Formula 1
G
GP del Portogallo
02 mag
Gara in
21 giorni
09 mag
Prossimo evento tra
24 giorni
G
GP del Canada
13 giu
Gara in
63 giorni
G
GP di Francia
27 giu
Gara in
77 giorni
04 lug
Prossimo evento tra
80 giorni
G
GP di Gran Bretagna
18 lug
Gara in
98 giorni
G
GP d'Ungheria
01 ago
Gara in
112 giorni
G
GP del Belgio
29 ago
Gara in
140 giorni
05 set
Gara in
147 giorni
12 set
Gara in
154 giorni
G
GP della Russia
26 set
Gara in
168 giorni
G
GP di Singapore
03 ott
Prossimo evento tra
171 giorni
G
GP del Giappone
10 ott
Gara in
181 giorni
G
GP degli Stati Uniti
24 ott
Race in
196 giorni
G
GP del Messico
31 ott
Gara in
203 giorni
G
GP di Abu Dhabi
12 dic
Gara in
245 giorni

F1, Test Bahrain, Day 3: Red Bull al top. Ferrari, guai sul passo

Perez firma il miglior tempo nella sessione mattutina dell'ultima giornata di test pre-stagionali 2021 di F1 a Sakhir. Bene Leclerc sul giro secco, ma i tempi crollano in simulazione gara. Mercedes non si scopre, ma migliora con Bottas.

F1, Test Bahrain, Day 3: Red Bull al top. Ferrari, guai sul passo

La prima sessione, quella mattutina, dell'ultima giornata di test pre-stagionali 2021 di Formula 1 che sono in svolgimento a Sakhir, in Bahrain, è andata in archivio da poco con una conferma: la Red Bull RB16B sembra già pronta per fare bene sin dal primo GP della stagione.

Sergio Perez ha ottenuto il miglior tempo della mattinata in 1'30"187 ottenuto con mescole C3, le medie, a poco più di un'ora dal termine delle prime 4 ore di prove odierne. Il messicano, nell'ultima ora, si è poi concentrato sul passo gara, impressionando addirittura di più in questo frangente.

Dietro di lui ecco la Ferrari con Charles Leclerc. La classifica parla di una SF21 competitiva, con un secondo tempo ottenuto con gomme Soft, mescole C4, fermatasi a 299 millesimi dal miglior riferimento di Perez. Se sul giro secco la Rossa non dispiace, preoccupa tanto il passo gara.

Nell'ultima ora, nella simulazione gara fatta con 2 mescole Hard e una Media, si è potuto denotare qualcosa di già visto nei giorni precedenti: ovvero un consumo repentino delle gomme posteriori, con un conseguente innalzamento comparabile dei tempi che non può certo lasciare tranquilli gli uomini del Cavallino Rampante.

Lando Norris ha portato la McLaren in terza posizione, a 474 millesimi da Perez. Il britannico ha ottenuto il suo tempo con gomme Soft, l'unico della mattinata a sfruttare quelle mescole, ma non è stato il tempo a dare la sensazione della solidità del team di Woking, bensì il passo gara. Da sottolineare, inoltre, l'assenza di problemi d'affidabilità sebbene la monoposto color papaya sia stata stravolta al posteriore per alloggiare un nuovo motore, il Mercedes, che sembra anzi aver aggiunto potenziale a una macchina già buona.

Pierre Gasly, invece, conferma la sua crescita e quella di AlphaTauri. Il francesino è quarto a 6 decimi da Perez. Probabilmente non vedremo la AT02 lottare per le prime 5 posizioni con frequenza, ma la vettura è solida, sembra nata bene, e Pierre è pronto per puntare a un'altra stagione da protagonista.

Più in sordina Esteban Ocon con l'Alpine. Sul giro secco la vettura francese non ha impressionato, così come sul giro secco. Vedremo nel pomeriggio se Alonso riuscirà a estrapolare qualcosa di meglio sia dal punto di vista del giro secco che sul passo gara. Dietro Ocon troviamo la Haas di Mick Schumacher. Il tedesco continua il suo apprendistato e il sesto tempo a 1"8 dal vertice non dice molto sul suo stato di preparazione. Sarà interessante capire lo stato dell'arte al GP del Bahrain.

La Mercedes non brilla sul giro secco, vero, ma il potenziale della W12 E Performance sembra enorme. Valtteri Bottas, oggi al volante della monoposto di Brackley, non ha cercato il tempo, ma ha lavorato ancora sulla messa a punto dopo l'introduzione del nuovo e innovativo fondo. Nell'ultima ora, poi, Bottas è stato autore di un passo gara considerevole, che sembra riporre in un cassetto le difficoltà avute dal team nei primi 2 giorni di test.

Chiudono la classifica della mattina George Russell, all'esordio con la Williams FW43B proprio oggi. Il fatto che la Mercedes non abbia scoperto le proprie carte lo dimostra proprio il divario di Russell da Bottas: appena 3 decimi. Kimi Raikkonen, invece, ha svolto interamente la simulazione gara con Charles Leclerc. Il confronto tra i due è stato impietoso. Non certo a livello di pilota, quanto di vettura. L'Alfa Romeo C41 è riuscita a gestire molto meglio le gomme nei tre stint fatti, risultando più rapida della Ferrari SF21. Certo, siamo solo ai test pre-stagionali, ma il campanello d'allarme in casa Ferrari è suonato forte e chiaro.

Chiude la classifica mattutina l'Aston Martin AMR21 con al volante Lance Stroll. Anche il canadese non ha affatto cercato il tempo. Il lavoro si è concentrato sulla messa a punto del fondo nuovo, dell'assetto, per poi svolgere a sua volta una simulazione gara nell'ultima ora. Stroll lascerà il volante della monoposto di Silverstone a Sebastian Vettel per questo pomeriggio.

 Pos Pilota Vettura/motore  Tempo Gap Giri
Sergio Perez Red Bull/Honda 1'30.187   49
Charles Leclerc Ferrari 1'30.486 0.299 80
Lando Norris McLaren/Mercedes 1'30.661 0.474 56
Pierre Gasly AlphaTauri/Honda 1'30.828 0.641 76
Esteban Ocon Alpine/Renault 1'31.310 1.123 61
Mick Schumacher Haas/Ferrari 1'32.053 1.866 78
Valtteri Bottas Mercedes 1'32.406 2.219 86
George Russell Williams/Mercedes 1'32.731 2.544 77
Kimi Räikkönen Alfa Romeo/Ferrari 1'35.274 5.087 91
10  Lance Stroll Aston Martin/Mercedes 1'36.100 5.913 80
condivisioni
commenti
Verstappen: "La RB16B risponde bene, ma non siamo i favoriti"

Articolo precedente

Verstappen: "La RB16B risponde bene, ma non siamo i favoriti"

Prossimo Articolo

Hamilton: "Red Bull? Ora ha macchina e piloti più forti"

Hamilton: "Red Bull? Ora ha macchina e piloti più forti"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Evento Test di marzo in Bahrain
Sotto-evento Domenica
Piloti Sergio Perez
Team Red Bull Racing
Autore Giacomo Rauli
F1: quanto è più veloce di una MotoGP, LMP1 o IndyCar? Prime

F1: quanto è più veloce di una MotoGP, LMP1 o IndyCar?

Siamo abituati a considerare la Formula 1 come la categoria regina dell'automobilismo, quella capace di raggiungere le velocità più elevate in assoluto. Ma sarà davvero così? Andiamo a scoprirlo in questa classifica...

Mercedes: il limite allo sviluppo può diventare un incubo Prime

Mercedes: il limite allo sviluppo può diventare un incubo

La Mercedes è andata via dal Bahrain con la consapevolezza di non avere tra le mani la monoposto di riferimento in griglia, e i limiti allo sviluppo potrebbero trasformare questa stagione in un incubo.

Jacques Villeneuve, cinquant'anni...mondiali Prime

Jacques Villeneuve, cinquant'anni...mondiali

Il 9 aprile del 1971 nasce Jacques Villeneuve, Campione del Mondo di Formula 1 1997. Andiamo a rivivere i suoi primi due anni nella massima serie, quelli che lo hanno accompagnato ad entrare nell'elenco delle leggende del Motorsport...

Formula 1
9 apr 2021
Basso Rake: come i regolamenti hanno "penalizzato" la W12 Prime

Basso Rake: come i regolamenti hanno "penalizzato" la W12

Andiamo a scoprire ed analizzare come le modifiche regolamentari al fondo ed al pavimento delle monoposto abbiano influito negativamente sulle performance della Mercedes W12, nonostante la vettura abbia vinto con Lewis Hamilton la gara di apertura in Bahrain

Formula 1
8 apr 2021
Mercedes: il basso rake non funziona o è questione di... fondo? Prime

Mercedes: il basso rake non funziona o è questione di... fondo?

La squadra campione del mondo ha vinto con Hamilton il primo GP 2021, ma è indubbio che la W12 non ha dato l'impressione di essere stata la monoposto più competitiva in Bahrain. Anche l'Aston Martin è parsa sotto tono dopo il cambio delle norme aerodinamiche: i tecnici hanno parlato di particolari difficoltà con l'assetto Rake, mentre la sensazione è che i problemi stiano altrove.

Formula 1
7 apr 2021
Ceccarelli: “Quando i piloti di F1 non curavano la preparazione” Prime

Ceccarelli: “Quando i piloti di F1 non curavano la preparazione”

Torna la rubrica del mercoledì mattina di Motorsport.com. In compagnia del Direttore Franco Nugnes e del Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine, in questa puntata di Doctor F1 andiamo a conoscere i segreti dietro la preparazione atletica richiesta a ciascun pilota di Formula 1

Formula 1
7 apr 2021
Piola: "Le F1 2021 giuste le vedremo a Barcellona" Prime

Piola: "Le F1 2021 giuste le vedremo a Barcellona"

Ancora un po' di pazienza e la F1 torna in pista. Nell'attesa del weekend di Imola, andiamo ad analizzare i possibili scenari futuri al netto di quanto visto al GP del Bahrain, in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola

Formula 1
5 apr 2021
Hakkinen: perché si chiama "finlandese volante"? Prime

Hakkinen: perché si chiama "finlandese volante"?

Andiamo a scoprire tutti i retroscena legati al soprannome "finlandese volante" attribuito a Mika Hakkinen in questo racconto a firma Mark Sutton, celeberrimo fotografo al seguito della F1

Formula 1
5 apr 2021