Ferrari: la SF1000 in Bahrain ha "fame" di aria?

Le immagini di Giorgio Piola ci mostrano come la Rossa abbia degli sfoghi dell'aria calda in coda alle fiancate che sono più stretti solo rispetto a quelli della McLaren MCL35. Tutte le altre monoposto top (Mercedes, Racing Point e Renault) dispongono di aperture che non sporgono dai bracci superiori della sospensione posteriore a riprova di una minore resistenza all'avanzamento che permette un risparmio di benzina dove i consumi sono al limite.

Ferrari: la SF1000 in Bahrain ha "fame" di aria?

La pista di Al Sakhir privilegia l’efficienza aerodinamica: l’impianto del GP del Bahrain richiede un carico medio, ma essendo un circuito nel quale i consumi sono al limite dei 110 kg concessi dal regolamento, ci sarà chi proverà a scaricare le proprie monoposto per avere una minore resistenza all’avanzamento e, quindi, ottenere un sensibile risparmio di carburante.

Nella terz’ultima gara del mondiale si tornerà ad avere temperature ambientali intorno ai 28 gradi, registrando una inversione di tendenza rispetto agli ultimi GP che si sono corsi in condizioni climatiche tipicamente invernali.

Leggi anche:

Ciò significa che per fare respirare al meglio le power unit che saranno sottoposte a sforzi notevoli (stanno full gas per il 75% della distanza di un giro) è necessario aprire gli sfoghi della carrozzeria in coda alle fiancate.

Guardando le immagini scattate in pit lane da Giorgio Piola emerge in modo piuttosto chiaro che le monoposto più in difficoltà con il raffreddamento sembrano Ferrari e McLaren che hanno deliberato per il Bahrain delle soluzioni che assicurano un buon smaltimento di calore a costo di un drag maggiore.

McLaren MCL35, dettaglio degli sfoghi dell'aria calda molto grandi in Bahrain

McLaren MCL35, dettaglio degli sfoghi dell'aria calda molto grandi in Bahrain

Photo by: Giorgio Piola

Solo la McLaren MCL35 ha una soluzione che sembra meno efficiente della Ferrari, tutte le altre monoposto top evidenziano scelte molto più coraggiose rispetto a quelle fatte dalla Scuderia.

I tecnici di Woking non hanno carenato lo scarico centrale con una carrozzeria avvolgente, ma mostrano un retrotreno con la maggiore apertura per l’evacuazione del calore dalle masse radianti.

Ferrari SF1000, dettaglio degli sfoghi di aria calda con i vistosi megafoni della Rossa

Ferrari SF1000, dettaglio degli sfoghi di aria calda con i vistosi megafoni della Rossa

Photo by: Giorgio Piola

La Ferrari SF1000 ricorre a sfoghi d’aria che sovrastano nettamente i bracci superiori della sospensione posteriore con un megafono che si restringe in prossimità del terminale di scarico.

Mercedes F1 W11, ecco gli sfoghi dell'aria calda che non superano i bracci delle sospensioni

Mercedes F1 W11, ecco gli sfoghi dell'aria calda che non superano i bracci delle sospensioni

Photo by: Giorgio Piola

Niente a che vedere con la Mercedes che mantiene l’apertura delle pance in linea con la sospensione, confermando che, almeno sulla carta, la W11 è nettamente più efficiente della Rossa: il motore della freccia nera per quanto sia nettamente più potente (si parla di una cinquantina di cavalli) ha anche bisogno di un minore raffreddamento grazie a una migliore fluidodinamica delle pance, mentre la SF1000 accusa dei bloccaggi aerodinamici per la sovrapposizione di più radiatori in una sorta di sandwich che non facilita il passaggio di aria.

Racing Point RP20, dettaglio degli sfoghi dell'aria calda in coda alle pance che sono i più piccoli

Racing Point RP20, dettaglio degli sfoghi dell'aria calda in coda alle pance che sono i più piccoli

Photo by: Giorgio Piola

Renault F1 Team R.S.20, dettaglio tecnico degli sfoghi d'aria

Renault F1 Team R.S.20, dettaglio tecnico degli sfoghi d'aria

Photo by: Giorgio Piola

Sulla stessa linea della Mercedes troviamo anche la Racing Point RP20 e la Renault R.S.20 che è riuscita a fare sensibili passi avanti nel corso di questa stagione. Dopo aver visto una Rossa da podio in Turchia, vedremo la Ferrari soffrire di più nell’emirato arabo o la squadra del Cavallino saprà dare continuità ai suoi risultati?

condivisioni
commenti
Grosjean: "Io difficile da gestire? Altri team ci sono riusciti"
Articolo precedente

Grosjean: "Io difficile da gestire? Altri team ci sono riusciti"

Prossimo Articolo

Ferrari: il debutto di Sainz potrebbe essere sulla SF71-H

Ferrari: il debutto di Sainz potrebbe essere sulla SF71-H
Carica commenti
Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato" Prime

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato"

Nella domenica saudita a far discutere, ancora una volta, è Michael Masi. Un atteggiamento discutibile e che mette in evidenza la difficoltà nel gestire il dentro e il fuori la pista di un mondiale che si deciderà ad Abu Dhabi. Ecco l'analisi di Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi, in questo nuovo video di Motorsport.com.

Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max"

Max Verstappen e Lewis Hamilton hanno offerto uno spettacolo al limite della sportività. L'inglese, tuttavia, è stato più accorto e scaltro dell'olandese, che in un'altra epoca della F1 avrebbe rischiato grosso una volta raggiunto il parco chiuso

Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione Prime

Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione

OPINIONE: La pressione è tutta su Red Bull e Mercedes mentre la stagione 2021 di Formula 1 si prepara alla sua doppietta finale. Il consulente tecnico di Motorsport.com ed ex ingegnere McLaren F1 Tim Wright spiega come le rispettive squadre affronteranno quello che sarà un fattore cruciale nell'esito del campionato piloti e costruttori.

Formula 1
5 dic 2021
F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori Prime

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori

Vincere il titolo Costruttori comporta un vantaggio da un punto di vista economico, ma con le nuove regole introdotte dalla F1 i team meglio piazzati devono scontare limitazioni in galleria del vento e al CFD.

Formula 1
5 dic 2021
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Formula 1
3 dic 2021