Raikkonen: "La gara è un punto interrogativo"

Kimi si aspettava di fare meglio del sesto tempo nelle qualifiche di Suzuka, ma vede bene la sua Ferrari

Kimi Raikkonen è parso abbastanza deluso al termine delle qualifiche del Gp del Giappone. Il finlandese della Ferrari era riuscito a piazzarsi al terzo posto sia in Q1 che in Q2, ma poi in Q3 non ha potuto tirare fuori il massimo del potenziale della sua SF15-T e quindi si è dovuto accontentare del sesto posto, alle spalle anche di entrambe le Williams.

Un risultato che forse è stato un po' compromesso anche dalla bandiera rossa dovuta all'incidente di Daniil Kvyat: "Il risultato di questa qualifica è un po’ deludente: fino a quel momento eravamo stati molto veloci e il comportamento della vettura era piuttosto buono. Le prime due parti sono andate bene, ma il mio primo tentativo in Q3 non è stato niente di speciale: le gomme non avevano aderenza. Mi spiace non essere riuscito a completare il secondo giro: sono sicuro che avremmo potuto migliorare, ma la bandiera rossa ha interrotto la sessione".

Sul potenziale in vista della gara "Iceman" non si sbilancia, che se crede che la sua Rossa sia abbastanza a posto: "La gara di domani è un punto interrogativo, perché nessuno ha avuto il tempo di girare molto sull’asciutto con sequenze prolungate, ma penso che dovremmo andare bene. Speriamo di aver fatto tutto nel modo giusto e di poter riguadagnare posizioni. Partendo dietro altre macchine la gara si annuncia lunga, ma noi cercheremo di fare una buona partenza e poi si vedrà".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento Gran Premio del Giappone
Sub-evento Sabato, qualifiche
Circuito Suzuka
Piloti Kimi Raikkonen
Articolo di tipo Qualifiche