Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Intervista

F1 | Sanchez: "Nel 2025 Alpine cambierà concetto di sospensioni"

David Sanchez, nuovo direttore tecnico esecutivo di Alpine, spiega che il team è al lavoro per migliorare l'aerodinamica, vero punto debole 2024. Ma nel 2025 sarà cambiato concetto delle sospensioni per trovare altre prestazioni.

Pierre Gasly, Alpine A524

Pierre Gasly, Alpine A524

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Dopo un inizio deludente della stagione 2024, Alpine ha continuato a evolvere la propria struttura tecnica dopo aver nominato David Sanchez direttore tecnico esecutivo all'inizio dell'anno.

Sanchez, che aveva lasciato la McLaren solo tre mesi dopo aver iniziato a lavorare per la squadra britannica a gennaio, era stato scelto dall'Alpine per guidare una nuova struttura tecnica a tre punte, definita dal team principal Bruno Famin.

Ciò ha fatto seguito alle dimissioni di Matt Harman e Dirk de Beer, in quanto la A524 prodotta per questa stagione era partita poco competitiva e in sovrappeso. La situazione è migliorata grazie alla riorganizzazione di una triade di direttori tecnici, in cui Joe Burnell ha assunto il ruolo di responsabile dell'ingegneria, David Wheater quello di responsabile dell'aerodinamica e Ciaron Pilbeam quello di responsabile delle prestazioni.

Quando Sanchez si è reso disponibile, i tre direttori tecnici fanno capo a lui, e il francese ora fa capo a Famin.

Anche se l'arrivo di un nuovo responsabile tecnico a distanza di settimane da una riorganizzazione potrebbe far pensare all'arrivo di altri grandi cambiamenti, Sanchez ha dichiarato di essere ampiamente soddisfatto della squadra che ha incontrato al suo arrivo in Alpine.

"Sono molto bravi. C'è tutto quello che serve per fare una macchina competitiva. Quindi sono stato molto contento quando sono entrato a far parte del team", ha rivelato a Silverstone, durante la sua prima sessione di presentazione della vettura per Alpine.

"Venendo da fuori, c'erano ovviamente alcune cose su cui tendevo ad avere un'opinione personale. C'era un piano in atto, l'abbiamo rivisto e abbiamo modificato alcune cose. Sicuramente la macchina ha bisogno di una grande spinta per gli aggiornamenti. Ci stiamo lavorando e per ora sta andando abbastanza bene".

"Questa struttura sta diventando sempre più la norma. Ci sono grandi squadre, quindi c'è bisogno di molta struttura e di sicuro al momento sembra funzionare. L'anno scorso abbiamo visto che la McLaren è stata in grado di fare grandi passi avanti durante la stagione".

Inoltre, Sanchez afferma che la squadra sta iniziando a capire meglio la sua A524, sottolineando che lo sforzo concertato per ridurre il peso è un fattore chiave. Si è ipotizzato che la vettura fosse in sovrappeso di circa 10 kg, ma la massa è stata eliminata nel corso delle prime gare per garantire che la vettura diventasse più competitiva.

Alpine ha ottenuto il suo primo punto della stagione a Miami, per poi aggiungere altri punteggi nelle gare tra cui Monaco e l'Austria, due dei quali a punteggio doppio. La squadra non è riuscita a piazzarsi oltre il nono posto, ma le sue prestazioni recenti sono generalmente migliorate.

Sanchez afferma che la vettura ha ora bisogno di semplici aggiornamenti; l'attenzione alla riduzione del peso ha in gran parte eliminato, per il momento, gli aggiornamenti legati alle prestazioni.

"Stiamo imparando a conoscere meglio la vettura e a ogni gara cerchiamo di sfruttarla al meglio. Questa è stata una buona tendenza nelle ultime gare. Abbiamo imparato molto a sviluppare gli aggiornamenti e dovremmo avere nuove parti in arrivo durante le vacanze estive", ha detto Sanchez.

David Sanchez, Direttore tecnico esecutivo Alpine

David Sanchez, Direttore tecnico esecutivo Alpine

Foto di: Alpine

"È stato tolto un bel po' di peso dalla vettura, un aspetto che non può essere sottovalutato. E poi, dal punto di vista del telaio, molto, dal punto di vista dell'assetto, per mettere i piloti a proprio agio con il bilanciamento e cercare di ottenere il massimo dalla vettura".

"Alcuni degli aggiornamenti erano già in programma. Ora ne abbiamo molti altri in arrivo, molte idee. Ora cerchiamo di pedalare il più velocemente possibile. Credo che sia un po' una mancanza di sviluppo. Abbiamo bisogno di più deportanza. Ci serve un po' di tutto, soprattutto la deportanza".

"Ovviamente, il modo più semplice per ottenere deportanza è abbassare il livello della vettura. Ma farlo senza creare problemi. È una delle limitazioni, ma credo che tutti si battano per questo. Abbassare la macchina è il modo più semplice per ottenere la deportanza. E c'è una tavola. Ci sono alcune norme sui pattini a cui dobbiamo prestare attenzione. Ma per quanto riguarda lo sviluppo, credo che la direzione sia molto chiara al momento".

Oltre a concentrarsi sul recupero del ritardo nello sviluppo, e non troppo tardi visto che la squadra è stata eclissata dalla Haas nella lotta per il settimo posto nel campionato costruttori, la Alpine ha fatto altri acquisti.

Due di loro sono reclute della Red Bull: Michael Broadhurst è diventato capo aerodinamico, mentre Vin Dhanani è stato nominato responsabile delle prestazioni del veicolo. Nel frattempo, Jacopo Fantoni ha lasciato la Ferrari per diventare vice capo ingegnere, aggiungendo così il know-how di altri team di punta.

Sebbene Sanchez dia la priorità allo sviluppo nel 2024, sperando che la squadra possa "arrivare dopo la pausa estiva" in una posizione simile a quella in cui è riuscita la McLaren l'anno scorso con i suoi inebrianti progressi di aggiornamento, ha già identificato le aree da perseguire per il 2025, l'ultimo anno di questo attuale regolamento.

"Penso che per ora stiamo sviluppando i punti deboli. Quest'anno, durante la stagione, si punta molto sull'aerodinamica e per la vettura dell'anno prossimo, quando rivedremo l'hardware, cercheremo di concentrarci sul cambiamento radicale di alcuni aspetti della vettura e questo dovrebbe essere un altro passo avanti", ha spiegato.

"Per l'anno prossimo ci saranno dei cambiamenti concettuali, che riguarderanno soprattutto le sospensioni. Per quest'anno ci stiamo concentrando un po' sull'aerodinamica".

"Non direi che ci saranno grandi cambiamenti concettuali, perché quando si guarda la macchina sarà simile, ma quando si guarda alle caratteristiche aerodinamiche, tenderanno ad essere, alcune diverse, altre solo più potenti per le prestazioni".

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente F1 | Ferrari: un... cambio di filosofia con la macchina per Hamilton
Prossimo Articolo F1 | “Ayrton Senna Forever” un successo: già 100 mila visitatori

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia