F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola
Topic

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Mercedes: vibrazioni nocive dalla sospensione inedita

A Brackley hanno scoperto la causa delle vibrazioni che nel GP d'Austria hanno mandato in crisi i sensori del cambio quando la W11 andava sui cordoli. La sospensione posteriore è attaccata alla struttura deformabile e non al cambio.

Mercedes: vibrazioni nocive dalla sospensione inedita

La Mercedes ha trovato la causa delle fastidiose vibrazioni sulla W11. I tecnici di Brackley dopo un’accurata analisi dei dati svolta in sede hanno individuato qual è stato il motivo che ha innescato delle nocive vibrazioni che nel corso del GP d’Austria della scorsa settimana avevano mandato in crisi i sensori del cambio costringendo i piloti a ridurre il passo ed evitare di salire sui cordoli.

Il capo degli ingegneri di pista, Andrew Shovlin, aveva detto: "Abbiamo un’anomalia da risolvere sulla monoposto. Sembra essere un qualcosa legato alle caratteristiche della vettura: dobbiamo prevedere, quindi, che il guaio si ripresenti, anche se non siamo in grado di dire quando”.

Inizialmente era parso che ci fosse un problema nell’accoppiamento di telaio e motore o fra il propulsore e il cambio, ma le indagini torsionali svolte nella factory hanno escluso anomalie di quel tipo, per cui andava capito cosa potesse aver innescato delle vibrazioni che hanno avuto un effetto negativo mandando dei segnali sporchi al sensore del potenziometro della trasmissione, impedendo cambiate precise, ma con pericolose sfasature nel comando.

I tecnici diretti da James Allison hanno scoperto che le anomalie dipendono dalla sospensione posteriore. Il braccio posteriore del triangolo inferiore non è più ancorato alla scatola del cambio, ma alla struttura deformabile posteriore, un particolare anti-crash imposto dalla FIA che non ha mai avuto funzioni prestazionali.

La scelta di progetto molto ardita è stata dettata da esigenze aerodinamiche: la sospensione è stata sollevata e il braccio spostato più indietro per ripulire i flussi che generano la scia aumentando l’efficienza aerodinamica della freccia nera.

Per ottenere questo vantaggio aerodinamico in Mercedes sapevano che avrebbero dovuto fare i conti con un fissaggio meno rigido di quanto sarebbe risultato con l’attacco della sospensione sulla scatola del cambio, tanto che non avevano previsto che sui cordoli alti come quelli di Spielberg si sarebbero potute generale delle vibrazioni killer per i sensori che comandano la trasmissione.

Gli ingegneri, quindi, sono riusciti a irrobustire l’attacco del braccio alla struttura deformabile, spegnendo almeno in parte le anomale vibrazioni dopo un’analisi modale delle risonanze. Lewis Hamilton ieri ha scolpito una pole position che rimarrà nella storia della F1 potendo sfruttare la W11 al limite, senza incorrere nei “misteriosi” problemi che lo avevano rallentato nelle prove libere.

Le frecce nere, quindi, hanno trovato il loro tallone d’Achille e dovranno tenere d’occhio solo le temperature della power unit (ma in Stiria farà meno caldo) per dettare legge di nuovo…

Mercedes W10, dettaglio della sospensione posteriore vista da sotto con gli attacchi sul cambio

Mercedes W10, dettaglio della sospensione posteriore vista da sotto con gli attacchi sul cambio

Photo by: Giorgio Piola

Mercedes W10, dettaglio della sospensione posteriore vista da sotto con gli attacchi sul cambio.

Mercedes W10, dettaglio della sospensione posteriore vista da sotto con gli attacchi sul cambio.

Photo by: Giorgio Piola

condivisioni
commenti
Wolff esalta Hamilton: "Sembrava provenire da un altro mondo"

Articolo precedente

Wolff esalta Hamilton: "Sembrava provenire da un altro mondo"

Prossimo Articolo

Strategie: Verstappen attacca con le soft, Hamilton cosa fa?

Strategie: Verstappen attacca con le soft, Hamilton cosa fa?
Carica commenti
Piola: "Il caldo torrido ha riservato delle sorprese" Prime

Piola: "Il caldo torrido ha riservato delle sorprese"

Il primo giorno in pista ha regalato qualche inaspettata sospesa. Colpa del caldo che, a quanto pare ha giocato qualche brutto scherzo a chi pensava di far bene. Franco Nugnes e Giorgio Piola, in questo nuovo video, analizzano le prove libere del Gran Premio d'Ungheria.

Bobbi: "RB16B di Max sottosterzante, bilanciamento da rivedere" Prime

Bobbi: "RB16B di Max sottosterzante, bilanciamento da rivedere"

In questa puntata di Piloti Top Secret, Matteo Bobbi e Marco Congiu ci parlano ed analizzano le prove libere del venerdì del Gran Premio di Ungheria. Max Verstappen, partito coi favori del pronostico, non ha letto il mutare delle temperature e delle gomme che ha influito sulle performance della RB16B, al contrario di quanto fatto dagli uomini Mercedes

Chinchero: "Il caldo ha sorpreso tutti, tranne Bottas" Prime

Chinchero: "Il caldo ha sorpreso tutti, tranne Bottas"

In questa nuova podcast di Motorsport.com, Roberto Chinchero e Giacomo Rauli commentato il venerdì di prove libere del Gran Premio d'Ungheria. Buon ascolto!

Piola: "L'estrattore AlphaTauri è fatto da due pelli separate" Prime

Piola: "L'estrattore AlphaTauri è fatto da due pelli separate"

La Formula 1 arriva in Ungheria. In questo nuovo video, Franco Nugnes e Giorgio Piola analizzano le novità portate dai team sullo storico tracciato dell'Hungaroring. Siamo solo a giovedì, ma qualcuno ha già svelato qualche particolare dettaglio...

Formula 1
29 lug 2021
Minardi: "Auguri Alonso, meritavi altri mondiali" Prime

Minardi: "Auguri Alonso, meritavi altri mondiali"

Compie quarant'anni Fernando Alonso. L'asturiano, due volte campione del mondo, è un pilota capace di vincere due titoli mondiali ancora in giovane età per poi raccogliere meno di quanto il suo talento gli avrebbe consentito per i motivi più svariati. Insieme a Gian Carlo Minardi ricordiamo i suoi esordi in Formula 1...

Formula 1
29 lug 2021
F1: i segnali che indicano come la serie goda di ottima salute Prime

F1: i segnali che indicano come la serie goda di ottima salute

Non c'è solo il duello tra Verstappen e Hamilton per la conquista del titolo iridato ad attirare l'attenzione sulla Formula 1. Molti sponsor tecnologici stanno investendo nei team e questo è un segno di un ritrovato interesse che fa ben sperare per il futuro.

Formula 1
28 lug 2021
Ceccarelli: “Si va in Ungheria con un clima surriscaldato” Prime

Ceccarelli: “Si va in Ungheria con un clima surriscaldato”

In questa puntata del Doctor F1, Franco Nugnes e il Dottor Riccardo Ceccarelli ci parlano del clima in vista del Gran Premio d'Ungheria di Formula 1, dove tanto Mercedes quanto Red Bull arriveranno a nervi tesi. Più che i piloti, a tenere elevata la tensione sono i team principal

Formula 1
28 lug 2021
Condizionamenti F1: Wolff e Horner, attenti a quei due! Prime

Condizionamenti F1: Wolff e Horner, attenti a quei due!

Lewis Hamilton e Max Verstappen se le sono suonate in pista a Silverstone, mentre Toto Wolff e Christian Horner continuano a beccarsi a livello mediatico. I due team principal stanno alimentando la rivalità sportiva con comportamenti e dichiarazioni che andrebbero misurati. Quali saranno gli effetti in Ungheria di questi atteggiamenti aggressivi e utilitaristici?

Formula 1
27 lug 2021