Tecnica Mercedes: scopriamo alcuni segreti della W11

La squadra di Brackley vuole chiudere un ciclo regolamentare (2014-2020) dominando tutti i campionati: la freccia d'argento, che nasce come evoluzione della W10 iridata, ha alcune novità importanti anche d'ispirazione Ferrari. Anticipiamo con i disegni di Piola certe modifiche che ricordano la Benetton B187.

Tecnica Mercedes: scopriamo alcuni segreti della W11

La Mercedes farà cadere i veli della W11 (dove W sta per wagen) nel giorno di San Valentino a Silverstone, proprio il 13 febbraio quando la Scuderia Toro Rosso a Salisburgo nella sede Red Bull si trasformerà in AlphaTauri.

I tecnici diretti da James Allison si sono concentrati nello sviluppo di due temi rispetto alla monoposto che nel 2019 ha regalato alla Stella altri due titoli mondiali (piloti e Costruttori), portando a sei la sequenza ininterrotta di iridi dall’inizio dell’era ibrida nel 2014 a oggi.

E l’intenzione degli ingegneri di Brackley è di chiudere questo ciclo regolamentare con un “cappotto” che non avrebbe riscontri nella storia della Formula 1.

Mercedes AMG F1 W10: ecco la disposizione dei radiatori e la bocca dei radiatori sotto al cono

Mercedes AMG F1 W10: ecco la disposizione dei radiatori e la bocca dei radiatori sotto al cono

Photo by: Giorgio Piola

Per ambire a questa striscia di record sorprendente in casa Mercedes non hanno esitato a modificare la freccia d’argento nel tentativo di cancellare i difetti della W10, pur mantenendo l’eccellente base del progetto della macchina dello scorso anno.

Due gli interventi sul telaio con l’obiettivo di migliorare il raffreddamento della power unit a favore dell’affidabilità e ridurre la resistenza all’avanzamento alla ricerca di più elevate velocità massime.

Mercedes: ecco quanto si abbasserà il cono anti-intrusione sulla W11 rispetto alla W10

Mercedes: ecco quanto si abbasserà il cono anti-intrusione sulla W11 rispetto alla W10

Photo by: Giorgio Piola

Sulla W11 è stato abbassato quasi al limite del regolamento il cono anti intrusione superiore che è obbligatorio ai lati della scocca. La Mercedes, infatti, porterà la bocca dei radiatori sopra al cono in carbonio copiando il concetto che ha caratterizzato la Ferrari degli ultimi tre anni.

I flussi d’aria destinati al raffreddamento, quindi, passeranno sopra al sistema anti intrusione, mentre più in basso ci sarà modo di inserire dei pacchi radianti adeguati alla nuova power unit di cui si dice un gran bene a Brixworth, per evitare i frequenti problemi di surriscaldamento che hanno limitato il potenziale del 6 cilindri dello scorso anno.

L’aver perso la supremazia motoristica a favore dell’unità Ferrari ha indispettito i tecnici di Andy Cowell più che mai intenzionati a riprendersi la leadership della quale sono sempre andati fieri.

Mercedes AMG F1 W10: si nota la sporgenza del telaio superiore per ospitare i 110 kg di benzina

Mercedes AMG F1 W10: si nota la sporgenza del telaio superiore per ospitare i 110 kg di benzina

Photo by: Giorgio Piola

Il risultato è che ci sarà una maggiore portata di aria al motore, consentendo nel contempo un disegno della pancia più scavata nella parte inferiore, tale da ridurre il drag. È possibile che venga rivista la disposizione dei radiatori, perché alle spalle del pilota la W1 subirà una riduzione della sezione della scocca con un serbatoio di nuovo disegno.

La Mercedes W11 avrà un maggiore passaggio d'aria perché la sporgenza superiore del telaio sarà leggermente minore

La Mercedes W11 avrà un maggiore passaggio d'aria perché la sporgenza superiore del telaio sarà leggermente minore

Photo by: Giorgio Piola

La W10 ai lati del telaio aveva una sorta di estensione in carbonio visibile nel disegno di Giorgio Piola, sopra, per contenere i 110 kg di benzina. Sulla nuova Mercedes questa sporgenza dovrebbe essere meno marcata, portando più carburante al piede a vantaggio di un migliore baricentro della monoposto a tutto vantaggio della durata delle gomme.

È pensabile, quindi, che cresca lo svaso a T per evidenti ragioni aerodinamiche, dando vita a un tunnel destinato ai passaggi di aria del raffreddamento.

Confronto chassis della Benetton B186 con la più stretta in coda B186

Confronto chassis della Benetton B186 con la più stretta in coda B186

Photo by: Giorgio Piola

In F1 non s’inventa niente, ma tutto torna in funzione del massimo sfruttamento delle regole. Giorgio Piola ci ricorda, infatti, che la Benetton B187 aveva già proposto un telaio che in coda aveva la forma della scocca a T per incassare i radiatori rispetto alla B186.

condivisioni
commenti
Alonso: "GP2 engine? La critica a Honda doveva restare privata"
Articolo precedente

Alonso: "GP2 engine? La critica a Honda doveva restare privata"

Prossimo Articolo

Marko: "Un rimpianto non aver messo sotto contratto Leclerc"

Marko: "Un rimpianto non aver messo sotto contratto Leclerc"
Carica commenti
Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1 Prime

Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1

Si fa presto a criticare una strategia stando comodamente sul proprio divano, lontano dallo stress di un muretto box in gara. Ecco come nascono e come vengono studiate le strategie di Formula 1, con parametri incredibili che non lasciano davvero nulla al caso

Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse!

In questo nuovo video di Motorsport.com, andiamo ad analizzare le occasioni perse di Max Verstappen nel combattutissimo duello contro Lewis Hamilton nel mondiale 2021. Forse, senza di quelle, avremmo già un campione del mondo?

Formula 1
27 nov 2021
Video F1 | Hamilton, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Hamilton, quante occasioni perse!

Andiamo ad analizzare insieme le occasioni perse da Lewis Hamilton nel corso del mondiale 2021 di Formula 1. In questo video, riassumiamo gli errori dell'inglese durante l'anno e le occasioni nelle quali ha performato al di sotto delle sue potenzialità, ottenendo risultati che alla fine dell'ultimo GP potrebbero decretarne la sconfitta iridata

Formula 1
26 nov 2021
F1 | Ceccarelli: "Alonso si sente integro e vuole dimostrarlo" Prime

F1 | Ceccarelli: "Alonso si sente integro e vuole dimostrarlo"

In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano la figura del "giovanotto" Fernando Alonso, reo di aver conquistato un podio in Formula 1 dopo sette anni. Eppure, nonostante l'età, ha ancora tanta voglia di dimostrare il suo valore...

Formula 1
24 nov 2021
F1 | Quando la lotta sportiva diventa peggio di Forum Prime

F1 | Quando la lotta sportiva diventa peggio di Forum

In Qatar abbiamo assistito all'ennesima, stucchevole situazione in cui i toni dei contendenti al titolo iridato si sono alzati in maniera esagerata. Oltre a quello, situazione che avevamo preso in esame, all'indice va messo il comportamento di chi governa il Circus iridato, più simile a quello di sceneggiatori alle prese con una serie tv anziché con una pagina clamorosa di storia dello sport.

Formula 1
23 nov 2021
Minardi: "Questa volta il voto 4 va alla FIA non ai piloti" Prime

Minardi: "Questa volta il voto 4 va alla FIA non ai piloti"

Il Gran Premio del Qatar ha ulteriormente inasprito il tono delle polemiche sportive legate alla stagione 2021 di Formula 1. Stavolta l'insufficienza pesante viene data alla FIA per come sta gestendo la situazione

Formula 1
22 nov 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Lewis, una vittoria di gestione" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Lewis, una vittoria di gestione"

In questa nuova puntata podcast di Piloti Top Secret, Matteo Bobbi e Beatrice Frangione commentano i fatti salienti e determinanti del GP del Qatar. Una lotta continua, che ha visto prevalere Lewis Hamilton, conquistatore della 102esima vittoria in carriera. Ecco svelato il segreto della sua vittoria...

Formula 1
22 nov 2021
F1 | Piola: "Rinforzato il comando DRS della Red Bull" Prime

F1 | Piola: "Rinforzato il comando DRS della Red Bull"

In questo nuovo video di Motorsport.com, Franco Nugnes e Giorgio Piola analizzano, con la lente d'ingrandimento tecnica, quanto visto nel sabato di qualifica del GP del Qatar. Una battaglia, anche di ali, senza fine...

Formula 1
20 nov 2021