Hembery: "I piloti hanno potuto valutare il crossover"

condivisioni
commenti
Hembery:
Redazione
Di: Redazione
25 set 2015, 12:11

Secondo il responsabile della Pirelli è questo l'unico fattore positivo nelle prove bagnate di oggi a Suzuka

Daniil Kvyat, Red Bull Racing RB11
Daniil Kvyat, Red Bull Racing RB11
Paul Hembery, Direttore Motorsport Pirelli,
Daniil Kvyat, Red Bull Racing RB11
Carlos Sainz Jr., Scuderia Toro Rosso STR10

Per la seconda gara consecutiva, Daniil Kvyat è stato il più veloce in assoluto nelle due sessioni di prove libere del venerdì, con il tempo di 1'48"277. Entrambe le sessioni si sono svolte con la pioggia; di conseguenza, tutti i piloti hanno usato unicamente il Cinturato Blue wet ed il Cinturato Intermediate, con tempi di quasi 15 secondi più lenti rispetto alle prove del venerdì di un anno fa. Per la prima volta nella sua carriera in F.1, Carlos Sainz ha guidato la sua Toro Rosso al miglior tempo in una sessione, precedendo tutti nella sessione del mattino.

Le condizioni domani dovrebbero essere più asciutte, anche in quadro di variabilità. Ciò rende estremamente difficile per le squadre giudicare se le condizioni di bagnato viste oggi possono essere rappresentative di quello che sarà il resto del fine settimana e anche quanto utili possono essere i dati raccolti oggi.

Molti team hanno limitato i loro giri in pista per evitare rischi inutili, soprattutto nei periodi di pioggia intensa. Tuttavia, hanno potuto raccogliere alcune informazioni utili riguardo le potenzialità del circuito e le prestazioni delle vetture sul bagnato, nel caso in cui dovessero tornare in azione gli pneumatici da pioggia.

Paul Hembery Direttore Motorsport Pirelli: "Per i piloti e gli appassionati, sono state due sessioni di prove libere un po’ frustranti e inconcludenti, ma il meteo certamente non ha smorzato l’entusiasmo dell’incredibile pubblico giapponese. I piloti hanno avuto la possibilità di utilizzare gli pneumatici intermediati e full wet, potendo valutare così i punti di crossover: cioè il momento in cui è vantaggioso passare dalle intermedie alle gomme full wet e viceversa. Date le condizioni meteo di oggi, l’FP3 domani assumerà un significato particolare, perché le scuderie saranno costrette ad effettuare il maggior numero di giri su asciutto prima delle qualifiche".

Prossimo articolo Formula 1
Red Bull: prove aerodinamiche sul nuovo badge board

Articolo precedente

Red Bull: prove aerodinamiche sul nuovo badge board

Prossimo Articolo

Il Mondiale 2016 di F.1 scatterà ancora a marzo

Il Mondiale 2016 di F.1 scatterà ancora a marzo
Carica commenti