F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola
Topic

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Ferrari: il nuovo fondo con tre vorticatori 2019!

Leclerc e Vettel nella seconda sessione di prove libere del GP del Portogallo hanno girato con una SF1000 dotata di un fondo che ha ripreso alcuni concetti che si erano visti sulla SF90 l'anno scorso: stiamo parlando dei tre piccoli generatori di vortice che la Rossa aveva nel GP di Russia nel 2019. I tecnici di Maranello saltano fra passato e futuro mostrando soluzioni utili a far crescere la SF1000.

Ferrari: il nuovo fondo con tre vorticatori 2019!

La Ferrari nella seconda sessione di prove libere del GP del Portogallo ha tolto il fondo tagliato e privo di slot in previsione del 2021 che si era visto brevemente nel turno del mattino e ha lavorato solo con una soluzione che è stata usata da entrambi i piloti.

Si tratta della versione che aveva sperimentato solo Charles Leclerc dimostrando fin dai primi giri un buon potenziale con le gomme hard. Sulla SF1000 è stato completato, quindi, il pacchetto aerodinamico con il quale la Rossa dovrebbe arrivare in fondo alla stagione 2020 così travagliata.

E il nuovo fondo di Portimao rappresenta un mix di soluzioni che richiama dei concetti che si erano già visti l’anno scorso sulla SF90: può sembrare incredibile, ma i tecnici di Maranello si stanno spingendo con sviluppi pensati per il 2021 come il diffusore con le paratie verticali già tagliate a 50 mm dal piano di riferimento e il pavimento del fondo senza slot, ma hanno avuto anche l’umiltà di guardarsi indietro per ripescare un’idea che si era vista nel GP di Russia del 2019 a Sochi.

Guardando le immagini, infatti, si può osservare che al fondo caratterizzato dagli slot diagonali sul bordo d’uscita sono stati aggiunti tre piccoli generatori di vortice davanti alle ruote posteriori che riprendono quanto si era già visto l’anno scorso, quando erano associati ai lunghi binari che solcavano il marciapiede del fondo, sotto.

Ferrari SF90: il fondo con i tre generatore di vortice apparsi al GP di Russia 2019

Ferrari SF90: il fondo con i tre generatore di vortice apparsi al GP di Russia 2019

Photo by: Giorgio Piola

A giudicare dai primi risultati la soluzione combinata di passato e presente sembra dare dei risultati positivi: sarà curioso capire cosa sarà in grado di fare la Ferrari domani, magari in una sessione di prove libere più normale dopo quella di oggi pomeriggio condizionata da due bandiere rosse e dalla mezz’ora di lavoro dedicata alle nuove gomme prototipo della Pirelli.

condivisioni
commenti
Verstappen: "Siamo migliorati, ma c'è ancora del potenziale"
Articolo precedente

Verstappen: "Siamo migliorati, ma c'è ancora del potenziale"

Prossimo Articolo

Leclerc: "Bene sul giro secco, in gara sarà un'incognita"

Leclerc: "Bene sul giro secco, in gara sarà un'incognita"
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “I piloti a Jeddah non avevano alcuna paura” Prime

Video | Ceccarelli: “I piloti a Jeddah non avevano alcuna paura”

Insieme a Franco Nugnes ed al dottor Riccardo Ceccarelli andiamo ad analizzare quanto successo in occasione dell'ultimo GP di Formula 1 a Jeddah, dove i piloti si sono dimostrati più forti della paura

Formula 1
8 dic 2021
Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi Prime

Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi

Michael Masi è ancora una volta protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il Direttore Gara della F1 ha mostrato tutti i propri evidenti limiti nela conduzione di un infuocato GP dell'Arabia Saudita, con Hamilton e Verstappen che certamente non gli hanno reso la vita facile, ma che hanno cotribuito a mettere in mostra tutte le problematiche di un arbitro che pare sempre più inadeguato al ruolo che ricopre

Formula 1
7 dic 2021
Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato" Prime

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato"

Nella domenica saudita a far discutere, ancora una volta, è Michael Masi. Un atteggiamento discutibile e che mette in evidenza la difficoltà nel gestire il dentro e il fuori la pista di un mondiale che si deciderà ad Abu Dhabi. Ecco l'analisi di Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi, in questo nuovo video di Motorsport.com.

Formula 1
6 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max"

Max Verstappen e Lewis Hamilton hanno offerto uno spettacolo al limite della sportività. L'inglese, tuttavia, è stato più accorto e scaltro dell'olandese, che in un'altra epoca della F1 avrebbe rischiato grosso una volta raggiunto il parco chiuso

Formula 1
6 dic 2021
Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione Prime

Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione

OPINIONE: La pressione è tutta su Red Bull e Mercedes mentre la stagione 2021 di Formula 1 si prepara alla sua doppietta finale. Il consulente tecnico di Motorsport.com ed ex ingegnere McLaren F1 Tim Wright spiega come le rispettive squadre affronteranno quello che sarà un fattore cruciale nell'esito del campionato piloti e costruttori.

Formula 1
5 dic 2021
F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori Prime

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori

Vincere il titolo Costruttori comporta un vantaggio da un punto di vista economico, ma con le nuove regole introdotte dalla F1 i team meglio piazzati devono scontare limitazioni in galleria del vento e al CFD.

Formula 1
5 dic 2021
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Formula 1
4 dic 2021