F1 | Singapore, Libere 2: spuntano due Ferrari davanti a tutti

Sainz davanti a Leclerc: due Ferrari davanti a tutti nella seconda sessione di prove libere del GP di Singapore che si è disputata in notturna. Lo spagnolo è riuscito a tenere a tre decimi la Mercedes di Russell terza davanti alla Red Bull di Verstappen di appena 15 millesimi. L'olandese ha effettuato solo sette giri per alcune regolazioni set up. Hamilton con la seconda W13 è quinto e precede Ocon (Alpine) e Bottas (Alfa Romeo).

F1 | Singapore, Libere 2: spuntano due Ferrari davanti a tutti
Carica lettore audio

La Ferrari si candida per essere protagonista nel GP di Singapore. Carlos Sainz è stato il più veloce nella seconda sessione disputata in notturna a Marina Bay: lo spagnolo con le gomme soft è arrivato a 1'42"587 e ha lasciato il compagno di squadra a 208 millesimi. Il monegasco, invero, aveva stupito con le gomme medie, arrivando ad appena 295 millesimi dal momentaneo crono del madrileno e poi si è cimentato in un giro secco con un'anteriore troppo carico e, quando avrebbe voluto tentare un secondo run con un'ala più scarica, ha preso la bandiera.

Charles ha atteso ad entrare in pista perché i meccanici hanno dovuto completare una modifica di setup, alzando la rossa per evitare le spanciate dello splitter sui dossi. La rossa è parsa in buona forma anche se l'atteso fondo nuovo non si è visto. E' parso positivo anche il passo garaal quale si è dedicato Sainz con un treno di medie.

La Scuderia ha trovato a Singapore un terreno ideale per le caratteristiche della F1-75 sfruttando le doti di trazione. Dietro alle rosse è spuntato un George Russell in gran forma: l'inglese con 1'42"911 è terzo con un distacco di soli tre decimi a testimonianza che le W13 possono essere competitive sui 5 km del tracciato cittadino di Marina Bay.

Lewis Hamilton, dopo il miglior tempo firmato nel primo turno, si è accomodato in quinta posizione sommando un distacco quasi doppio di quello del più giovane compagno di squadra. Fra le due frecce d'argento c'è Max Verstappen: il campione del mondo ha fatto solo un tentativo con le gomme rosse senza trovare un giro pulito. Max ha effettuato solo 8 giri (è il pilota che ha fatto meno strada) perché i tecnici di Milton Keynes hanno lavorato molto sulle regolazioni della sospensione anteriore, sostituendo parti come il terzo elemento che non sono usuali nel corso di un turno.

Un fatto è certo: Verstappen nel pomeriggio non ha fatto una durata, confermando che in Red Bull stanno lavorando per preparare la qualifica, nella consapevolezza di quanto sia importante partire davanti su una pista dove sorpassare è molto difficile.

Modifiche di setup anche per Sergio Perez che è tutt'altro che a suo agio sulla RB18: il messicano ha chiuso nono con un dustacco di un secondo dal capitano. Decisamente troppo: la Red Bull non ha ancora trovato la quadra, ma attenzione a darla per battuta dopo le prove libere del venerdì.

Esteban Ocon si conferma il primo degli altri al sesto posto con l'Alpine che risponde bene con le ultime modifiche al fondo. Il francese è seguito a meno di un decimo da Fernando Alonso, ottavo anche dopo una strisciata sul muro, mentre in mezzo alle due A522 si è infilato Valtteri Bottas con l'Alfa Romeo. Il finlandese sembra aver ritrovato il filo dello sviluppo della C42, mentre Guanyu Zhou si è accontentato del 15esimo posto.

La top 10 è completata da Lance Stroll con l'Aston Martin: il camadese non sembra aver risentito della strisciata sul muro del primo turno, lasciando Sebastian Vettel in 12sima piazza. Nel panino delle AMR22 si infilato Lando Norris con la McLaren MCL36 evoluta nelle pance e nel fondo. La sensazione è che nel team di Woking si aspettassero qualcosa di più da un pacchetto di novità consistente. Delude Daniel Ricciardo 18esimo con la vettura papaya standard.

Kevin Magnussen è 13esimo e fa la sua parte con la Haas, mentre Mick Schumacher precede solo Nicholas Latifi, ultimo con la Williams: sono i due piloti che sembrano destinati a lasciare la F1 a fine anno. Nicholas l'ha già annunciato, Mick se ne sta rendendo conto...

Pierre Gasly è 14esimo con l'AlphaTauri modificata nell'anteriore: il transalpino ha patito un principio d'incendio mentre la AT03 veniva messa nel box. Le fiamme sono state spente repentinamente e Pierre è potuto tornare in pista dopo le riparazioni del caso. Non ha brillato Yuki Tsunoda, 17esimo: il giapponese ha avuto anche lui un problema di alimentazione.

Alex Albon con la migliore Williams è 16esimo: buona la sua ripresa dopo l'appendicite che lo aveva costretto a saltare il GP d'Italia.

Cla Pilota Telaio Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 Spain Carlos Sainz Jr. Ferrari 23 1'42.587     177.671
2 Monaco Charles Leclerc Ferrari 14 1'42.795 0.208 0.208 177.312
3 United Kingdom George Russell Mercedes 26 1'42.911 0.324 0.116 177.112
4 Netherlands Max Verstappen Red Bull 8 1'42.926 0.339 0.015 177.086
5 United Kingdom Lewis Hamilton Mercedes 22 1'43.182 0.595 0.256 176.647
6 France Esteban Ocon Alpine 23 1'43.412 0.825 0.230 176.254
7 Finland Valtteri Bottas Alfa Romeo 26 1'43.431 0.844 0.019 176.221
8 Spain Fernando Alonso Alpine 23 1'43.520 0.933 0.089 176.070
9 Mexico Sergio Perez Red Bull 13 1'43.906 1.319 0.386 175.416
10 Canada Lance Stroll Aston Martin 21 1'43.982 1.395 0.076 175.288
11 United Kingdom Lando Norris McLaren 16 1'44.013 1.426 0.031 175.235
12 Germany Sebastian Vettel Aston Martin 24 1'44.249 1.662 0.236 174.839
13 Denmark Kevin Magnussen Haas 22 1'44.422 1.835 0.173 174.549
14 France Pierre Gasly AlphaTauri 22 1'44.469 1.882 0.047 174.470
15 China Guan Yu Zhou Alfa Romeo 25 1'44.524 1.937 0.055 174.379
16 Thailand Alexander Albon Williams 25 1'45.144 2.557 0.620 173.350
17 Japan Yuki Tsunoda AlphaTauri 11 1'45.211 2.624 0.067 173.240
18 Australia Daniel Ricciardo McLaren 18 1'45.447 2.860 0.236 172.852
19 Germany Mick Schumacher Haas 23 1'45.623 3.036 0.176 172.564
20 Canada Nicholas Latifi Williams 25 1'46.553 3.966 0.930 171.058

 

condivisioni
commenti
F1 | Budget cap: Wolff vuole una posizione decisa della FIA
Articolo precedente

F1 | Budget cap: Wolff vuole una posizione decisa della FIA

Prossimo Articolo

F1 | Verstappen: "C'è molto margine di miglioramento"

F1 | Verstappen: "C'è molto margine di miglioramento"