Sprint Qualifying: per usura si può sostituire la frizione

Alpine, Aston Martin e McLaren avevano protestato con la FIA che non voleva concedere la revisione della frizione nei weekend con la garetta del sabato che modifica sensibilmnete il format, imponendo il parcho chiuso prima delle qualifiche del venerdì. La Federazione Internazionale ha concesso una deroga al regolamento per quest'anno, ma nel 2022 i team dovranno adeguarsi.

Sprint Qualifying: per usura si può sostituire la frizione

L’arrivo della Sprint Qualifying nel weekend di Silverstone comporterà un cambiamento non indifferente nei piani di lavoro delle squadre. Uno degli aspetti che impatterà di più sarà il regime di parco chiuso che entrerà in vigore già venerdì, prima della sessione di qualifica che scatterà nel tardo pomeriggio.

Da quel momento le monoposto non potranno più essere toccate dalle squadre ad eccezione di alcune componenti di consumo, ovvero dischi dei freni, pastiglie, filtri e ovviamente, eventuali parte danneggiate (esattamente come accade oggi al termine delle qualifiche di sabato) che possono essere sostituite.

La differenza sostanziale con il nuovo format è che il parco chiuso anticipato comporterà l’obbligo di disputare in regime di parco chiuso sia la Qualifying Race che la sessione di prove libere di sabato mattina, ovvero circa 250 chilometri in più del solito.

Una percorrenza che ha messo in allarme McLaren, Aston Martin e Alpine, il cui sistema di frizione viene solitamente revisionato dopo 350 chilometri, ovvero l’usuale percorrenza di qualifiche e gara.

I tre team hanno fatto presente alla FIA che il sistema è stato studiato tenendo presente il regolamento sportivo varato prima dell’inizio di stagione, quindi con percorrenze in linea con il format tradizionale, modificato successivamente con l’inserimento in tre gare della Sprint Qualifying senza garantire alle squadre un preavviso sufficiente a poter modificare un sistema complesso come quello della frizione.

Inizialmente i tecnici FIA avevano liquidato la faccenda invitando le tre squadre ad effettuare meno prove di partenza, ma davanti alla protesta dei team, che hanno sottolineato come si tratti di usura non collegata alla prova di start, si è arrivati ad un compromesso.

Le squadre che temono di accusare problemi di affidabilità alla propria frizione dovranno consegnare alla FIA una componente originale alla vigilia del weekend, consentendo ai tecnici della Federazione Internazionale di poter verificare lo stato d’usura della medesima frizione montata sulle monoposto dopo la sessione FP2 o dopo la Sprint Qualifying.

Se sarà constatato un’usura tale da mettere a rischio l’affidabilità del componente, la squadra potrà procedere alla sua sostituzione, come accade per le parti delle monoposto che sono vittima di incidenti o un’uscita di pista durante le qualifiche.

La FIA ha concesso questa possibilità solo per i restanti weekend del calendario 2021, invitando i team a prevedere in vista del prossimo anno una frizione in grado di coprire l’intera percorrenza di un weekend, Sprint Qualifying inclusa.

condivisioni
commenti
Ferrari: Leclerc riprova il fondo pensato per Silverstone
Articolo precedente

Ferrari: Leclerc riprova il fondo pensato per Silverstone

Prossimo Articolo

Piola: “La W12 avrà novità decise prima dello stop allo sviluppo”

Piola: “La W12 avrà novità decise prima dello stop allo sviluppo”
Carica commenti
Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Formula 1
2 dic 2021
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021
Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Formula 1
1 dic 2021
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021
La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Formula 1
29 nov 2021
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021