Strategie GP Qatar: la hard condiziona le scelte nei due stop

La mancanza di dati su un tracciato dove la F1 debutta quest'anno lascia aperte diverse possibilità nella gestione dei pit stop in gara. Le simulazioni della Pirelli indicano due soste, ma non è chiaro se la hard potrà essere una gomma per la gara. Chi parte con le medie passerà alle bianche e poi ancora alle medie, mentre chi scatterà con le soft potrà concludere con due treni di medie.

Strategie GP Qatar: la hard condiziona le scelte nei due stop

È una vigilia di gara con meno certezze del solito per squadre e piloti. La mancanza di dati storici sul circuito di Losail aumenta le variabili in vista dei 57 giri in programma, che secondo le simulazioni Pirelli saranno coperti con due soste.

La strategia indicata come più veloce dovrebbe favorire i piloti che prenderanno il via con gomme medie (nella top-10 sono Hamilton, Verstappen, Bottas e Sainz) che potranno programmare il primo pit-stop tra il giro 20 e 23. Un vantaggio non indifferente nei confronti di chi scatterà con le soft, poiché dovranno rientrare ai box tra il giro 13 e 16 con maggiori rischi di tornare in pista in condizioni di traffico.

Anche per i successivi due stint non c’è una strategia che prevale in modo netto. I dati Pirelli consigliano una seconda parte di gara su gomma hard (fino alla finestra 37-42 giro) con il passaggio finale ad un secondo set di medie.

Per chi invece scatterà al via con le soft, c’è la possibilità di utilizzare due set di medie nei successivi stint, una strategia che potrebbe giocare a favore se le hard (provate poco nei long-run di venerdì) dovessero confermarsi di difficile gestione. Un aspetto, quest’ultimo, da non sottovalutare, visto che in Qatar la hard è il compound C1 ovvero il più duro dell’intera gamma Pirelli.

La disponibilità di pneumatici vede i piloti di vertice per lo più allineati, con a disposizione un set di hard e medie nuove. Valtteri Bottas e Carlos Sainz non hanno medie nuove a disposizione, ma il finlandese può contare in caso di necessità su un set di soft risparmiato ieri in qualifica. Ampia disponibilità invece sia per Leclerc che Perez, che non avendo passato il taglio della Q2 nelle qualifiche di ieri, dispongono di set nuovi per tutte le mescole.

condivisioni
commenti
F1 | Red Bull: quattro modifiche per far funzionare il DRS
Articolo precedente

F1 | Red Bull: quattro modifiche per far funzionare il DRS

Prossimo Articolo

F1 | 5 posizioni di penalità per Verstappen, Sainz salvo

F1 | 5 posizioni di penalità per Verstappen, Sainz salvo
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “I piloti a Jeddah non avevano alcuna paura” Prime

Video | Ceccarelli: “I piloti a Jeddah non avevano alcuna paura”

Insieme a Franco Nugnes ed al dottor Riccardo Ceccarelli andiamo ad analizzare quanto successo in occasione dell'ultimo GP di Formula 1 a Jeddah, dove i piloti si sono dimostrati più forti della paura

Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi Prime

Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi

Michael Masi è ancora una volta protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il Direttore Gara della F1 ha mostrato tutti i propri evidenti limiti nela conduzione di un infuocato GP dell'Arabia Saudita, con Hamilton e Verstappen che certamente non gli hanno reso la vita facile, ma che hanno cotribuito a mettere in mostra tutte le problematiche di un arbitro che pare sempre più inadeguato al ruolo che ricopre

Formula 1
7 dic 2021
Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato" Prime

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato"

Nella domenica saudita a far discutere, ancora una volta, è Michael Masi. Un atteggiamento discutibile e che mette in evidenza la difficoltà nel gestire il dentro e il fuori la pista di un mondiale che si deciderà ad Abu Dhabi. Ecco l'analisi di Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi, in questo nuovo video di Motorsport.com.

Formula 1
6 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max"

Max Verstappen e Lewis Hamilton hanno offerto uno spettacolo al limite della sportività. L'inglese, tuttavia, è stato più accorto e scaltro dell'olandese, che in un'altra epoca della F1 avrebbe rischiato grosso una volta raggiunto il parco chiuso

Formula 1
6 dic 2021
Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione Prime

Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione

OPINIONE: La pressione è tutta su Red Bull e Mercedes mentre la stagione 2021 di Formula 1 si prepara alla sua doppietta finale. Il consulente tecnico di Motorsport.com ed ex ingegnere McLaren F1 Tim Wright spiega come le rispettive squadre affronteranno quello che sarà un fattore cruciale nell'esito del campionato piloti e costruttori.

Formula 1
5 dic 2021
F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori Prime

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori

Vincere il titolo Costruttori comporta un vantaggio da un punto di vista economico, ma con le nuove regole introdotte dalla F1 i team meglio piazzati devono scontare limitazioni in galleria del vento e al CFD.

Formula 1
5 dic 2021
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Formula 1
4 dic 2021