Sauber: dopo le "sirene" Renault, firmerà con Ferrari

Manca la firma del contratto, ma le basi per un nuovo accordo di fornitura dei motori sarebbe già stato raggiunto per il periodo 2022 - 2025 fra la squadra di Hinwil e la Ferrari, dopo che il team principal, Vasseur, era stato allettato dalle proposte Renault. Dopo la nascita di Stellantis, frutto della fusione fra PSA e FCA, sarà discusso anche il rinnovo della sponsorizzazione Alfa Romeo. L'Engineering svizzera sta collaborando anche sui modelli speciali del "Biscione".

Sauber: dopo le "sirene" Renault, firmerà con Ferrari

Le sirene ci sono state, eccome, ma alla fine la Sauber resterà legata alla Ferrari. Manca la firma del rinnovo del contratto di fornitura delle power unit che scadrà alla fine del 2021, però le basi del nuovo accordo sarebbero già state messe nero su bianco.

La squadra di Hinwil è dal 2011 che monta ininterrottamente motori Ferrari e resterà un team clienti sotto l’influenza politica del Cavallino anche dal 2022 al 2025. Non è un segreto che la monoposto a effetto suolo del prossimo anno venga studiata tenendo conto degli ingombri di power unit e trasmissione di Maranello, segno che l’attività tecnica andrà avanti nel segno della continuità.

Ma è indubbio che Renault, sotto la spinta propulsiva del CEO, Luca De Meo, voglia allargare la sua orbita di influenza di F1 e abbia valutato l’opportunità di cercare una partnership con la Sauber.

Del resto il team principal, Fredric Vasseur, non ha costruito un grande rapporto con Mattia Binotto e l’idea di guardare al marchio transalpino per la fornitura dei motori poteva essere allettante considerando che la squadra elvetica potesse diventare una sorta di Junior Team nel quale allevare i giovani piloti dell’Academy Renault.

Vasseur è stato in Renault e ha mantenuto ottimi rapporti con i francesi, ma le aspettative del team principal evidententemente non sono allineate con i piani degli azionisti svedesi della squadra che puntano alla stabilità per continuare senza scossoni la loro avventura in F1.

Rispondendo a fine anno a Roger Benoit, giornalista di Blick, il quotidiano di Zurigo, proprio Vasseur era stato piuttosto elusivo sulla futura fornitura del motore Ferrari…

“Non si può mai dire. È come un matrimonio. Nessuno ti garantisce che rimarrai per sempre con la stessa donna, come me. In una partnership bisogna sempre considerare che ci sono alti e bassi... Quindi dobbiamo chiederci: qual è l'affare migliore? Fino ad ora, la Ferrari è stata per lo più un partner solido”.

Le cose poi hanno preso un’altra piega perché c’è anche la concreta possibilità che venga confermata la sponsorizzazione dell’Alfa Romeo, attuale title sponsor del team di Hinwil. La questione non era all’ordine del giorno perché bisognava aspettare che nascesse il nuovo gruppo Stellantis dalla fusione di PSA con FCA.

E a Renault sarebbe piaciuto sfilare dal “portafoglio” dei nuovi marchi di Carlos Tavares un team di F1 come la Sauber, dimenticando magari che l’Engineering svizzera lavora per il marchio del Biscione, curando degli allestimenti speciali di Giulia e Stelvio con realizzazioni in carbonio e studi in galleria del vento.

condivisioni
commenti
Pat Fry: “Ricciardo ha una capacità motivazionale eccezionale”
Articolo precedente

Pat Fry: “Ricciardo ha una capacità motivazionale eccezionale”

Prossimo Articolo

WRC: Esteban Ocon al Rallye Monte-Carlo con un'Alpine A110S

WRC: Esteban Ocon al Rallye Monte-Carlo con un'Alpine A110S
Carica commenti
Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione Prime

Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione

OPINIONE: La pressione è tutta su Red Bull e Mercedes mentre la stagione 2021 di Formula 1 si prepara alla sua doppietta finale. Il consulente tecnico di Motorsport.com ed ex ingegnere McLaren F1 Tim Wright spiega come le rispettive squadre affronteranno quello che sarà un fattore cruciale nell'esito del campionato piloti e costruttori.

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori Prime

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori

Vincere il titolo Costruttori comporta un vantaggio da un punto di vista economico, ma con le nuove regole introdotte dalla F1 i team meglio piazzati devono scontare limitazioni in galleria del vento e al CFD.

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Formula 1
2 dic 2021
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021