Grande assolo di Lewis Hamilton a Sochi

Lewis sfrutta al meglio il ritiro di Rosberg ed è a un passo dal titolo. Secondo posto per la Ferrari con Vettel

Il Gran Premio di Russia, corso poco fa sul tracciato di Sochi, ha ribadito la supremazia della Mercedes che, grazie a Lewis Hamilton, ha centrato l'ennesima vittoria della stagione, la quarantaduesima della carriera del britannico che ora ha gli stessi successi di Sebastian Vettel. La vittoria dell'ex pilota McLaren non è mai stata in discussione, perché l'unico pilota in grado di contrastarlo - ovvero Nico Rosberg - si è dovuto ritirare all'ottavo giro a causa di un guasto all'acceleratore. 

Hamilton ha mostrato ancora una volta il potenziale incredibile delle W06 Hybrid, compiendo una gara in solitaria sino al traguardo. Nico Rosberg ha invece mostrato le debolezze di una vettura fantastica e, per l'ennesima volta, ha dovuto sventolare bandiera bianca troppo presto, soprattutto in una gara in cui ha mostrato di essere il pilota più veloce dell'intero fine settimana. 

Il fine settimana della Ferrari si è chiuso con l'ennesimo podio della stagione firmato da Sebastian Vettel. Il tedesco non è scattato molto bene dalla quarta casella dello schieramento, venendo sopravanzato da Kimi Raikkonen. Vettel ha poi restituito il sorpasso a Raikkonen al diciassettesimo passaggio dopo il rientro in pit lane della seconda Safety Car, mettendo nel mirino la seconda posizione di Valtteri Bottas. I due sono rimasti in lotta per qualche giro, poi Bottas è rientrato per il pit stop. Cinque giri dopo è rientrato anche Vettel, ma è riuscito a tornare in pista davanti al finlandese grazie anche a un pit stop fantastico dei meccanici Ferrari (2"2 il tempo del cambio gomme). Vettel si è poi dovuto mettere all'inseguimento di Sergio Perez che aveva già fatto l'unico pit stop della sua gara e lo ha passato pochi giri più tardi, chiudendo secondo e prendendosi anche la seconda posizione nel campionato mondiale Piloti su Nico Rosberg.

Grande gara invece per Sergio Perez con l'unica Force India superstite (Nico Hulkenberg fuori dopo poche curve dal via per un contatto con la Sauber di Ericsson), che ha effettuato molto presto la sua unica sosta e ha resistito sino agli ultimi giri. A due giri dal termine è stato sorpassato sia da Valtteri Bottas che da Kimi Raikkonen, scivolando in quinta posizione. Un contatto all'ultimo giro tra i due finlandesi ha restituito la terza posizione all'incredulo messicano, che ha così portato a casa un altro risultato molto positivo per la Force India. 

Quarto posto per Felipe Massa, che con una buona rimonta ha lenito la delusione in casa Williams per il podio sfumato a causa del contatto tra Bottas e Raikkonen a poche curve dalla fine della corsa. Kimi Raikkonen, dopo il contatto con il connazionale, è riuscito a ripartire e a chiudere la corsa con la vettura visibilmente sbilanciata, probabilmente con una sospensione danneggiata dall'urto. Per il finnico potrebbero esserci provvedimenti per il tentativo di sorpasso dell'ultimo giro. 

Sesto posto per il pilota di casa, Daniil Kvyat, che però non è mai stato all'altezza delle prestazioni del compagno di squadra Daniel Ricciardo. Proprio l'australiano è stato autore di una gara rimarchevole, ma si è dovuto ritirare al quarantanovesimo giro a causa di un guasto sulla sua RB11 quando si trovava in sesta posizione. 

Da sottolineare la gara silenziosa ma consistente di un ottimo Felipe Nasr. Il brasiliano ha riprotato a punti la Sauber precedendo l'unica Lotus-Mercedes arrivata al traguardo, quella di Pastor Maldonado. Romain Grosjean è stato autore di un bruttissimo incidente al giro 13, in cui ha completamente distrutto la sua E23. Fortunatamente il francese è uscito dall'abitacolo - che ha retto all'urto - con le sue gambe. 

Magra consolazione invece per la McLaren-Honda, con Jenson Button e Fernando Alonso che hann entrambi chiuso a punti. in questa occasione il britannico è apparso molto più competitivo rispetto ad Alonso e il nono posto conquistato ne è prova tangibile.

Max Verstappen ha chiuso la corsa in undicesima posizione, appena fuori dalla zona punti, ma la Toro Rosso può festeggiare l'ottimo ritorno di Carlos Sainz jr. Il pilota madrileno, autore di un terribile incidente nella giornata di ieri, ha voluto correre e oggi è stato autore di una gara magistrale. Solo un probabile guasto all'impianto frenante della sua vettura ha posto fine alla sua rimonta dal fondo dello schieramento. Carlos si è ritirato al quarantasettesimo giro, mentre occupava la settima posizione assoluta.

Il team Mercedes ha invece sfiorato il titolo mondiale Costruttori, non arrivato a Sochi a causa della quinta piazza di Kimi Raikkonen, che mantiene in gioco la Ferrari. Il titolo, però, è ormai nelle mani del team di Brackley che dovrebbe trionfare definitivamente nel prossimo appuntamento della stagione.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento Gran Premio di Russia
Circuito Sochi Autodrom
Piloti Lewis Hamilton , Sebastian Vettel
Articolo di tipo Gara