F1, Spa, Libere 1: Verstappen vicino alle Mercedes

Bottas festeggia il 31esimo compleanno con la migliore prestazione nella prima sessione di prove libere del GP del Belgio. Valtteri ha preceduto di 69 millesimi Hamilton, con Verstappen a 81 millesimi con l'ottima Red Bull. Non sono lontane le due Racing Point di Perez e Stroll, mentre sprofondano le Ferrari 14esima con Leclerc e 15esima con Vettel e 1"2 dalla vetta. Fra i team clienti del Cavallino c'è una moria di motori Ferrari...

F1, Spa, Libere 1: Verstappen vicino alle Mercedes

Le Mercedes sono davanti, ma Max Verstappen con la Red Bull le incalza molto da vicino. Nella prima sessione di prove libere del GP del Belgio a Spa-Francorchamps il più veloce è stato Valtteri Bottas con un tempo di 1'44"493 ottenuto con gomme a mescola Soft. Il finlandese, che festaggia il suo 31esimo compleanno, ha migliorato la prestazione dell'anno scorso di appena 81 millesimi. La W11 ha portato un nuovo pacchetto aerodinamico (alette ai lati del telaio, ala posteriore, pancia e fondo) che richiede ancora un lavoro di messa a punto.

Lewis Hamilton si è portato a 69 millesimi dal compagno di squadra: il leader del mondiale si è prodotto in un paio di lunghi in frenata segno che non è ancora a posto in staccata con l'assetto a basso carico aerodinamico (Lewis ha scelto una configurazione leggermente più scarica del compagno che nel long run ha anche accusato una fortatura lenta).

La notizia più interessante è la terza piazza di Max Verstappen con la Red Bull: l'olandese è a 81 millesimi dalle frecce nere, rivelando una grande competitività nella parte centrale del tracciato delle Ardenne. A Spa è piuttosto fresco (solo 16 gradi di aria e 21 di asfalto) e non è stato facile mandare in temperatura le coperture.

Dietro alla RB16 ci sono le due Racing Point con Sergio Perez distanziato solo di un decimo dalle Mercedes, con Lance Stroll quarto più staccato ma a soli tre decimi. Le Mercedes rosa sono parse molto a loro agio, ma storicamente le vetture di questo team sono sempre andate fortissimo in Belgio.

Alexander Albon, sesto, paga mezzo secondo da Verstappen, ma l'anglo-thailandese è stato usato come cavia per prove aerodinamiche a inizio sessione e poi ha girato con un'ala posteriore molto più carica (pensata per il bagnato possibile di domenica?).

Le due Renault hanno chiuso a sandwich la McLaren di Carlos Sainz che è ottavo, mentre Lando Norris ha chiuso la top ten. Questa volta è Esteban Ocon ad aver avuto la meglio fra le R.S.20, mentre Daniel Ricciardo si è fermato al nono posto.

Le due AlphaTauri sono 11esima con Daniil Kvyat davanti a Pierre Gasly: i due sono separati da un niente. Si è difeso Kimi Raikkonen che dispone di un nuovo estrattore posteriore: il finlandese è 13esimo con l'Alfa Romeo. Iceman è il pilota migliore con un motore Ferrari, visto che Charles Leclerc è solo 14esimo con la deludente SF1000 che paga 1"2 dalle Mercedes, ma, soprattutto, risulta un secondo più lenta rispetto alla SF90 dello scorso anno a parità di regolamento.

La squadra del Cavallino ha fatto prove di carico aerodinamico per decidere in quale direzione andare, ma la sensazione è che a Maranello si sia persi per la strada, non avendo imboccato una linea di sviluppo che permette alla Rossa di crescere. Eppure il monegasco si è distinto lasciando Sebastian Vettel a quattro decimi, segno che il suo ha provato a farlo. Ma è desolante vedere dove è finito il pilota che l'anno scorso in Belgio aveva dominato conquistando la sua prima vittoria in F1.

Sebastian è insidiato dalle Williams di Nicholas Latifi che ha preceduto George Russell.

Non hanno tempi le due Haas e l'Alfa Romeo di Antonio Giovinazzi che sono rimaste ferme nei box per i problemi emersi sulle power unit Ferrari. Sulle VF-20 si è cambiato il motore: Grosjean aveva denunciato una pardita di potenza nel giro di installazione, mentre sulla C39 di Antonio Giovinazzi si è registrata una perdita dalla power unit. Che disastro...

condivisioni
commenti
Willy Weber, ex manager di Schumacher, è stato colpito da ictus
Articolo precedente

Willy Weber, ex manager di Schumacher, è stato colpito da ictus

Prossimo Articolo

F1: GP del Bahrain 2 con layout a basso carico aerodinamico!

F1: GP del Bahrain 2 con layout a basso carico aerodinamico!
Carica commenti
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021
La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Formula 1
29 nov 2021
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021
La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1 Prime

La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1

Una forza mentale incredibile. Questo è quello che appare ascoltando il racconto di Robert Kubica a Ben Anderson sulle sfide che ha dovuto affrontare per tornare al volante di una monoposto di F1.

Formula 1
28 nov 2021
Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1 Prime

Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1

Si fa presto a criticare una strategia stando comodamente sul proprio divano, lontano dallo stress di un muretto box in gara. Ecco come nascono e come vengono studiate le strategie di Formula 1, con parametri incredibili che non lasciano davvero nulla al caso

Formula 1
28 nov 2021
Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse!

In questo nuovo video di Motorsport.com, andiamo ad analizzare le occasioni perse di Max Verstappen nel combattutissimo duello contro Lewis Hamilton nel mondiale 2021. Forse, senza di quelle, avremmo già un campione del mondo?

Formula 1
27 nov 2021