Simulatore Ferrari: il sistema DMG è rivoluzionario

La Dynisma ha realizzato un impianto in esclusiva per la Scuderia che sposta molto più in avanti lo stato dell’arte in materia di simulazione, introducendo un nuovo concetto che non ha più niente a che fare con il ragno della Moog. Tutt’al più può essere definito un… ragnetto ma molto più potente e reattivo.

Simulatore Ferrari: il sistema DMG è rivoluzionario

Ora c’è il ragno, da settembre ci sarà il… ragnetto. Si passerà dalla mega struttura Moog a quella che in esclusiva la Dynisma ha realizzato per la Ferrari. La squadra del Cavallino ha stretto un accordo di collaborazione con la società inglese di Ash Warne, un ex tecnico della Scuderia che ha deciso di mettersi in proprio per sviluppare un nuovo concetto di simulatore di guida adatto alla Formula 1.

Ecco il vecchio simulatore Ferrari soprannominato il

Ecco il vecchio simulatore Ferrari soprannominato il "ragno"

Photo by: Ferrari

Il ragno ha fatto il suo tempo, perché la cellula che si muove nello spazio grazie a degli attuatori idraulici ha ormai tempi di reazione superati. L’evoluzione indoor di una F1 sta diventando sempre più strategica, visto che l’attività in pista è estremamente limitata dai regolamenti e dai vincoli che derivano dal budget cap.

La Ferrari, per non farsi trovare impreparata alla sfida del 2022, quando debutterà la monoposto ad effetto suolo con le gomme da 18 pollici che dovrebbe riportare il Cavallino a lottare per il titolo iridato, ha deciso di fare un importante salto in avanti: lo staff di Mattia Binotto non si è voluto limitare a copiare lo stato dell’arte che hanno raggiunto gli avversari.

Mercedes e Red Bull dispongono di sistemi a slitta che si muovono su due binari. L’abitacolo della monoposto non è una sorta di navicella spaziale che resta sospesa nell’aria grazie all’azione dei tripodi, perché è ad altezza terra e bascula su una struttura che va avanti e indietro a seconda che la monoposto sia in accelerazione o frenata.

Il simulatore della Dynisma

Il simulatore della Dynisma

Photo by: Ferrari

Dynisma avrebbe studiato un qualcosa di totalmente diverso, meno complicato del ragno, ma molto più sofisticato della slitta per ottenere dei risultati che dovrebbero proiettare la Scuderia all’avanguardia in un campo, nel quale, invece, ha sempre subito la superiorità degli inglesi.

Il simulatore DMG offre la massima larghezza di banda con una latenza minima integrando il software all’hardware, rimuovendo ogni possibile ostacolo tra il pilota e l’acquisizione dei dati.

L'elevata larghezza di banda facilita un’azione che non è possibile sulle piattaforme di movimento convenzionali. La sessione di guida contiene informazioni a frequenze di gran lunga superiori a 30 Hz, per cui emergono anche il rumore dell’asfalto della pista, piuttosto che le vibrazioni del motore, regalando sensazioni sulla dinamica del veicolo ad alta fedeltà.

Il simulatore DGM della Dynisma

Il simulatore DGM della Dynisma

Photo by: Ferrari

Il simulatore DMG (Dynisma Motion Generator), che ha una latenza di appena 3-4 ms, è costituito da due piattaforme triangolari: la prima è solidamente fissata al pavimento, mentre la seconda si muove su tre assi e può fornire un feedback tempestivo sulla dinamica del veicolo.

Il pilota, invece, si trova all’interno di una scocca in carbonio sospesa su tre piccoli attuatori per parte ed è in grado di reagire molto realisticamente a reazioni come il sovrasterzo. Non solo ma gli stimoli visivi come le sollecitazioni che derivano dal passare sui cordoli arrivano più velocemente di quanto anche i proiettori a 240 Hz siano in grado di aggiornare.

Il tester del simulatore Ferrari sarà inserito in un visione sensoriale a 360 gradi

Il tester del simulatore Ferrari sarà inserito in un visione sensoriale a 360 gradi

Photo by: Ferrari

La percezione sensoriale è incredibile perché i comandi di movimento arrivano direttamente al sistema vestibolare del pilota per assicurare a chi è nell’abitacolo sensazioni che avvicinano ancora di più a quelle che si percepiscono in pista.

Riducendo al minimo l'attrito, il gioco e l'inerzia degli attuatori è stato praticamente eliminato il ritardo nella ricezione del feedback da parte del pilota che ad alcuni tester può provocare la sensazione di vomito o di malessere al punto da impedirgli di guidare in run senza disturbi. Il pilota agisce in un proiettore di 360 gradi che assicura una percezione del tracciato molto realistica.

Ash Warne, CEO Dynisma, l'ex ingegnere di Ferrari e Red Bull che ha pensato il nuovo simulatore Ferrari

Ash Warne, CEO Dynisma, l'ex ingegnere di Ferrari e Red Bull che ha pensato il nuovo simulatore Ferrari

Photo by: Ferrari

Ovviamente la soluzione che i tecnici di Ash Warne avranno studiato in esclusiva per la Ferrari sarà ulteriormente estremizzata con concetti ancora più spinti rispetto alle versioni DMG più basiche, visto che ce ne sono diverse a seconda dell’impiego a cui sono destinate.

Il ragnetto ha il compito di accompagnare la Scuderia in una nuova era che verrà inaugurata con l’introduzione delle regole 2022: l’obiettivo non è solo quello di disporre di una monoposto a effetto suolo competitiva, ma di adeguare la fabbrica con strumenti pronti a reggere una sfida che non ammetterà passi falsi…

condivisioni
commenti
Sprint Qualifying: come sono cambiati i... punti di vista
Articolo precedente

Sprint Qualifying: come sono cambiati i... punti di vista

Prossimo Articolo

Hamilton: "La Sprint Qualifying? Temo sarà un trenino"

Hamilton: "La Sprint Qualifying? Temo sarà un trenino"
Carica commenti
Video F1 | Piola: "Ecco perché la Williams ha mantenuto la sua identità tecnica" Prime

Video F1 | Piola: "Ecco perché la Williams ha mantenuto la sua identità tecnica"

In attesa delle nuove monoposto, continua l'analisi delle vetture protagoniste della Formula 1 2021. In questo nuovo video di Motorsport.com, la lente d'ingrandimento tecnica di Franco Nugnes e Giorgio Piola è sulla Williams, team che mai come nella passata stagione ha adottato soluzioni inedite...

Video | Piola: "Alfa Romeo: buona meccanica ma carente in aero" Prime

Video | Piola: "Alfa Romeo: buona meccanica ma carente in aero"

Alfa Romeo ha investito tutte le proprie risorse in vista della stagione 2022 di Formula 1. Ciononostante, la C41 si è rivelata una monoposto dalla valida base meccanica, come dimostrato tanto da Raikkonen quanto da Giovinazzi, ma carente a livello aerodinamico

Formula 1
16 gen 2022
Video | Piola: “L’Alpine ritrovata dopo il reset in galleria” Prime

Video | Piola: “L’Alpine ritrovata dopo il reset in galleria”

Torniamo a parlare dei team di Formula 1 partecipanti alla stagione 2021 e di come si sono evoluti nel corso dell'anno appena trascorso. Ora tocca all'Alpine: la scuderia di Enstone è tornata alla vittoria in Ungheria e a podio in Qatar, sapendo correggere il tiro in corso d'opera

Formula 1
14 gen 2022
Video F1 | Ceccarelli: “Come vincere le proprie resistenze” Prime

Video F1 | Ceccarelli: “Come vincere le proprie resistenze”

In compagnia di Franco Nugnes, del Dottor Riccardo Ceccarelli e della psicologa Alice Ferrisi di Formula Medicine, in questa puntata di Doctor F1 andiamo ad analizzare e comprendere quelli che sono i comportamenti di un pilota nel suo confronto con i propri limiti

Formula 1
12 gen 2022
Video F1 | Piola: "AlphaTauri più spinta dell'Alpine, meritava il 5° posto" Prime

Video F1 | Piola: "AlphaTauri più spinta dell'Alpine, meritava il 5° posto"

In questo nuovo video di Motorsport.com, Franco Nugnes e Giorgio Piola analizzano i dettagli tecnici dell'AlphaTauri. Il team di Faenza, giunto sesto in classifica finale dietro all'Alpine, avrebbe meritato di più da questo 2021. Ecco perchè...

Formula 1
11 gen 2022
Video | Penalità in F1: quali sono e come si ottengono Prime

Video | Penalità in F1: quali sono e come si ottengono

Le penalità in Formula 1 sono tra gli argomenti più discussi dell'ultimo periodo. Spesso e volentieri hanno avuto voce in capitolo per decidere il vincitore di un GP, altre volte addirittura per annullare tutti i punti conquistati in una stagione. Ecco una panoramica approfondita e dettagliata per spiegare chi le commina, perché e di che tipo possono essere

Formula 1
9 gen 2022
Le migliori gare del 2021: a Silverstone il Big Bang tra Lewis e Max Prime

Le migliori gare del 2021: a Silverstone il Big Bang tra Lewis e Max

Tra le migliori gare del 2021 c'è sicuramente quella che ha dato il là e ha acceso davvero il duello tra Max Verstappen e Lewis Hamilton. Stiamo parlando del GP di gran Bretagna, che ha avuto come momento più alto l'incidente tra i due contendenti per il titolo alla curva Copse, al primo giro della gara.

Formula 1
8 gen 2022
Video F1 | Piola: "McLaren costretta a fermare lo sviluppo presto" Prime

Video F1 | Piola: "McLaren costretta a fermare lo sviluppo presto"

Continua l'analisi tecnica delle monoposto di Formula 1 presenti sulla griglia del 2021. In questo video di Motorsport.com, Franco Nugnes e Giorgio Piola analizzano i dettagli della McLaren, un team che per gran parte della stagione si è dimostrata una rivelazione. Fino a quando...

Formula 1
7 gen 2022