F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola
Topic

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Red Bull: ala a cucchiaio per ridurre il carico posteriore

Sembra sia stato definiticamente bocciato il muso con i piloni stretti visto in Austria e tolto in Ungheria dopo una serie di prove comparative. A Silverstone la squadra di Milton Keynes ha sfoggiato un'ala posteriore molto scarica con il profilo pruincipale a cucchiaio per ridurre la resistenza all'avanzamento. E i risultati si sono subito visti con Verstappen.

Red Bull: ala a cucchiaio per ridurre il carico posteriore

La Red Bull sta cercando di estrarre dalla RB16 il massimo del potenziale e prosegue in modo incessante lo sviluppo aerodinamico.

Dopo la bocciatura del muso con i piloncini stretti sotto al nasino, tornando ormai stabilmente alla soluzione iniziale con i due supporti più distanziati, la squadra di Milton Keynes si è dedicata a sviluppare l’ala posteriore per adeguare la macchina alle differenti con figurazioni dei circuiti.

La Red Bull dopo l’ala di massimo carico mostrata all’Hungaroring ci propone la versione per i circuiti veloci e, quindi, con la minima resistenza aerodinamica: gli aerodinamici di Adrian Newey sono tornati a deliberare forme complesse con un profilo principale caratterizzato dalla forma a cucchiaio, ma con il bordo d’entrata leggermente ad ali di gabbiano, con le due porzioni esterne più sollevate rispetto alla parte centrale, in modo tale da ridurre le resistenza all’avanzamento.

Anche il flap mobile ha una minore incidenza, rendendo meno efficiente l'apertura del DRS.

Max Verstappen con le gomme Soft (mescola C3) è stato il più veloce nella prima sessione di prove libere, segno che in squadra dovrebbero aver ritrovato il filo dello sviluppo, dopo la confusione vista in Ungheria prima della gara. La RB16 sembra una macchina con un alto potenziale, ma la difficile messa a punto rende la macchina di Milton Keynes ostica. Si è trovata la strada giusta?

condivisioni
commenti
Giovinazzi, "cartellino giallo" dalla FIA per aver sparso detriti
Articolo precedente

Giovinazzi, "cartellino giallo" dalla FIA per aver sparso detriti

Prossimo Articolo

McLaren: due profili in più nel barge board

McLaren: due profili in più nel barge board
Carica commenti
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021
La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Formula 1
29 nov 2021
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021
La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1 Prime

La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1

Una forza mentale incredibile. Questo è quello che appare ascoltando il racconto di Robert Kubica a Ben Anderson sulle sfide che ha dovuto affrontare per tornare al volante di una monoposto di F1.

Formula 1
28 nov 2021
Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1 Prime

Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1

Si fa presto a criticare una strategia stando comodamente sul proprio divano, lontano dallo stress di un muretto box in gara. Ecco come nascono e come vengono studiate le strategie di Formula 1, con parametri incredibili che non lasciano davvero nulla al caso

Formula 1
28 nov 2021
Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse!

In questo nuovo video di Motorsport.com, andiamo ad analizzare le occasioni perse di Max Verstappen nel combattutissimo duello contro Lewis Hamilton nel mondiale 2021. Forse, senza di quelle, avremmo già un campione del mondo?

Formula 1
27 nov 2021