F1 | Steiner: "Molti sponsor sono interessati alla Haas"

Dopo l'addio di Uralkali la Haas è alla ricerca di nuovi sponsor che possono coprire il buco finanziario lasciato dall'azienda russa. Gunther Steiner ha ammesso come il team abbia attirato l'attenzione di nuovi sponsor.

F1 | Steiner: "Molti sponsor sono interessati alla Haas"
Carica lettore audio

L’invasione Russa in Ucraina iniziata lo scorso 24 febbraio ha avuto ripercussioni anche per il team Haas. La scuderia statunitense ha interrotto il rapporto di sponsorizzazione con Uralkali, facendo venire meno anche i colori che ricordavano quelli della bandiera russa, e messo fine al contratto con Nikita Mazepin.

Uralkali era diventato title sponsor della Haas lo scorso anno, proprio quando Nikita era diventato pilota titolare al fianco dell’altro rookie Mick Schumacher, e l’ingresso della compagnia russa aveva risollevato le finanze della squadra.

Leggi anche:

I responsabili della scuderia hanno affermato di poter proseguire ugualmente la stagione anche senza la dote portata dall’azienda di Dmitry Mazepin. Gunther Steiner ha ammesso come l’uscita di Uralkali abbia lasciato un grande buco finanziario, ma ha sottolineato come la squadra abbia già attirato l’attenzione di potenziali nuovi sponsor.

“Al momento devo dire che c’è un buon interesse. Non posso promettere nulla al riguardo, anche perché siamo stati costretti a muoverci in ritardo con le sponsorizzazioni, ma credo che ci saranno sviluppi”.

Kevin Magnussen, Haas VF-22

Kevin Magnussen, Haas VF-22

Photo by: Motorsport Images

“Sono fiducioso e voglio mostrare alle nostre persone ed a chi ci guarda dall’esterno che possiamo tornare nelle posizioni che ci competono”.

Con l’addio di Uralkali sulla Haas VF-22 è tornato in primo piano il logo della Haas Automation, associato ad una nuova livrea bianco-rossa, insieme agli sponsor tedeschi 1&1 e IONOS.

La Haas è una scuderia americana e proprio negli Stati Uniti la Formula 1 sta godendo attualmente di un grande momento di popolarità. Quest’anno verrà disputata una seconda gara negli USA, a Miami, e c’è fermento per organizzare il GP di Las Vegas dal 2023.

Nonostante queste considerazioni, Gunther Steiner rimane scettico sul fatto che degli sponsor americani possano investire sul progetto Haas F1.

“Al momento è difficile ottenere grandi sponsorizzazioni americane, ma questa problematica non vale solo per la Formula 1. Se guardiamo anche alle altre competizioni motoristiche ci sono molti sponsor ma non uno davvero importante”.

“Nella NASCAR, ai vecchi tempi, una vettura adottava una livrea completa per l’intera stagione mentre adesso non sono molte le auto che possono permetterselo perché per un accordo del genere servono grandi risorse economiche”.

condivisioni
commenti

F1 | Mercedes W13: gli specchietti confermati legali

F1 | McLaren annuncia una partnership pluriennale con Google