Renault all'attacco: ha fatto reclamo alla Racing Point

Riprende la faida fra la Renault e la Racing Point: la Casa francese ha presentato una protesta ufficiale ai commissari del GP di Stiria per contestare la proprietà intellettuale del progetto RP20 da ascrivere alla Mercedes.

Renault all'attacco: ha fatto reclamo alla Racing Point

Dopo tanti brusii e commenti ecco la prima azione. È da quando la Racing Point è apparsa ai test di Barcellona dello scorso mese di febbraio che nel paddock si parla della RP20 come di una copia perfetta della Mercedes W10, ovvero la monoposto campione del Mondo 2019.

Finora si era discusso, ma ora la Renault ha rotto gli indugi, presentando un reclamo al collegio del Commissari Sportivi del Gran Premio della Stiria contro le due Racing Point.

La protesta della Renault far riferimento a diversi articoli del regolamento sportivo che sarebbero violati dal progetto RP20, tra cui il primo dell’appendice 6: “Un concorrente deve, per quanto riguarda le parti elencate che compongono le sue monoposto in Formula 1, utilizzare solo parti progettate dal concorrente stesso”.

La Renault ha inoltre sottolineato che la Racing Point nel copiare il progetto Mercedes avrebbe violato le regole che sottolineano come, in caso di utilizzo di parti progettate da una società esterna, “...tale società non può essere un concorrente o una società che progetta direttamente o indirettamente parti per qualsiasi concorrente”.

Ora la palla passa alla FIA, che sarà chiamata in causa per chiarire una questione spinosa. Non c’erano molti dubbi in merito alla possibilità che l’unica squadra in grado di esporsi per fare chiarezza sulla vicenda sarebbe stata la Renault, visto che la McLaren (team molto interessato alla vicenda visti gli obiettivi comuni con Racing Point e Renault) dal prossimo anno utilizzerà la power unit Mercedes, che è comunque parte in causa nella vicenda.

Tra Racing Point e Renault i rapporti sono tesi già dallo scorso anno, quando al termine del Gran Premio del Giappone la squadra di Lawrence Stroll sporse reclamo contro la Renault mettendo in discussione il sistema di ripartizione di frenata, ed ottenendo la squalifica di Daniel Ricciardo e Nico Hulkenberg.

condivisioni
commenti
Ferrari: in Ungheria nuova fluidodinamica delle pance

Articolo precedente

Ferrari: in Ungheria nuova fluidodinamica delle pance

Prossimo Articolo

Mondiale Costruttori F1 2020: Mercedes scappa, Ferrari solo 5°

Mondiale Costruttori F1 2020: Mercedes scappa, Ferrari solo 5°
Carica commenti
Podcast F1 | Bobbi: "Traiettoria ideale da sacrificare per i bump" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Traiettoria ideale da sacrificare per i bump"

Il tema caldo del venerdì di prove libere del Gran Premio degli Stati Uniti di Formula 1 è rappresentato dall'alto numero di bump e sconnessioni dell'asfalto texano. I piloti sono chiamati a far fronte a questi inconveniente, andando spesso e volentieri a sacrificare la traiettoria

F1 | Piola: "I dossi penalizzano l'assetto rake Red Bull" Prime

F1 | Piola: "I dossi penalizzano l'assetto rake Red Bull"

Dal venerdì di Austin emerge una Red Bull apparsa in difficoltà: sul tracciato texano, l'assetto rake delle monoposto di Verstappen e Perez è un'arma a doppio taglio. Nella prima sessione, le due Red Bull hanno sofferto più di altre i bum e le sconnessioni dell'asfalto

Piola: "L'assenza di Newey si è fatta sentire in Red Bull" Prime

Piola: "L'assenza di Newey si è fatta sentire in Red Bull"

In questo nuovo video di Motorport.com, Franco Nugnes e Giorgio Piola commentano la situazione dei team arrivati sul tracciato di Austin, pronti ad affrontare il weekend del Gran Premio degli Stati Uniti. La sfida tra Mercedes e Red Bull è sempre più accesa...

Formula 1
21 ott 2021
Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione” Prime

Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano dell'importanza dell'avere una mente allenata, capace di bruciare meno energie possibili al fine di massimizzare il risultato con il minimo sforzo. Situazione utile nella vita di tutti i giorni, ma che in pista può fare la differenza

Formula 1
20 ott 2021
F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario Prime

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario

Con l'ingresso di Liberty Media si è scelto di far entrare in calendario circuiti veri, ma la necessità di ottenere introiti può portare la Formula 1 su tracciati anonimi e costringere le squadre ad estenuanti triplette.

Formula 1
19 ott 2021
F1 Stories: 1982, un tris Made in USA Prime

F1 Stories: 1982, un tris Made in USA

Nell'atipico campionato del 1982, gli Stati Uniti ospitano sino a tre Gran Premi: a Long Beach, a Detroit e a Las Vegas. Andiamo a rivivere questo tris di gare, in cui una in particolare regalò una doppia prima volta...

Formula 1
19 ott 2021
Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale? Prime

Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale?

Il pilota italiano in Turchia avrebbe potuto conquistare un punto con la C41, ma la squadra di Hinwil ha trovato da dire perché Antonio non ha rispettato un ordine di scuderia per far passare Raikkonen. Analizziamo cosa è successo a Istanbul e in quali condizioni è chiamato a scendere in pista il pugliese…

Formula 1
18 ott 2021
Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1 Prime

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1

Dopo che Lewis Hamilton ha risposto agli articoli che lo etichettavano come "furioso" con la Mercedes per i suoi accesi team radio durante il Gran Premio di Russia, ha fornito un'istantanea di come la Formula 1 trasmettendo solo dei frammenti possa illuminare ma anche far travisare la situazione reale.

Formula 1
16 ott 2021