Formula 1
G
GP del Bahrain
28 mar
Prove Libere 1 in
28 giorni
09 mag
Prossimo evento tra
68 giorni
G
GP dell'Azerbaijan
06 giu
Gara in
100 giorni
G
GP del Canada
13 giu
Gara in
107 giorni
G
GP di Francia
24 giu
Prossimo evento tra
117 giorni
01 lug
Prossimo evento tra
124 giorni
G
GP di Gran Bretagna
15 lug
Prossimo evento tra
138 giorni
G
GP d'Ungheria
29 lug
Prossimo evento tra
152 giorni
G
GP del Belgio
26 ago
Prossimo evento tra
180 giorni
02 set
Prossimo evento tra
187 giorni
09 set
Prossimo evento tra
194 giorni
G
GP della Russia
23 set
Prossimo evento tra
208 giorni
G
GP di Singapore
30 set
Prossimo evento tra
215 giorni
G
GP del Giappone
07 ott
Prossimo evento tra
222 giorni
G
GP degli Stati Uniti
21 ott
Prossimo evento tra
236 giorni
G
GP del Messico
28 ott
Prossimo evento tra
243 giorni
G
GP dell'Arabia Saudita
03 dic
Prossimo evento tra
279 giorni
G
GP di Abu Dhabi
12 dic
Prossimo evento tra
288 giorni

F1, Sakhir, Libere 2: Russell ci prende gusto

Non stupisce più il fatto che George Russell sia stato il più veloce anche nella seconda sessione di prove libere del GP di Sakhir, mentre Valtteri Bottas non è andato oltre l'11esima piazza dopo che il miglior tempo gli è stato cancellato a causa di un largo in curva 8. Piazza d'onore per Verstappen davanti a Perez, Ocon e Albon. Male le Ferrari 16esima con Vettel, mentre Leclerc è ultimo dopo la rottura di un semi asse.

condivisioni
commenti
F1, Sakhir, Libere 2: Russell ci prende gusto

George Russell gode e Valtteri Bottas rosica. Questo è il riassunto della seconda sessione di prove libere nel GP di Sakhir. Il giovane sostituto di Lewis Hamilton ha chiuso davanti a tutti anche la sessione del pomeriggio con il tempo di 54"713 che è due decimi più lento di quello colto in mattinata. L'inglesino non ha commesso alcuna sbavatura, pur mai risultando il più veloce nei tre intertempi del circuito esterno del Bahrain, una pista troppo corta per non creare problemi di traffico.

Bottas, in realtà, nella simulazione da qualifica aveva ottenuto un 55"311 che sarebbe stato il nuovo record della pista, ma il finlandese è finito largo alla curva 8 e si è visto cancellare il tempo dalla direzione di gara. Valtteri non si è preoccupato, preferendo dedicarsi al long run nel quale quale ha fatto la differenza con il nuovo compagno di squadra che deve ancora trovare il passo giusto. E, allora, non deve stupire trovare Bottas solo all'11esimo posto a sei decimi da George. Il nordico ha sommato diversi errori nella parte guidata del tracciato, mostrando di non gradire quel tratto della pista.

Alle spalle di Russell si conferma Max Verstappen secondo ad appena 128 millesimi dalla Mercedes: l'olandese però non è sembrato a suo agio nel tratto guidato pieno di bump nei quali è possibile danneggiare il fondo.

Ottima la prestazione di Sergio Perez che ha portato la Racing Point al terzo posto con un distacco di 25 millesimi dalla Red Bull, mentre Lance Stroll è settimo anche se distanziato solo di tre decimi dalla vetta.

Molto bene Esteban Ocon con la Renault: il francese è costantemente davanti a Ricciardo su una pista veloce dove si trova a suo agio, visto che Daniel non è andato oltre l'ottavo posto. In quinta piazza c'è Alexander Albon con la seconda RB16: l'anglo thailandese ha ridotto a due decimi il margine da Verstappen.

Positiva la prestazione di Daniil Kvyat sesto con l'AlphaTauri, molto competitiva anche sul passo gara. Il russo è arrivato nella scia di Albon, mentre Pierre Gasly è nono con l'altra AT01: il francese è stato colpito a una mano da un sasso durante il long run e ha accusato molto dolore a un dito.

La top 10 è completata da Carlos Sainz con la McLaren: lo spagnolo ha accusato dei guai alla selezione del cambio, mentre Lando Norris 17esimo ha coperto solo 14 giri contro i 58 di Jake Aitken a causa del fondo danneggiato in un fuori pista.

Non bene la Ferrari: la squadra del Cavallino ha sofferto con Sebastian Vettel che non si sente un buon appoggio nel posteriore. Il tedesco ha collezionato ben due testacoda nei quali ha spiattellato le gomme (un treno di medie e uno di soft) per cui non deve stupire il 16esimo tempo a 1"1 dal vertice. La SF1000 soffre sul tracciato esterno del Bahrain, ma è lecito chiedersi dove avrebbe potuto collocarsi Charles Leclerc che, con le gomme medie, aveva ottenuto il miglior tempo del T1 quando poi ha dovuto abortire il giro a causa di un problema a un semi asse che si è rotto.

Il monegasco è riuscito a rientrare con la Rossa in folle ai box, ma i meccanici non sono stati in grado di rimandare il giovane talento in pista prima della bandiera a scacchi. Charles non è riuscito a effettuare la simulazione da qualifica e ha dovuto rinunciare al long run, per cui accuserà delle difficoltà nella messa a punto della sua vettura.

Non deve stupire, quindi, vedere le due Alfa Romeo davanti alle Rosse con Kimi Raikkonen 12esimo seguito da Antonio Giovinazzi e dalla Haas di Kevin Magnussen.

La 15esima piazza è di Nicholas Latifi con la Williams: il canadese ha rifilato mezzo secondo ad Aitken, mentre Magnussen ha dato quattro decimi a Pietro Fittipaldi, il brasiliano debuttante con la seconda Haas. I volti nuovi sono entrati nel Circus su una pista ostica per i rookie.

Cla Pilota Telaio Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 United Kingdom George Russell Mercedes 48 54.713     233.121
2 Netherlands Max Verstappen Red Bull 43 54.841 0.128 0.128 232.577
3 Mexico Sergio Perez Racing Point 52 54.866 0.153 0.025 232.471
4 France Esteban Ocon Renault 50 54.940 0.227 0.074 232.158
5 Thailand Alexander Albon Red Bull 42 55.036 0.323 0.096 231.753
6 Russian Federation Daniil Kvyat AlphaTauri 58 55.068 0.355 0.032 231.619
7 Canada Lance Stroll Racing Point 44 55.104 0.391 0.036 231.467
8 Australia Daniel Ricciardo Renault 47 55.124 0.411 0.020 231.383
9 France Pierre Gasly AlphaTauri 48 55.133 0.420 0.009 231.346
10 Spain Carlos Sainz Jr. McLaren 39 55.258 0.545 0.125 230.822
11 Finland Valtteri Bottas Mercedes 52 55.321 0.608 0.063 230.559
12 Finland Kimi Raikkonen Alfa Romeo 54 55.484 0.771 0.163 229.882
13 Italy Antonio Giovinazzi Alfa Romeo 57 55.533 0.820 0.049 229.679
14 Denmark Kevin Magnussen Haas 49 55.738 1.025 0.205 228.834
15 Canada Nicholas Latifi Williams 52 55.784 1.071 0.046 228.646
16 Germany Sebastian Vettel Ferrari 43 55.830 1.117 0.046 228.457
17 United Kingdom Lando Norris McLaren 14 56.031 1.318 0.201 227.638
18 Brazil Pietro Fittipaldi Haas 56 56.110 1.397 0.079 227.317
19 United Kingdom Jack Aitken Williams 58 56.260 1.547 0.150 226.711
20 Monaco Charles Leclerc Ferrari 2        
Mercedes: Russell usa il volante di Hamilton e il DAS

Articolo precedente

Mercedes: Russell usa il volante di Hamilton e il DAS

Prossimo Articolo

Verstappen: "Non siamo ben bilanciati, la pista non mi piace"

Verstappen: "Non siamo ben bilanciati, la pista non mi piace"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP di Sakhir
Sotto-evento Prove Libere 2
Location Sakhir
Team Ferrari , Red Bull Racing , Mercedes
Autore Franco Nugnes
Ricciardo: un triennale con McLaren che sa di scelta obbligata Prime

Ricciardo: un triennale con McLaren che sa di scelta obbligata

Il 2021 rappresenterà la stagione dell'ennesimo cambiamento per Daniel Ricciardo dopo aver concluso una sterile avventura in Renault, ma la scelta della McLaren è stata obbligata per mancanza reale di alternative al vertice?

La storia di... Lewis Hamilton Prime

La storia di... Lewis Hamilton

Con sette titoli iridati, è amato quanto temuto per la sua impeccabile bravura al volante nell'era moderna dei motori mondiali. Lui è Lewis Hamilton, un personaggio figlio del suo tempo, icona e leggenda vivente della Formula 1 e portabandiera di ideali e messaggi positivi. Ripercorriamo la sua storia

Come Albon vuole lottare per uscire dal limbo della Red Bull Prime

Come Albon vuole lottare per uscire dal limbo della Red Bull

Alex Albon ha affrontato i media per la prima volta da quando ha perso il suo sedile in Red Bull alla fine del 2020, costretto così a lasciare la Formula 1. In passato ha già risalito la china dopo una battuta d’arresto, quindi ecco cosa deve fare per ritornare.

Formula 1
24 feb 2021
Red Bull RB16B: il motore Honda sarà una sorpresa Prime

Red Bull RB16B: il motore Honda sarà una sorpresa

Red Bull decide di evolvere i concetti già visti nel corso del 2020 per la sua RB16B, vettura che verrà affidata a Sergio Perez e Max Verstappen per la stagione 2021 di Formula 1. Andiamo a scoprire tutti i dettagli tecnici e sportivi del team di Milton Keynes

Formula 1
24 feb 2021
McLaren stretta un azzardo dopo l'esperienza size zero? Prime

McLaren stretta un azzardo dopo l'esperienza size zero?

Con l'adozione della power unit Mercedes la MCL35 ha potuto beneficiare di un impianto di raffreddamento più efficiente che ha permesso di ridurre le masse radianti e, quindi, le pance. A Woking, però, la storia recente insegna che hanno spesso esagerato con soluzioni estreme che hanno causato problemi di affidabilità. E non è detto che un trapianto di motore su una monoposto esistente risulti facile al primo colpo.

Formula 1
23 feb 2021
Giovinazzi: tutto quello che serve per continuare in Formula 1 Prime

Giovinazzi: tutto quello che serve per continuare in Formula 1

Antonio Giovinazzi si gioca in questa stagione la sua permanenza in Formula 1. Cerchiamo di capire da chi si deve guardare il pilota di Martina Franca, quali possono essere i possibili scenari futuri e come può garantirsi una riconferma per i prossimi anni.

Formula 1
23 feb 2021
Alfa Romeo C41: evoluzione nel segno della continuità Prime

Alfa Romeo C41: evoluzione nel segno della continuità

L'Alfa Romeo C41 non è certamente tra le monoposto più rivoluzionarie della storia della Formula 1. A livello visivo, l'unica vera grande modifica riguarda il muso anteriore, ora più snello anche se non così estremo per concezione. L'ombra della C39 della passata stagione è molto presente sulla monoposto 2021

Formula 1
23 feb 2021
Red Bull: la visione a lungo termine dietro l'accordo con Honda Prime

Red Bull: la visione a lungo termine dietro l'accordo con Honda

L'accordo tra la Red Bull e la Casa giapponese per gestire in autonomia le power unit Honda a partire dal 2022 avrà benefici anche a lungo termine consentendo al team diretto da Horner di giocare allo stesso livello dei costruttori generalisti.

Formula 1
22 feb 2021