Ricard, Day 2: oggi tocca a Vettel e Kvyat

condivisioni
commenti
Ricard, Day 2: oggi tocca a Vettel e Kvyat
Franco Nugnes
Di: Franco Nugnes
26 gen 2016, 08:59

Al Castellet si bagna la pista per i collaudi delle gomme rain Pirelli. Solo Vandoorne aveva già girato ieri

Kimi Raikkonen, Ferrari
Stoffel Vandoorne, McLaren MP4-30
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB11
Pirelli tire detail

Al Paul Ricard inizia la seconda giornata di test voluti dalla Pirelli per sviluppare le nuove gomme rain. Sebastian Vettel prende il posto di Kimi Raikkonen sulla Ferrari SF15-T, mentre Daniil Kvyat rileva Daniel Ricciardo sulla Red Bull RB11. Chi resta al suo posto è Stoffel Vandoorne che prosegue il suo lavoro sulla McLaren MP4-30, la monoposto sulla quale i tecnici Honda hanno dovuto sostituire la power unit che si è fermata ieri mezz'ora prima della fine per essere arrivata a fine chilometraggio.

Sebastian prima di calarsi nell'abitacolo della Rossa ha voluto fare un giro da passeggero sulla safety car per vedere la pista e rendersi conto del livello di bagnato che c'è sul tracciato. Un perfezionaista come lui non vuole lasciare niente al caso...

Anche oggi sono previsti dei run di dieci giri prima che il circuito corto del Castellet venga nuovamente innaffiato dall'impianto di irrigazione e dalle autobotti, ma l'intenzione è di mantenere un livello dell'acqua più basso rispetto a ieri, quando le tre monoposto hanno coperto agevolmente quasi 1000 chilometri. Oggi l'intenzione è di ripetere il programma, focalizzando l'attenzione su altri pneumatici prototipali che la Pirelli ha portato in Francia: ce ne sono una decina di diversi fra mescole, costruzioni, disegno e profondità dei solchi.

A fine giornata si dovrebbe cercare il cross fra le nuove rain e le intermedie...

Prossimo articolo Formula 1
Ferrari: nella combustione i segreti del motore 2016!

Articolo precedente

Ferrari: nella combustione i segreti del motore 2016!

Prossimo Articolo

Ferrari: quanti componenti spostati nella power unit!

Ferrari: quanti componenti spostati nella power unit!
Carica commenti