Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Ultime notizie

F1 | Red Bull: test di Verstappen a Imola sulla RB18 per migliorare sui cordoli

Nella giornata di mercoledì, il tre volte campione del mondo ha girato con la RB18 ad Imola, dove la RB20 ha iniziato a soffrire sui cordoli. L'antenata non aveva mai evidenziato questo problema, ma poteva permettersi assetti più conservativi visto il vantaggio sulla concorrenza: l'obiettivo era capire se fosse un difetto atavico e come risolverlo.

Max Verstappen, Red Bull Racing

Max Verstappen, Red Bull Racing

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Mercoledì scorso il jet privato di Max Verstappen era stato segnalato all’aeroporto di Bologna. C’è chi aveva ipotizzato una visita per l’acquisto di una vettura stradale, in Ferrari o Lamborghini, invece la destinazione del campione del mondo è stata il circuito di Imola per un test.

La motivazione definitiva è arrivata dal responsabile degli ingegneri della Red Bull, Paul Monaghan, che ha confermato la presenza in pista del test team con una RB18. Normalmente queste attività vedono impegnati giovani piloti a cui viene concessa la possibilità di iniziare a familiarizzare con una vettura di Formula 1, ma in questo caso a scendere in pista è stato Verstappen.

Ma per quale motivo la Red Bull ha organizzato una giornata di prove sul circuito di Imola con la monoposto del 2022? Il motivo lo ha spiegato lo stesso Monaghan: cordoli. La sequenza di gare iniziata proprio ad Imola e proseguita a Monte Carlo e Montreal, ha evidenziato le difficoltà che emergono nel comportamento della RB20 quando c’è da affrontare un circuito che impone lo sfruttamento dei cordoli.

I rimbalzi della vettura mettono in crisi l’aerodinamica della monoposto, un aspetto che Verstappen ha evidenziato in più occasioni. La superiorità tecnica complessiva delle stagioni 2022 e 2023 ha consentito di poter ottenere performance assolute senza arrivare a sfruttare ogni centimetro di pista, ma il maggior equilibrio tecnico di questa stagione impone di farlo. “Due anni fa si potevano permettere di girare con altezze maggiori - ha commentato un ingegnere di una squadra avversaria – oggi siamo tutti al limite, anche loro”.

Max Verstappen, Red Bull Racing

Max Verstappen, Red Bull Racing

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Da qui la decisione della Red Bull di tornare sul tracciato in cui sono emersi per la prima volta questa tipologia di problemi e verificare sul campo il comportamento della monoposto di due anni fa spinta al massimo possibile.

“Abbiamo davvero cercato di dare a Max un riferimento su una vettura precedente – ha spiegato Monaghan - quando cerchi di valutare i punti di forza e le debolezze della monoposto attuale non hai altri riferimenti e si è portati a credere che un problema che vedi oggi in passato non fosse presente. Ma c’è sempre il dubbio, così abbiamo deciso di offrire a Max la possibilità di fare una prova sul campo, permettendogli di guidare la RB18 per verificare se la criticità di cui soffriamo oggi era presente o meno anche quella monoposto. Concluse le prove ci ha dato le sue impressioni, ora sta a noi decidere come utilizzarle”.

Anche Helmut Marko ha commentato il test di Imola, ripartendo da un punto che aveva sottolineato dopo la bandiera a scacchi della gara vinta il mese scorso. “Quel successo è arrivato solo grazie a Max - ha commentato – come squadra abbiamo avuto seri problemi di gestione della monoposto. Siamo tornati ad Imola per simulare quanto era accaduto un mese fa, anche se possiamo girare solo con una monoposto più vecchia è comunque utile”. “La soluzione non è certo dietro l’angolo – ha concluso Monaghan – se fosse semplice avremmo già messo tutto a posto”.

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente F1 | Dati: McLaren consistente, Red Bull lotta con gli assetti
Prossimo Articolo F1 | Red Bull: cerca l'affidabilità ma trova più efficienza

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia