Bahrein, Day 4: l'ultima zampata è di Hamilton

La Mercedes chiude davanti alla Williams di Bottas ed alla Ferrari di Alonso. Oggi problemi quasi per tutti

Bahrein, Day 4: l'ultima zampata è di Hamilton
Si sono conclusi in Bahrein i test pre-campionato del Mondiale di Formula 1, ma farsi un'idea di quelli che potranno essere i valori in campo tra due settimane a Melbourne non è affatto semplice, perchè sono ancora tantissime le rotture che colpiscono le vetture di nuove generazione, quindi l'affidabilità rischia di essere un fattore determinante nelle prime gare stagionali. L'ultimo acuto arrivato da Sakhir è stato quello di Lewis Hamilton. Dopo aver iniziato a lavorare in ritardo a causa di un problema al cambio della sua Mercedes W05, il pilota britannico è emerso in cima alla classifica con un crono di 1'33"278 e 65 giri all'attivo. Il miglior riferimento assoluto della quattro giorni però rimane quello realizzato ieri da Felipe Massa con la Williams FW36 in 1'33"258. Non deve essere un caso, dunque, che alle spalle di Hamilton ci sia il compagno di squadra del brasiliano, ovvero Valtteri Bottas, che è stato l'unico in grado di scendere sotto all'1'34" oltre al rivale della Mercedes. Il finlandese però è stato costretto ad abbandonare la sessione pomeridiana con qualche minuto di anticipo a causa di un piccolo problema al V6 turbo Mercedes, ma ha comunque concluso con ben 108 giri completati. Terzo tempo per la Ferrari F14 T di Fernando Alonso, che oggi ha percorso 74 giri (in mattinata si è parlato di un possibile problema al cambio), provocando anche una delle ben otto bandiere rosse esposte. Con il suo 1'34"280 però lo spagnolo ha realizzato il miglior tempo della Ferrari per quanto riguarda tutti gli otto giorni di test disputati sul tracciato di Sakhir. In quarta posizione troviamo la Force India VJM07 di Nico Hulkenberg: anche il tedesco ha avuto un problema di motore, provocando una delle interruzioni, quindi ha terminato anzitempo le sue prove. In ogni caso la vettura della squadra di Vijey Mallya si è confermata una di quelle da tenere d'occhio nelle prime gare del Mondiale. La top five si completa con la Toro Rosso STR9 di Jean-Eric Vergne, sceso sotto al muro dell'1'36". Dietro di lui c'è la Sauber C33 di Adrian Sutil, mandato in pista nella sessione mattutina dopo la giornata persa ieri per i problemi di motore. Il tedesco poi nel pomeriggio ha ceduto il volante al compagno di squadra Esteban Gutierrez, che invece si è piazzato all'ottavo posto, provocando anche l'ultima interruzione di giornata, a pochi minuti dalla bandiera a scacchi (che è stata ritardata di 25 minuti proprio per i tanti stop). Tra le due C33 si è infilata a sorpresa la Marussia MR03: dopo i problemi elettrici patiti in mattinata, Max Chilton è stato particolarmente attivo nel pomeriggio ed l'1'36"835 realizzato oggi potrebbe anche regalare alla squadra di Banbury l'ambizione di smettere di essere la "Cenerentola" del Circus. E' stata un'altra giornata difficile per Sebastian Vettel e la Red Bull: il tedesco ha girato con grande intensità nelle prime ore del mattino, poi è finito in testacoda alla curva 1, probabilmente per un guasto all'impianto frenante, e successivamente è rimasto ai box piuttosto a lungo. Una volta tornato in pista, il quattro volte iridato ha girato su tempi abbastanza alti, almeno fino ai minuti finali, nei quali ha spinto la sua RB10 fino ad un 1'37"468. Giornata no anche per la McLaren, con Jenson Button che è riuscito a completare appena 22 giri al volante della sua MP4-29, prima di accusare un problema alla power unit Mercedes nei primi minuti della sessione pomeridiana, che lo ha fermato definitivamente. 11esima prestazione per la Caterham CT05 di Kamui Kobayashi, che anche oggi ha messo insieme 106 giri, fermandosi lievemente in anticipo per un guasto alla frizione. Chiude il gruppo la Lotus E22 di Romain Grosjean, che probabilmente si conferma ancora la monoposto più acerba, provocando due bandiere rosse. La seconda con tanto di fiammate, che hanno fermato il programma odierno dopo soli 32 giri e con un crono alto di 1'39"517. FORMULA 1, Sakhir, 02/03/2014 Quarta giornata di test collettivi 1. Lewis Hamilton - Mercedes W05 - 1'33"278 - 70 giri 2. Valtteri Bottas - Williams FW36-Mercedes - 1'33"987 - 108 3. Fernando Alonso - Ferrari F14 T - 1'34"280 - 74 4. Nico Hulkenberg - Force India VJM07-Mercedes - 1'35"577 - 74 5. Jean-Eric Vergne - Toro Rosso STR9-Renault - 1'35"701 - 74 6. Adrian Sutil - Sauber C33-Ferrari - 1'36"467 - 91 7. Max Chilton - Marussia MR03-Ferrari - 1'36"835 - 61 8. Esteban Gutierrez - Sauber C33-Ferrari - 1'37"303 - 67 9. Sebastian Vettel - Red Bull RB10-Renault - 1'37"468 - 78 10. Jenson Button - McLaren MP4-29-Mercedes - 1'38"111 - 22 11. Kamui Kobayashi - Caterham CT05-Renault - 1'38"653 - 106 12. Romain Grosjean - Lotus E22-Renault - 1'39"517 - 32
condivisioni
commenti
Bahrein, Day 4 (Ore 17:30): ancora bandiera rossa

Articolo precedente

Bahrein, Day 4 (Ore 17:30): ancora bandiera rossa

Prossimo Articolo

Bottas: "Passi avanti importanti con il set-up"

Bottas: "Passi avanti importanti con il set-up"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Evento Test
Location Vallelunga
Piloti Lewis Hamilton
Autore Matteo Nugnes
Hamilton vs Verstappen: fino a quando il duello resterà pulito? Prime

Hamilton vs Verstappen: fino a quando il duello resterà pulito?

Nelle prime quattro gare della stagione Hamilton e Verstappen hanno regalato intense lotte ruota a ruota, senza mai arrivare allo scontro. Questa pace armata durerà quando si arriverà al momento clou della stagione?

Mick Schumacher: dopo 4 gare se la gioca già con la Williams Prime

Mick Schumacher: dopo 4 gare se la gioca già con la Williams

Il tedesco della Haas in queste prime quattro gare ha mostrato progressi evidenti e dopo aver annientato il suo compagno di team Mazepin è già riuscito a mettere sotto pressione in più di una occasione Latifi.

Tsunoda: il super esordio in F1 è un'arma a doppio taglio Prime

Tsunoda: il super esordio in F1 è un'arma a doppio taglio

I primi punti all'esordio in F1, a Sakhir, poi ecco le prime difficoltà. Analizziamo motivi e perché del momento duro che sta attraversando il promettente giapponese dell'AlphaTauri dopo un avvio di stagione folgorante.

Formula 1
14 mag 2021
Chinchero racconta Max Verstappen - It's a long way to the top Prime

Chinchero racconta Max Verstappen - It's a long way to the top

14esima puntata di It's a long way to the top, rubrica podcast di Roberto Chinchero in cui, la prima firma di F1 di Motorsport.com, racconta attraverso aneddoti la scalata alla F1 di Max Verstappen. Buon ascolto!

Formula 1
13 mag 2021
F1 Stories: il GP di Spagna 2021 Prime

F1 Stories: il GP di Spagna 2021

Andiamo a ripercorrere tutte le emozioni che ci ha offerto il Gran Premio di Spagna di Formula 1

Formula 1
13 mag 2021
Bottas: come finire in un... buco nero Prime

Bottas: come finire in un... buco nero

Il finlandese sta vivendo una stagione in Mercedes molto diversa da quelle precedenti: sa di non essere in lizza per un rinnovo del contratto (il suo posto è promesso a Russell), non deve puntare a traguardi troppo ambiziosi altrimenti toglie punti a Hamilton nel duello con Verstappen, ma non può nemmeno tirare i remi in barca perché rischia di essere sostituito. Eppure sarà l'uomo determinante per conquistat dell'ottavo titolo Costruttori.

Formula 1
12 mag 2021
Alonso, torero dalla spada spuntata Prime

Alonso, torero dalla spada spuntata

Fernando Alonso ha chiuso il GP di Spagna di Formula 1 in diciassettesima posizione, doppiato e ben lontano dalla zona punti. L'asturiano è apparso in difficoltà per tutto il fine settimana, dove è stato regolarmente "suonato" dal compagno di team Esteban Ocon. L'augurio è che, da Monaco in avanti, Alonso possa invertire la china

Formula 1
11 mag 2021
Podcast, Bobbi: "Verstappen e Red Bull, occasione sprecata" Prime

Podcast, Bobbi: "Verstappen e Red Bull, occasione sprecata"

Andiamo ad analizzare il Gran Premio di Spagna di Formula 1 vinto da Lewis Hamilton insieme a Marco Congiu e Matteo Bobbi. A deludere le aspettative su una pista che sulla carta si presentava a suo vantaggio è la Red Bull, che lascia Barcellona con il secondo posto di Verstappen

Formula 1
10 mag 2021