Test invernali 2022 prima a Barcellona e poi in Bahrain

Il debutto delle nuove monoposto a effetto suolo dovrebbe avvenire sul circuito de Catalunya dal 23 al 25 febbraio. Alla prima sessione collettiva ne seguirà una seconda sulla pista di Sakhir che precederà la gara di apertura del mondiale 2022, segno che non sarà l'Australia l'appuntamento del debutto stagionale. Il Bahrain, infatti, sarà seguito dall'Arabia Saudita, mentre Melbourne si dovrebbe incasellare più avanti nel calendario.

Test invernali 2022 prima a Barcellona e poi in Bahrain

Mentre il calendario del girone di ritorno del Mondiale 2021 è ancora oggetto di correttivi in corsa, l’avvio della stagione 2022 sta prendendo forma. L’esordio del nuovo ciclo tecnico, destinato ad attirare molto interesse, riporterà a due le sessioni di test pre-campionato, scelta indispensabile dopo le difficoltà emerse quest’anno a causa della decisione (in parte forzata) di limitare le prove ad una sola sessione di tre giorni.

L’esordio delle nuove monoposto è previsto a Barcellona, e le date indicate (ma non ancora ufficiali) sono dal 23 al 25 febbraio. Tre giorni che dovrebbero essere precedute da qualche filming day, mentre l’idea di una presentazione condivisa con tutte le dieci squadre, non sembra aver preso forma.

Dopo i test spagnoli è prevista una settimana di lavoro in sede, ed il successivo invio del materiale tecnico in Bahrain, dove è programmata la seconda sessione di prove.

In questo caso le date non sono ancora confermate, poiché l’idea iniziale di disputare i test dall’11 al 13 marzo, non sarebbe compatibile con i giorni minimi che per regolamento devono separare il termine delle prove dalla prima gara stagionale. Se, come da indiscrezioni, il Mondiale scatterà sul circuito di Al Sakhir il 20 marzo, è probabile che i test vengano anticipati di due giorni.

Da quanto trapelato dopo il weekend di Silverstone, anche nel 2022 non ci sarà il tradizionale esordio stagionale in Australia, tappa che sembra destinata ad essere posticipata nella fase finale del calendario.

Il campionato scatterà in Bahrain, mentre la settimana successiva la gara di Sakhir dovrebbe disputarsi il Gran Premio di Arabia Saudita, una location non complessa per le esigenze logistiche visto che dista due sole ore di volo.

condivisioni
commenti
Ilott: dal disastro Red Bull alla rinascita in Ferrari

Articolo precedente

Ilott: dal disastro Red Bull alla rinascita in Ferrari

Prossimo Articolo

Pirelli, Isola: "In Ungheria sarà difficile raffreddare le gomme"

Pirelli, Isola: "In Ungheria sarà difficile raffreddare le gomme"
Carica commenti
Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione” Prime

Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano dell'importanza dell'avere una mente allenata, capace di bruciare meno energie possibili al fine di massimizzare il risultato con il minimo sforzo. Situazione utile nella vita di tutti i giorni, ma che in pista può fare la differenza

Formula 1
20 ott 2021
F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario Prime

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario

Con l'ingresso di Liberty Media si è scelto di far entrare in calendario circuiti veri, ma la necessità di ottenere introiti può portare la Formula 1 su tracciati anonimi e costringere le squadre ad estenuanti triplette.

Formula 1
19 ott 2021
F1 Stories: 1982, un tris Made in USA Prime

F1 Stories: 1982, un tris Made in USA

Nell'atipico campionato del 1982, gli Stati Uniti ospitano sino a tre Gran Premi: a Long Beach, a Detroit e a Las Vegas. Andiamo a rivivere questo tris di gare, in cui una in particolare regalò una doppia prima volta...

Formula 1
19 ott 2021
Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale? Prime

Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale?

Il pilota italiano in Turchia avrebbe potuto conquistare un punto con la C41, ma la squadra di Hinwil ha trovato da dire perché Antonio non ha rispettato un ordine di scuderia per far passare Raikkonen. Analizziamo cosa è successo a Istanbul e in quali condizioni è chiamato a scendere in pista il pugliese…

Formula 1
18 ott 2021
Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1 Prime

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1

Dopo che Lewis Hamilton ha risposto agli articoli che lo etichettavano come "furioso" con la Mercedes per i suoi accesi team radio durante il Gran Premio di Russia, ha fornito un'istantanea di come la Formula 1 trasmettendo solo dei frammenti possa illuminare ma anche far travisare la situazione reale.

Formula 1
16 ott 2021
Pochi team in F1, ed i talenti si perdono Prime

Pochi team in F1, ed i talenti si perdono

In Formula 1, al giorno d'oggi, sono presenti venti possibili sedili ai quali ambiscono alcuni tra i migliori piloti del mondo. Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un proliferare di giovani talenti, come Oscar Piastri, il cui futuro nella categoria è però a rischio per varie ragioni. Eccone alcune...

Formula 1
16 ott 2021
Come si allena e cosa mangia un pilota di F1 Prime

Come si allena e cosa mangia un pilota di F1

Cosa serve per diventare un pilota di Formula 1? Talento a parte, al giorno d'oggi è richiesto essere dei superatleti per resistere alle forze che si sprigionano alla guida di queste monoposto. Dieta ferrea, allenamenti rigorosi... sicuri di voler tentare questa strada?

Formula 1
15 ott 2021
Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo Prime

Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo

Dalla Champ Car alla Formula 1, dalla Nascar alla IndyCar. Juan Pablo Montoya è stato un pilota davvero versatile ed in questa intervista esclusiva racconta i 10 momenti più importanti della sua carriera.

Formula 1
13 ott 2021