Formula 1
09 mag
Prossimo evento tra
63 giorni
G
GP dell'Azerbaijan
06 giu
Gara in
94 giorni
G
GP del Canada
13 giu
Gara in
102 giorni
G
GP di Francia
24 giu
Prossimo evento tra
112 giorni
01 lug
Prossimo evento tra
119 giorni
G
GP di Gran Bretagna
15 lug
Prossimo evento tra
133 giorni
G
GP d'Ungheria
29 lug
Prossimo evento tra
147 giorni
G
GP del Belgio
26 ago
Prossimo evento tra
175 giorni
02 set
Prossimo evento tra
182 giorni
09 set
Prossimo evento tra
189 giorni
G
GP della Russia
23 set
Prossimo evento tra
203 giorni
G
GP di Singapore
30 set
Prossimo evento tra
210 giorni
G
GP del Giappone
07 ott
Prossimo evento tra
217 giorni
G
GP degli Stati Uniti
21 ott
Prossimo evento tra
231 giorni
G
GP del Messico
28 ott
Prossimo evento tra
238 giorni
G
GP dell'Arabia Saudita
03 dic
Prossimo evento tra
274 giorni
G
GP di Abu Dhabi
12 dic
Prossimo evento tra
283 giorni

Szafnauer: "In Australia si poteva correre in sicurezza"

Otmar Szafnauer, team principal Racing Point, va controcorrente e torna a parlare del GP d'Australia, con la convinzione che il rischio di contagio da COVID-19 nel paddock fosse molto basso.

Szafnauer: "In Australia si poteva correre in sicurezza"

Il primo round della F1 a Melbourne, come sappiamo, era stato cancellato dopo che un membro della McLaren era risultato positivo al Coronavirus, con le squadre che hanno parlato fino a notte fonda giovedì per arrivare alla decisione di non disputare l'evento.

Fra quelli che erano invece disposti a scendere in pista per le prove libere del venerdì c'erano Red Bull, AlphaTauri e Racing Point, con il team principal di quest'ultima scuderia che resta convinto che si potesse farlo.

“A Melbourne era difficile prevedere il futuro, ma ripensandoci ora avremmo potuto correre e farlo in sicurezza - ha dichiarato Szafnauer alla CNN - Il rischio era molto basso e potevamo andare avanti col weekend, il Governo australiano ci aveva dato l'ok. Ma al tempo c'erano tante incertezze e punti sconosciuti, per cui è stata presa la decisione molto prudente di non correre".

I team principal si erano poi incontrati con i rappresentanti di FIA, F1 e organizzazione per discutere della questione. Il Presidente FIA, Jean Todt, a Motorsport.com aveva rivelato che i punti di vista erano differenti, ma l'evolversi della situazione aveva spinto tutti ad essere appunto cauti.

Szafnauer ha raccontato che al suo arrivo nel paddock venerdì mattina era ancora convinto che si potesse proseguire.

“Giovedì siamo arrivati alla fine dell'incontro che ormai erano le 2;00. A quel punto la maggior parte aveva votato per correre. Siamo andati a letto e ci siamo svegliati quattro ore dopo, sono arrivato nel paddock e tutti mi hanno detto: 'Guarda che non si corre'. Io ho risposto che invece l'avremmo fatto, visto che 4 ore prima si era votato a favore della gara".

“Alla fine la decisione presa è stata per evitare ogni rischio, quindi probabilmente anche la più giusta. Ma se ci ripenso, sono convinto che se avessimo corso avremmo potuto farlo in sicurezza".

Otmar Szafnauer, Team Principal e CEO, Racing Point

Otmar Szafnauer, Team Principal e CEO, Racing Point
1/10

Foto di: Jerry Andre / Motorsport Images

Otmar Szafnauer, Team Principal and CEO, Racing Point, sul palco

Otmar Szafnauer, Team Principal and CEO, Racing Point, sul palco
2/10

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Otmar Szafnauer, Team Principal e CEO, Racing Point, durante la conferenza stampa dei Team Principal

Otmar Szafnauer, Team Principal e CEO, Racing Point, durante la conferenza stampa dei Team Principal
3/10

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Cyril Abiteboul, Managing Director, Renault F1 Team, Frederic Vasseur, Team Principal, Alfa Romeo Racing, Zak Brown, Direttore Esecutivo, McLaren, Andreas Seidl, Team Principal, McLaren e Otmar Szafnauer, Team Principal e CEO, Racing Point

Cyril Abiteboul, Managing Director, Renault F1 Team, Frederic Vasseur, Team Principal, Alfa Romeo Racing, Zak Brown, Direttore Esecutivo, McLaren, Andreas Seidl, Team Principal, McLaren e Otmar Szafnauer, Team Principal e CEO, Racing Point
4/10

Foto di: Sam Bloxham / Motorsport Images

Zak Brown, Direttore Esecutivo, McLaren e Otmar Szafnauer, Team Principal e CEO, Racing Point

Zak Brown, Direttore Esecutivo, McLaren e Otmar Szafnauer, Team Principal e CEO, Racing Point
5/10

Foto di: Sam Bloxham / Motorsport Images

Otmar Szafnauer, Team Principal e CEO, Racing Point e Sean Bratches, Managing Director of Commercial Operations, Formula One Group

Otmar Szafnauer, Team Principal e CEO, Racing Point e Sean Bratches, Managing Director of Commercial Operations, Formula One Group
6/10

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Otmar Szafnauer, Team Principal e CEO, Racing Point, al muretto box

Otmar Szafnauer, Team Principal e CEO, Racing Point, al muretto box
7/10

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Chase Carey, Presidente, Formula 1, e Otmar Szafnauer, Team Principal e CEO, Racing Point

Chase Carey, Presidente, Formula 1, e Otmar Szafnauer, Team Principal e CEO, Racing Point
8/10

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Otmar Szafnauer, Team Principal e CEO, Racing Point, e Lawrence Stroll, Owner, Racing Point

Otmar Szafnauer, Team Principal e CEO, Racing Point, e Lawrence Stroll, Owner, Racing Point
9/10

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Otmar Szafnauer, Racing Point Team Principal e CEO

Otmar Szafnauer, Racing Point Team Principal e CEO
10/10

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Brown provoca: "F1 senza Ferrari? Peccato, ma si va avanti"

Articolo precedente

Brown provoca: "F1 senza Ferrari? Peccato, ma si va avanti"

Prossimo Articolo

Brown: "Non correre sarebbe devastante, ma Liberty ha un piano"

Brown: "Non correre sarebbe devastante, ma Liberty ha un piano"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Team Racing Point
Autore Luke Smith
Mercedes W12: estremizzare per continuare a dominare Prime

Mercedes W12: estremizzare per continuare a dominare

La Mercedes W12 è una monoposto che va ad estremizzare alcuni concetti visti sulla W11 ma anche sulla concorrenza. Gli attenti uomini guidati da James Allison sono andati alla ricerca del carico perduto - per motivi regolamentari - al retrotreno, massimizzando l'effetto Coanda. Ma non solo...

I 10 punti interrogativi sulla stagione 2021 di Formula 1 Prime

I 10 punti interrogativi sulla stagione 2021 di Formula 1

23 gare sono troppe? La Red Bull riuscirà a lottare con la Mercedes? Sainz sarà al livello di Leclerc in Ferrari? Karun Chandhok ha analizzato i 10 punti interrogativi della stagione 2021 di Formula 1.

Alfa Romeo: oggi di Racing c'è solo un adesivo Prime

Alfa Romeo: oggi di Racing c'è solo un adesivo

La Casa del Biscione è solo all'apparenza impegnata in F1, ma di ingegneristico non c'è praticamente nulla, mentre nel turismo sono tante le realtà che in questi anni hanno provato a rilanciare il marchio, ma solo coi propri investimenti.

Formula 1
1 mar 2021
Come i nuovi investitori McLaren hanno già avuto un impatto in F1 Prime

Come i nuovi investitori McLaren hanno già avuto un impatto in F1

L’accordo che McLaren ha concluso l'anno scorso con MSP Sports Capital, che aiuterà il team di Formula 1 a corto di liquidità a pagare per i tanto necessari aggiornamenti delle infrastrutture, punta anche al futuro della Formula 1 stessa, come analizza Stuart Codling di GP Racing.

Formula 1
1 mar 2021
F1 Stories: W01, la prima Mercedes di Schumacher Prime

F1 Stories: W01, la prima Mercedes di Schumacher

La W01 è la monoposto che rappresenta il ritorno della firma Mercedes in Formula 1, un'assenza che perdurava dal lontano 1955. Ma è anche la vettura che accompagna il ritorno della leggenda Schumacher in un campionato del mondo, nel 2010.

Formula 1
1 mar 2021
Verstappen: un basso profilo per sorprendere nel 2021? Prime

Verstappen: un basso profilo per sorprendere nel 2021?

L'olandese non si è voluto sbilanciare in occasione del filming day della Red Bull circa le reali potenzialità della RB16B. Pretattica o forse Max è rimasto scottato troppe volte negli anni passati?

Formula 1
27 feb 2021
Alfa Romeo: si sacrifica il 2021 per puntare tutto sul 2022 Prime

Alfa Romeo: si sacrifica il 2021 per puntare tutto sul 2022

Già dalla presentazione si è capito che l'Alfa Romeo deciderà di sacrificare il 2021 e portare pochi sviluppi per puntare tutto sul 2022 e cercare di risalire la china sfruttando il cambiamento regolamentare.

Formula 1
27 feb 2021
F1 Stories: Da Tyrrell a Mercedes, il filo inglese del destino Prime

F1 Stories: Da Tyrrell a Mercedes, il filo inglese del destino

Cos'hanno in comune la Tyrrell e la Mercedes? Molto più di quel che sembra. Infatti, un semplice cambio di residenza della Casa di Stoccarda, ha generato un filo conduttore tra tante squadre diverse tra loro. Un viaggio nella storia della Formula 1 che parte dagli anni Settanta.

Formula 1
27 feb 2021