Vettel: "Suzuka è uno dei miei tracciati preferiti"

Il pilota della Ferrari spiega anche che è una di quelle piste che rende ancora piuttosto agevoli i sorpassi

Quello di Suzuka è uno dei circuiti più storici dell’automobilismo, molto tecnico e difficile: proprio per questo uno dei preferiti della gran parte dei piloti che vi corrono. Anche Sebastian Vettel, fresco della bella vittoria ottenuta domenica a Singapore, la pensa allo stesso modo, come conferma a ferrari.com.

"Suzuka è uno dei tracciati preferiti dai piloti perché è veloce e scorrevole, con molte curve rapide specialmente nel primo settore con la ‘doppia esse’. E’ molto bello perché senti veramente di poter portare la macchina al limite e questo ti fa sentire molto vivo. È un circuito diverso se lo paragoniamo a tutti gli altri: ci sono molte curve veloci, ma anche parecchie lente. Non c’è, quindi, un vero e proprio andamento e come sempre è necessario trovare il giusto compromesso. L’attenzione viene comunque portata maggiormente sulle curve veloci, perché è soprattutto lì che il pilota si deve sentire a suo agio con la vettura per poter andare forte" ha detto il pilota tedesco.

Secondo Seb poi su questa pista il risultato non è troppo vincolato all'esito delle qualifiche: "Le qualifiche sono importanti in ogni pista e il Giappone non fa eccezione, ma qui si può sorpassare e infatti abbiamo visto che durante la gara è una situazione che si ripete spesso. Soprattutto all’ultima chicane, prima del lungo rettilineo, dove anche il DRS può dare un’ulteriore spinta. Normalmente la gara regala forti emozioni, spesso legate all’arrivo della pioggia".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento Gran Premio del Giappone
Circuito Suzuka
Piloti Sebastian Vettel
Team Ferrari
Articolo di tipo Ultime notizie