Alonso: "Resto alla McLaren nel 2016 e nel 2017"

Fernando è tornato anche sul team radio tanto criticato a Suzuka: "Quei messaggi dovrebbero rimanere privati"

Fernando Alonso era senza ombra di dubbio il personaggio più atteso nella conferenza stampa di oggi a Sochi. Dopo l'ormai famigerato team radio di Suzuka, nel quale si lamentava di avere un motore "da GP2", le voci su una sua possibile uscita dalla McLaren a fine stagione si erano moltiplicate.

Il pilota spagnolo però oggi ha ribadito di essere convinto di proseguire il suo rapporto con la squadra di Woking e con la Honda per i prossimi due anni, spiegando che quel commento gli è uscito d'istinto in un momento particolarmente frustrante: "Quando l'ho detto ero solo frustrato per la scarsa competitività. Comunque resto alla McLaren nel 2016 e anche nel 2017".

Poi Fernando ha ribadito un concetto che aveva già espresso su Twitter: "Credo che tutto dovrebbe rimanere privato, in pubblico ho sempre cercato di essere positivo. Quando sei in gara la frustrazione è una cosa normale. Questo sport è unico, va tutto in diretta tv e abbiamo un microfono nel casco: immaginate cosa accadrebbe in NBA o nel calcio. Perdevo posizioni facilmente e mi sono sfogato: lo faccio in tutte le gare, lo fa anche Button".

Quando poi gli è stato fatto notare che probabilmente aveva scelto la gara peggiore per lanciare un messaggio di quel tipo, essendo quella di casa della Honda, ha aggiunto: "Non mi interessa, la cosa più importante è la voglia di lavorare della Honda. Siamo già concentrati sul 2016".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento Gran Premio di Russia
Circuito Sochi Autodrom
Piloti Fernando Alonso
Articolo di tipo Ultime notizie