F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola
Topic

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Red Bull: Newey non si arrende allo strapotere Mercedes

La squadra di Milton Keynes continua ad affinare la RB16 nel tentativo di colmare con l'aerodinamica la carenza di una trentina di cavalli nel motore Honda rispetto a quello Mercedes. A Silverstone 2 ha portato un'ala posteriore a cucchiaio ancora più scarica e ripropone lo sfogo d'aria calda per raffreddare la power unit giapponese nell'inedita posizione nascosta fra il telaio e l'attacco dell'Halo.

Red Bull: Newey non si arrende allo strapotere Mercedes

La Red Bull Racing non accetta l’idea che questo 2020 sia un altro anno da buttare e sta producendo un grande sforzo nel tentativo di andare a riprendere le frecce nere che fanno il bello e cattivo tempo in Formula 1.

Sulla RB16 è incessante l’introduzione di novità tecniche finalizzate a raggiungere le prestazioni delle Mercedes: i tecnici diretti da Pierre Wache hanno portato per la seconda gara di Silverstone un’ala posteriore ancora più scarica di quella vista la scorsa settimana: è caratterizzata da un profilo principale a cucchiaio che è molto poco arcuato e le porzioni prossime alle paratie laterali sono praticamente allineate con la parte inferire del flap mobile.

L'ala posteriore scarica della Red Bull RB16

L'ala posteriore scarica della Red Bull RB16

Photo by: Giorgio Piola

Quest’ultimo è anch’esso con la leggera forma ad ala di gabbiano in basso, mentre nel bordo di uscita si nota la presenza di un nolder per assicurare un po’ di carico nel lento. La Red Bull scarica le ali nel tentativo di sopperire ai 28 cavalli di differenza che la power unit Honda dimostra nei confronti di quella Mercedes (dati emersi dalle rilevazioni fonometriche che abbiamo pubblicato su Motorsport.com).

Adrian Newey sta cercando ogni soluzioni per migliorare l’efficienza della monoposto di Max Verstappen. È curioso notare, per esempio, che sulla RB16 si differenziano le soluzioni di raffreddamento del motore Honda.

Red Bull Racing RB16, dettaglio della presa d'aria vista a Budapest per raffreddare il motore Honda

Red Bull Racing RB16, dettaglio della presa d'aria vista a Budapest per raffreddare il motore Honda

Photo by: Giorgio Piola

Su una pista lenta come quella di Budapest si è rivisto il piccolo periscopio che era apparso nei test invernali di Barcellona ai lati dell’attacco dell’Halo, mentre in altri appuntamenti come a Silverstone ha cercato di estrarre l’aria calda in una zona inedita, vale a dire fra la scocca e l’attacco dell’Halo, subito dietro le protezioni della testa (tondo bianco), in una zona della macchina che dovrebbe influenzare di meno l’andamento dei flussi.

Red Bull RB16: ecco lo sfogo d'aria calda celato fra la scocca e l'attacco dell'Halo

Red Bull RB16: ecco lo sfogo d'aria calda celato fra la scocca e l'attacco dell'Halo

Photo by: Giorgio Piola

condivisioni
commenti
Kvyat: crash a Maggotts per un cerchio surriscaldato
Articolo precedente

Kvyat: crash a Maggotts per un cerchio surriscaldato

Prossimo Articolo

F1: Perez ancora positivo. Al GP 70° Anniversario c'è Hulkenberg

F1: Perez ancora positivo. Al GP 70° Anniversario c'è Hulkenberg
Carica commenti
Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi Prime

Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi

Michael Masi è ancora una volta protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il Direttore Gara della F1 ha mostrato tutti i propri evidenti limiti nela conduzione di un infuocato GP dell'Arabia Saudita, con Hamilton e Verstappen che certamente non gli hanno reso la vita facile, ma che hanno cotribuito a mettere in mostra tutte le problematiche di un arbitro che pare sempre più inadeguato al ruolo che ricopre

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato" Prime

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato"

Nella domenica saudita a far discutere, ancora una volta, è Michael Masi. Un atteggiamento discutibile e che mette in evidenza la difficoltà nel gestire il dentro e il fuori la pista di un mondiale che si deciderà ad Abu Dhabi. Ecco l'analisi di Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi, in questo nuovo video di Motorsport.com.

Formula 1
6 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max"

Max Verstappen e Lewis Hamilton hanno offerto uno spettacolo al limite della sportività. L'inglese, tuttavia, è stato più accorto e scaltro dell'olandese, che in un'altra epoca della F1 avrebbe rischiato grosso una volta raggiunto il parco chiuso

Formula 1
6 dic 2021
Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione Prime

Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione

OPINIONE: La pressione è tutta su Red Bull e Mercedes mentre la stagione 2021 di Formula 1 si prepara alla sua doppietta finale. Il consulente tecnico di Motorsport.com ed ex ingegnere McLaren F1 Tim Wright spiega come le rispettive squadre affronteranno quello che sarà un fattore cruciale nell'esito del campionato piloti e costruttori.

Formula 1
5 dic 2021
F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori Prime

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori

Vincere il titolo Costruttori comporta un vantaggio da un punto di vista economico, ma con le nuove regole introdotte dalla F1 i team meglio piazzati devono scontare limitazioni in galleria del vento e al CFD.

Formula 1
5 dic 2021
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Formula 1
3 dic 2021