F1: Stroll entra in Aston Martin e la porta in Racing Point

Il titolare della Racing Point è a capo di una cordata di investitori che vuole rilevare la maggioranza dell'Aston Martin in crisi. Secondo l'anticipazione di Autocar, il marchio britannico entrerebbe in Racing Point, cambiando nome alla squadra entro il mondiale 2021 quando cambieranno macchine e regolamenti.

F1: Stroll entra in Aston Martin e la porta in Racing Point

Lawrence Stroll non si vuole limitare a gestire il team che ha comprato per far correre il figlio Lance. Il canadese è un abile manager che, di solito, riesce a rendere remunerative le operazioni che mette in piedi. Gli investimenti, quindi, non sono mai a fondo perduto, ma trovano un logico sbocco finanziario.

Finora l’acquisizione della Force India, trasformata da Lawrance in Racing Point, non ha dato affatto l’impressione di essere un investimento capace di produrre guadagni, visto che la struttura in piena fase di ristrutturazione sta chiedendo pesanti finanziamenti per dotarsi di una factory degna di un top team.

Ora, però, lo scenario sembra destinato a cambiare: secondo Autocar, infatti, papà Stroll, a capo di una cordata, starebbe trattando l’acquisizione di una quota di maggioranza dell’Aston Martin, sfruttando il momento di congiuntura che il marchio britannico sta attraversando con una perdita consolidata di 80 milioni di sterline solo nei primi sei mesi del 2019 e un crollo del titolo in borsa dalle 19 sterline del lancio, tant'è che molti progetti sono stati bloccati per la mancanza di liquidità.

Ma con l'uscita dell'anticipazione di Autocar c'è stata un'improvvisa impennata in borsa

La Racing Point, quindi, potrebbe diventare una parte dell’Aston Martin, cambiando nome e colorazione in tempo per la stagione 2021, quando la F1 introdurrà i nuovi regolamenti e le monoposto a effetto suolo. E quello che adesso è un team padronale si trasformerebbe in un Costruttore prestigioso.

Anche la fornitura delle power unit Mercedes non diventerebbe affatto un problema visto che la Aston Martin ha un rapporto di collaborazione con la AMG per la motorizzazione delle sue Gran Turismo.

Più complicato sarà eventualmente liberarsi dal contratto di sponsorizzazione con la Red Bull Racing, ma è evidente che un piccolo costruttore come quello inglese non sarebbe in grado di reggere l’impatto di ben due scuderie di F1.

Il rapporto con Milton Keynes, fra l’altro, ha portato alla nascita della Valkyrie, l’hypercar disegnata da Adrian Newey, che farà il suo debutto nel WEC nel campionato 2020-2021.

L’azione di Stroll sr. avrà degli impatti importanti negli equilibri della F1, ma i promotori del campionato non potrebbero che essere soddisfatti di aggregare un vero Costruttore che adesso appare solo come sponsor…

Lawrence Stroll, Owner, Racing Point
Lawrence Stroll, Owner, Racing Point
1/12

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Otmar Szafnauer, Team Principal, Racing Point Force India e Lawrence Stroll, proprietario del team Racing Point Force India F1
Otmar Szafnauer, Team Principal, Racing Point Force India e Lawrence Stroll, proprietario del team Racing Point Force India F1
2/12

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sergio Perez, Racing Point RP19
Sergio Perez, Racing Point RP19
3/12

Foto di: Jerry Andre / Motorsport Images

Sergio Perez, Racing Point RP19
Sergio Perez, Racing Point RP19
4/12

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Lance Stroll, Racing Point RP19
Lance Stroll, Racing Point RP19
5/12

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Il team Racing Point 2019
Il team Racing Point 2019
6/12

Foto di: Andrew Hone / Motorsport Images

#98 Aston Martin Racing Aston Martin Vantage: Paul Dalla Lana, Darren Turner, Ross Gunn
#98 Aston Martin Racing Aston Martin Vantage: Paul Dalla Lana, Darren Turner, Ross Gunn
7/12

Foto di: JEP / Motorsport Images

#95 Aston Martin Racing Aston Martin Vantage AMR: Marco Sorensen, Nicki Thiim
#95 Aston Martin Racing Aston Martin Vantage AMR: Marco Sorensen, Nicki Thiim
8/12

Foto di: JEP / Motorsport Images

Lance Stroll, Racing Point
Lance Stroll, Racing Point
9/12

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Lance Stroll, Racing Point, sulla griglia
Lance Stroll, Racing Point, sulla griglia
10/12

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Lance Stroll, Racing Point RP19
Lance Stroll, Racing Point RP19
11/12

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Lance Stroll, Racing Point RP19
Lance Stroll, Racing Point RP19
12/12

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Mercedes pagherà nel 2020 l'iscrizione più alta alla F1

Articolo precedente

Mercedes pagherà nel 2020 l'iscrizione più alta alla F1

Prossimo Articolo

Ecclestone mediatore nella trattativa fra F1 e Mercedes?

Ecclestone mediatore nella trattativa fra F1 e Mercedes?
Carica commenti
Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale? Prime

Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale?

Il pilota italiano in Turchia avrebbe potuto conquistare un punto con la C41, ma la squadra di Hinwil ha trovato da dire perché Antonio non ha rispettato un ordine di scuderia per far passare Raikkonen. Analizziamo cosa è successo a Istanbul e in quali condizioni è chiamato a scendere in pista il pugliese…

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1 Prime

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1

Dopo che Lewis Hamilton ha risposto agli articoli che lo etichettavano come "furioso" con la Mercedes per i suoi accesi team radio durante il Gran Premio di Russia, ha fornito un'istantanea di come la Formula 1 trasmettendo solo dei frammenti possa illuminare ma anche far travisare la situazione reale.

Formula 1
16 ott 2021
Pochi team in F1, ed i talenti si perdono Prime

Pochi team in F1, ed i talenti si perdono

In Formula 1, al giorno d'oggi, sono presenti venti possibili sedili ai quali ambiscono alcuni tra i migliori piloti del mondo. Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un proliferare di giovani talenti, come Oscar Piastri, il cui futuro nella categoria è però a rischio per varie ragioni. Eccone alcune...

Formula 1
16 ott 2021
Come si allena e cosa mangia un pilota di F1 Prime

Come si allena e cosa mangia un pilota di F1

Cosa serve per diventare un pilota di Formula 1? Talento a parte, al giorno d'oggi è richiesto essere dei superatleti per resistere alle forze che si sprigionano alla guida di queste monoposto. Dieta ferrea, allenamenti rigorosi... sicuri di voler tentare questa strada?

Formula 1
15 ott 2021
Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo Prime

Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo

Dalla Champ Car alla Formula 1, dalla Nascar alla IndyCar. Juan Pablo Montoya è stato un pilota davvero versatile ed in questa intervista esclusiva racconta i 10 momenti più importanti della sua carriera.

Formula 1
13 ott 2021
Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva” Prime

Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva”

In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli analizzano l'aria che si respira in casa Mercedes dopo quanto visto in occasione del GP di Turchia, dove è sembrato mancasse una vera e propria guida in occasione delle fasi calde della corsa

Formula 1
13 ott 2021
Alonso, quando il karma colpisce in Turchia Prime

Alonso, quando il karma colpisce in Turchia

Fernando Alonso è il protagonista di questa puntata de "Il Primo degli Ultimi" dedicata al GP di Turchia di Formula 1. A pesare, sullo spagnolo, è il risultato al termine della corsa, figlio di uno sciagurato primo giro dove è sia vittima che carnefice. Oltre, ovviamente, ad una dose di karma dopo le sue dichiarazioni del giovedì

Formula 1
12 ott 2021
F1: come l'arte dei pit stop si è evoluta nel tempo Prime

F1: come l'arte dei pit stop si è evoluta nel tempo

Dagli anni '80 in poi i pit stop hanno rappresentato un elemento chiave nelle strategie di gara. Pat Symonds racconta come si è evoluta la tecnologia che ha spinto di recente la FIA ad intervenire per porre un freno.

Formula 1
12 ott 2021