha avuto bisogno di un ripasso da parte del suo ingegnere su cosa è permesso fare e cosa no.

Ma più che i provvedimenti presi nelle due sessioni di prove completate oggi (nelle prove libere l’unica sanzione è la cancellazione del tempo) a preoccupare è soprattutto cosa potrà accadere in qualifica ed in gara.

Nel primo caso la cancellazione del tempo diventa cruciale, mentre in corsa dopo tre avvertimenti si rischia di incappare nella bandiera ‘bianco nera’ come ultimo avvertimento prima della temuta bandiera nera che comporta l’esclusione dalla gara.

condivisioni
commenti
Bottas detta il passo, Hamilton si perde e la Ferrari si ritrova

Articolo precedente

Bottas detta il passo, Hamilton si perde e la Ferrari si ritrova

Prossimo Articolo

Fotogallery F1: le Prove Libere del GP del Portogallo

Fotogallery F1: le Prove Libere del GP del Portogallo
Carica commenti
Hakkinen: ecco come il finlandese è sbocciato alla Lotus Prime

Hakkinen: ecco come il finlandese è sbocciato alla Lotus

Nel 1991, mentre Michael Schumacher debuttava in F1 al volante di una Jordan competitiva, Hakkinen faceva il suo esordio alla guida di una Lotus ormai in declino. Mark Gallagher ricorda come il finlandese riuscì ugualmente ad impressionare il paddock.

Formula 1
22 set 2021
Ceccarelli: “A Sochi aspettiamoci un’altra ruotata” Prime

Ceccarelli: “A Sochi aspettiamoci un’altra ruotata”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Doctor F1. In questa puntata, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano di come l'asticella della tensione sia orma alta tra Hamilton e Verstappen alla luce di quanto successo a Monza. Ed in quel di Sochi, è più che lecito attendersi un altro capitolo del duello.

Formula 1
22 set 2021
BRM P201: una vettura sorprendente dal potenziale sprecato Prime

BRM P201: una vettura sorprendente dal potenziale sprecato

Nonostante un podio ottenuto al debutto, la BRM P201 non è mai più riuscita a replicare questo risultato ed ha vanificato tutto il potenziale inespresso.

Formula 1
21 set 2021
Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità Prime

Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità

La power unit del prossimo anno sembra che risponda ai target di potenza cercati da Zimmermann per colmare il gap dal motore Mercedes, mentre c'è ancora del lavoro da fare sul fronte dell'affidabilità. A Maranello hanno deciso di prendere dei rischi, portando in pista soluzioni innovative che accusano ancora dei problemi di gioventù. Ma c'è tempo per raggiungere i target di durata.

Formula 1
18 set 2021
F1: Zhou in Alfa Romeo sarebbe un boomerang per Alpine? Prime

F1: Zhou in Alfa Romeo sarebbe un boomerang per Alpine?

Il cinese sembra ormai vicino a prendere il posto di Antonio Giovinazzi in Alfa Romeo, ma il suo arrivo in F1 potrebbe rivelarsi un boomerang per la Academy Alpine che ne ha sostenuto la carriera negli ultimi anni.

Formula 1
18 set 2021
Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21 Prime

Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21

Andiamo a conoscere nel dettaglio le differenze tra la SF21 e la SF1000, grazie alle quali la Rossa è tornata nelle parti alte della classifica

Formula 1
18 set 2021
Raikkonen: il momento giusto per dire addio alla Formula 1 Prime

Raikkonen: il momento giusto per dire addio alla Formula 1

Il campione del mondo 2007 ha annunciato l'addio alla F1 al termine di questa stagione. Kimi mancherà a tutti i suoi fan ed agli amanti di questo sport e verrà ricordato per essere stato in grado di lottare ad armi pari con i mostri sacri della Formula 1.

Formula 1
17 set 2021
Gli imbrogli più famosi in F1: terza parte Prime

Gli imbrogli più famosi in F1: terza parte

Terza ed ultima puntata in cui andiamo a ripercorrere gli inganni, gli imbrogli o i momemnti più "tricky" della storia della Formula 1

Formula 1
17 set 2021