Retroscena Vettel: quel contatto con Mercedes nel 2019

Il quattro volte campione del mondo aveva sondato Toto Wolff nell'autunno dello scorso anno per vedere se a Brackley ci fosse un'alternativa a Maranello. Un pilota tedesco sulle frecce d'argento sarebbe attrattivo, ma con quali effetti sul sistema? Scopriamoli...

Retroscena Vettel: quel contatto con Mercedes nel 2019

C’è un retroscena. Bisogna riavvolgere il filo all’autunno scorso, quando il tema dell’eventuale rinnovo di Sebastian Vettel con la Ferrari non era ancora di stringente attualità. Il quattro volte campione del mondo aveva sondato il terreno se ci sarebbe stato posto per lui alla Mercedes alla scadenza del contratto con la Scuderia alla fine del 2020.

Toto Wolff, da quel volpone che è, non aveva chiuso la porta al tedesco, ma anzi aveva aperto uno spiraglio nella convinzione di guadagnare dei punti con lo spigoloso Ola Kallenius, presidente del gruppo Daimler AG, un “capo” meno malleabile di quanto non sia stato in passato Dieter Zetsche.

Del resto alla “stella” l’idea di riportare un pilota tedesco sulla freccia d’argento poteva essere allettante dopo il mondiale vinto da Nico Rosberg. Anche perché in quel periodo si era fatto un gran parlare di Lewis Hamilton allettato da una telefonata ricevuta dai vertici del Cavallino per portare l’inglese sulla Rossa.

Il manager austriaco, quindi, aveva in mano un’alternativa titolata qualora l’esa-campione avesse deciso di fare le valigie per andare a Maranello. Il mercato piloti per il 2021, almeno fino a ieri, sembrava sonnacchioso. In attesa di avere dei riscontri oggettivi dalle prime gare della stagione 2020 che deve ancora partire a causa dell’epidemia di COVID-19.

Leggi anche:

Insomma, sembrava non ci fosse fretta nel delineare gli scenari futuri, mentre il comunicato Ferrari che ieri ha ufficializzato il divorzio di Vettel dal Cavallino alla fine del campionato, ha prodotto un’accelerazione su molte trattative, ingarbugliando la situazione di diversi piloti.

Toto Wolff ieri ha interrotto un lungo silenzio: "Sebastian è un grande pilota, una personalità di spicco e una risorsa per qualsiasi squadra di Formula. Quando guardiamo al futuro, la nostra prima scelta guarda agli attuali piloti Mercedes. Ma, naturalmente, dobbiamo tenere in considerazione questo nuovo sviluppo".

L’astuto Toto ha mandato un avviso a tutti i naviganti: sappia Lewis di non presentare richieste astronomiche per il rinnovo del contratto con la Mercedes, perché la squadra di Brackley potrebbe accettare la sfida con un quattro volte campione del mondo che la Ferrari ha scaricato. Sulla monoposto più competitiva Seb potrebbe ritrovare lo smalto e la fiducia perdute a Maranello.

E anche Valtteri Bottas ha ricevuto un segnale: il finlandese dovrà riguadagnarsi il posto con un avvio del mondiale bruciante, visto che sull’uscio di Brackley c’è un pilota che per orgoglio potrebbe rinunciare a qualche milione di euro per dimostrare di accettare la sfida a parità di mezzo con Lewis.

E anche George Russell, predestinato a una freccia d’argento nel 2021, rischia di fare la fine che è già toccata a Esteban Ocon. L’inglesino, dopo aver patito il “calvario” di due stagioni alla Williams, spererebbe di fare un salto importante nella griglia di partenza. Wolff sa benissimo che se dovesse bocciare George, la sua filiera di giovani promettenti si rivelerebbe un fallimento per cui farà il possibile per dare un’adeguata sistemazione al suo pupillo.

Insomma è possibile tutto e il suo contrario. C’è chi vuole accasare Vettel alla McLaren: ma Toto può girare un quattro volte campione del mondo al team di Woking, potendo contare sul fatto che l’anno prossimo il team avrà la power unit Mercedes?

Andreas Seidl e Zak Brown hanno puntato gli occhi su Daniel Ricciardo: l’australiano, perso l’ennesimo treno per diventare ferrarista, vorrebbe avvicinarsi all’orbita della Stella. Daniel è più giovane di Sebastian e sarebbe una scommessa azzeccata. Ma è evidente che ci sono più piloti di macchine a disposizione. E alla fine della giostra quali saranno gli scontenti…

condivisioni
commenti
F1, Perez: "Vettel più vicino al ritiro che ad un altro team"
Articolo precedente

F1, Perez: "Vettel più vicino al ritiro che ad un altro team"

Prossimo Articolo

Sainz (Ferrari) e Ricciardo (McLaren): annunci in vista!

Sainz (Ferrari) e Ricciardo (McLaren): annunci in vista!
Carica commenti
F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori Prime

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori

Vincere il titolo Costruttori comporta un vantaggio da un punto di vista economico, ma con le nuove regole introdotte dalla F1 i team meglio piazzati devono scontare limitazioni in galleria del vento e al CFD.

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Formula 1
2 dic 2021
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021
Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Formula 1
1 dic 2021