F1 | Russell: la pole in Ungheria giustifica la fede nel concetto W13

George Russell ritiene che la pole position ed il doppio podio conquistati dalla Mercedes in Ungheria lo scorso fine settimana giustifichino la decisione di rimanere fedeli all'attuale concetto della W13.

F1 | Russell: la pole in Ungheria giustifica la fede nel concetto W13
Carica lettore audio

Nella prima metà della stagione 2022, la Mercedes ha faticato a competere con Red Bull e Ferrari a causa del ricorrente problema di porpoising della W13.

Di recente, però, la Mercedes ha avuto un'impennata a livello di performance, riuscendo a salire sul podio in ognuna delle ultime sei gare, oltre a firmare un doppio podio sia in Francia che in Ungheria.

Inoltre, nel weekend del GP d'Ungheria, George Russell ha ottenuto la sua prima pole position in Formula 1, conducendo la prima parte della gara, per poi concludere al terzo posto, alle spalle della Red Bull di Max Verstappen e del compagno Lewis Hamilton.

Quando Motorsport.com gli ha chiesto se il recente miglioramento delle performance giustificasse la conferma dell'attuale concetto della vettura per l'intera stagione, Russell ha detto che dubita che un cambiamento da questo punto di vista possa avere un impatto enorme.

"Non credo che cambiare il concetto di vettura ci farà andare più veloci, anzi, forse è il contrario", ha detto Russell dopo la gara in Ungheria. "A volte bisogna solo attenersi al processo e continuare a spingere".

"E questo è difficile da fare quando ti manca il ritmo e le cose non sembrano andare per il verso giusto. Personalmente, però, credo in ogni singola persona della nostra squadra e penso che per il momento stiamo facendo grandi progressi".

"Abbiamo visto il lavoro che abbiamo fatto in qualifica e il ritmo che abbiamo mostrato entrambi in gara. All'inizio della stagione finivamo le gare a un minuto dalla prima posizione. Nelle ultime due gare siamo arrivati a meno di 10 secondi.

"Quindi credo che si stia andando decisamente nella direzione giusta".

George Russell, Mercedes-AMG, talks to a colleague in the team's garage

George Russell, Mercedes-AMG, talks to a colleague in the team's garage

Photo by: Steve Etherington / Motorsport Images

Mentre molti team hanno scelto di cambiare il concetto della vettura e di seguire l'approccio della Red Bull o della Ferrari, la Mercedes è rimasta fedele al design particolare delle pance che ha fatto scalpore nei test pre-stagionali.

Il team aveva dichiarato in precedenza di dubitare che l'abbandono di questo concetto potesse cambiare il suo livello di competitività quest'anno, anche se sta valutando "combinazioni di concetti diversi" per il prossimo anno.

Il team principal Toto Wolff ritiene che le difficoltà incontrate dal team nelle prove in Francia e in Ungheria abbiano aiutato a trovare la giusta direzione per la vettura, consentendole di essere più competitiva.

"È stato un fine settimana difficile nel complesso, perché la sofferenza del venerdì in Ungheria è stata utile quando non sapevamo bene in che direzione guardare", ha detto Wolff. "Forse l'aver sbagliato tanto venerdì è stato utile per azzeccare, quasi completamente, la domenica".

"Abbiamo molti dati da analizzare, molti aspetti positivi anche dal fine settimana in Francia e qui in Ungheria e su cui basarci per la seconda parte della stagione".

Informazioni aggiuntive di Matt Kew

Leggi anche:
condivisioni
commenti
F1 | Alpine: non solo Ricciardo, piacciono Gasly e Albon ma costano
Articolo precedente

F1 | Alpine: non solo Ricciardo, piacciono Gasly e Albon ma costano

Prossimo Articolo

F1 | Binotto esclusivo: "Momenti difficili tutti i giorni, ma siamo forti"

F1 | Binotto esclusivo: "Momenti difficili tutti i giorni, ma siamo forti"