F1: si lavora ad un calendario "standard" per il 2021

Il presidente della FIA, Jean Todt, ha rivelato che la Formula 1 sta lavorando su un calendario "standard" per la stagione 2021, pur sapendo di dover rimanere flessibile per i futuri impatti del COVID-19.

F1: si lavora ad un calendario "standard" per il 2021

La F1 è stata costretta ad adottare un calendario fortemente rivisto nel 2020, dopo che la pandemia del Coronavirus ha costretto ad annullare più della metà degli eventi previsit.

L'attuale calendario di 13 gare comprende doppie gare al Red Bull Ring e a Silverstone, mentre altri dei 22 circuiti previsti inizialmente sono rimasti esclusi. Si presume però che verranno aggiunti altri eventi in Bahrain e ad Abu Dhabi, portando la stagione a 16 o 17 eventi.

La F1, tradizionalmente, avrebbe già programmato gran parte del suo calendario per il prossimo anno a questo punto della stagione, ma questa volta deve affrontare ancora le sfide che potrebbe presentare il COVID-19, con sfide differenti da paese a paese.

Parlando ad alcuni media selezionati, tra cui Motorsport.com, in occasione del Gran Premio di Gran Bretagna, Todt ha detto che la FIA sta lavorando con la Formula 1 al calendario del prossimo anno, stilandone una versione "standard", sottolineando però che questo dovrà essere pensato per essere il più flessibile possibile.

"C'è un reciproco riconoscimento dei ruoli tra la Formula 1 e la FIA, il detentore dei diritti commerciali e il regolatore e legislatore" ha detto Todt.

"Per il promotore, si tratta di lavorare sul calendario che viene poi sottoposto alla FIA".

"Finora, il promotore sta lavorando su un calendario che potremmo dire standard, ma sapendo che questo potrebbe subire delle variazioni".

"Dipende molto dalle posizioni dei vari paesi. Ce ne possono essere alcuni che non possono ospitare eventi sportivi o alcuni che potrebbero avere ancora disposizioni legate alla quarantena".

"Chiaramente, sono convinto che il campionato 2021 potrà essere creativo e flessibile, perché purtroppo, ma questa è solo una mia convinzione, temo che la pandemia non sia finita".

La F1 è riuscita a creare un calendario più europeo per il 2020 grazie alla disponibilità di circuiti come Mugello, Portimao e Nurbugring.

Todt ha detto che, anche se gli accordi con i possibili eventi back-up sarà una responsabilità della Formula 1, si è detto soddisfatto del numero di piste di Grado 1 che hanno dimostrato di poter intervenire in caso di necessità.

"Trovare eventi di Back-up è una responsabilità del promoter, ma naturalmente, collaboriamo per tutto ciò che lo possiamo fare" ha detto Todt.

"Qualcosa è sicuro, la F1 deve essere ospitata su circuiti di Grado 1, ma non abbiamo limitazioni a livello di location".

"Detto questo, è abbastanza piacevole vedere che l'elenco dei circuiti di Grado 1 è piuttosto lungo. E' un qualcosa su cui si dovrà lavorare in base alla situazione che dovremo affrontare, ma al momento stiamo cercando di stabilire un calendario standard".

condivisioni
commenti
Ferrari: un sestetto di tecnici in attesa del Direttore Tecnico

Articolo precedente

Ferrari: un sestetto di tecnici in attesa del Direttore Tecnico

Prossimo Articolo

Ferrari: provato il cambio più robusto nel filming day?

Ferrari: provato il cambio più robusto nel filming day?
Carica commenti
Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione” Prime

Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano dell'importanza dell'avere una mente allenata, capace di bruciare meno energie possibili al fine di massimizzare il risultato con il minimo sforzo. Situazione utile nella vita di tutti i giorni, ma che in pista può fare la differenza

Formula 1
20 ott 2021
F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario Prime

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario

Con l'ingresso di Liberty Media si è scelto di far entrare in calendario circuiti veri, ma la necessità di ottenere introiti può portare la Formula 1 su tracciati anonimi e costringere le squadre ad estenuanti triplette.

Formula 1
19 ott 2021
F1 Stories: 1982, un tris Made in USA Prime

F1 Stories: 1982, un tris Made in USA

Nell'atipico campionato del 1982, gli Stati Uniti ospitano sino a tre Gran Premi: a Long Beach, a Detroit e a Las Vegas. Andiamo a rivivere questo tris di gare, in cui una in particolare regalò una doppia prima volta...

Formula 1
19 ott 2021
Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale? Prime

Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale?

Il pilota italiano in Turchia avrebbe potuto conquistare un punto con la C41, ma la squadra di Hinwil ha trovato da dire perché Antonio non ha rispettato un ordine di scuderia per far passare Raikkonen. Analizziamo cosa è successo a Istanbul e in quali condizioni è chiamato a scendere in pista il pugliese…

Formula 1
18 ott 2021
Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1 Prime

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1

Dopo che Lewis Hamilton ha risposto agli articoli che lo etichettavano come "furioso" con la Mercedes per i suoi accesi team radio durante il Gran Premio di Russia, ha fornito un'istantanea di come la Formula 1 trasmettendo solo dei frammenti possa illuminare ma anche far travisare la situazione reale.

Formula 1
16 ott 2021
Pochi team in F1, ed i talenti si perdono Prime

Pochi team in F1, ed i talenti si perdono

In Formula 1, al giorno d'oggi, sono presenti venti possibili sedili ai quali ambiscono alcuni tra i migliori piloti del mondo. Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un proliferare di giovani talenti, come Oscar Piastri, il cui futuro nella categoria è però a rischio per varie ragioni. Eccone alcune...

Formula 1
16 ott 2021
Come si allena e cosa mangia un pilota di F1 Prime

Come si allena e cosa mangia un pilota di F1

Cosa serve per diventare un pilota di Formula 1? Talento a parte, al giorno d'oggi è richiesto essere dei superatleti per resistere alle forze che si sprigionano alla guida di queste monoposto. Dieta ferrea, allenamenti rigorosi... sicuri di voler tentare questa strada?

Formula 1
15 ott 2021
Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo Prime

Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo

Dalla Champ Car alla Formula 1, dalla Nascar alla IndyCar. Juan Pablo Montoya è stato un pilota davvero versatile ed in questa intervista esclusiva racconta i 10 momenti più importanti della sua carriera.

Formula 1
13 ott 2021