Red Bull davanti, ma Mercedes è più vicina di quanto sembri

Verstappen ha chiuso in testa le prove libere del venerdì a Spielberg, anche se il miglior crono è stato quello di Hamilton che si è visto cancellare il tempo per aver oltreppassato i sensori alla curva 10. Il GP della Stiria vede la Red Bull favorita in virtù di una maggiore velocità in rettilineo, ma la W12 non è tagliata fuori con Hamilton. Lewis invoca la danza della pioggia, mentre Bottas sarà di poco aiuto perché dovrà scontare tre posizioni sulla griglia.

Red Bull davanti, ma Mercedes è più vicina di quanto sembri

Max Verstappen ci ha preso gusto. Assecondato da una Red Bull che sembra sempre più una monoposto in grado di esprimersi al meglio su ogni tipologia di pista, l’olandese si è confermato al vertice nella prima giornata di pista del Gran Premio di Stiria.

Ottima la simulazione di qualifica (1’05”412), così come i long-run, ma per Verstappen i verdetti non sembrano già scritti.
“Per noi è stata una buona giornata – ha dichiarato Max – sono abbastanza contento. Ma nella sessione pomeridiana Lewis ha ottenuto un tempo sul giro, poi cancellato, che conferma dei valori in campo diversi da quelli che leggiamo in classifica”.

Verstappen si riferisce ad un crono (1’05”335) ottenuto da Hamilton con gomme soft e poi cancellato dalla direzione gara poiché Lewis ha oltrepassato di qualche centimetro i temutissimi sensori posti sul lato esterno del cordolo alla curva 10.

L’impressione che il tandem Red Bull–Verstappen sia da considerare il favorito della vigilia resta confermata, ma se (come sembra) domenica sul Red Bull Ring arriverà la pioggia, potrebbe aprirsi uno spiraglio per un colpo di reni della Mercedes.

In condizioni di pista asciutta Hamilton e Bottas non si sono confermati lontani dalla vetta, come conferma l’analisi dei long-run completati nella sessione FP2, turno nel quale la temuta ed annunciata pioggia non si è palesata a parte qualche goccia caduta nei minuti iniziali della sessione.

Con gomme hard Bottas ha percorso 11 giri, contro i 16 di Verstappen, confermando un ritmo leggermente migliore dell’olandese, verdetto confermato anche nel confronto diretto tra Hamilton e Perez con le soft (13 giri per entrambi) con il campione del mondo più veloce mediamente di due decimi al giro.

A vantaggio Red Bull c’è però il long-run completato nella sessione FP1, un confronto diretto Verstappen-Hamilton concluso con un secco vantaggio a favore di Max a causa di un eccesso di graining apparso sugli pneumatici della Mercedes che ha fatto un’investigazione immediata nel box campione del mondo.

Ma quello che allarma di più la Mercedes è la conferma della velocità sui rettilinei della Red Bull, un dato emerso in modo chiaro al Paul Ricard e confermato oggi a Spielberg.

“Siamo un po' dietro nella simulazione di qualifica – ha commentato Hamilton – perdiamo sul dritto, e non poco. Penso che sarà difficile battere la Red Bull, ho l’impressione che quando utilizzeranno al massimo il loro motore… mah, non so davvero cosa dire. Ma sono contento dei progressi che abbiamo confermato oggi, e spero che il lavoro che abbiamo fatto possa dare i suoi frutti”.

Come ha confermato la gara del Paul Ricard, i valori in campo sono in favore della Red Bull ma non così tanto da poter dominare dall’alto di una superiorità assoluta. Per poter giocarsi la vittoria serve essere davanti, e da qui i timori Mercedes che sul giro veloce la Red Bull possa contare domani in qualifica su qualcosa in più sul fronte power unit.

I ruoli si sono ribaltati in modo netto ed inaspettato, al punto che adesso è la Mercedes a sperare nella pioggia, un desiderio che nelle stagioni precedenti era di casa nel box Red Bull. C’è però da mettere in conto anche un gioco psicologico che si conferma ogni giorno davanti ai microfoni, con Hamilton che punta il dito sulla power unit Honda e la Red Bull che descrive costantemente la Mercedes come in grado di puntare alla vittoria.

In questo quadro un dato certo è che Hamilton difficilmente potrà contare su Bottas nelle strategie di gara. Il finlandese sconterà tre posizioni sulla griglia di partenza, e anche in caso di pole position dovrà accomodarsi in seconda fila. Una volta queste vicende non scuotevano il box Mercedes, ma oggi l’aria è molto diversa rispetto allo scorso anno e alle stagioni precedenti.

L’unica vera certezza al momento è Hamilton, e mai come in questo momento la squadra è aggrappata al suo campione per tenere vive le speranze mondiali. Una certezza, Lewis, ma servirà anche una risposta tecnica di peso per provare a restare in gioco fino al termine della stagione.

condivisioni
commenti
Bobbi: "SF21 opaca, senza punti di forza in Austria"
Articolo precedente

Bobbi: "SF21 opaca, senza punti di forza in Austria"

Prossimo Articolo

Piola: "L'acquisto di Fallows un gran colpo Aston Martin"

Piola: "L'acquisto di Fallows un gran colpo Aston Martin"
Carica commenti
Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione Prime

Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione

OPINIONE: La pressione è tutta su Red Bull e Mercedes mentre la stagione 2021 di Formula 1 si prepara alla sua doppietta finale. Il consulente tecnico di Motorsport.com ed ex ingegnere McLaren F1 Tim Wright spiega come le rispettive squadre affronteranno quello che sarà un fattore cruciale nell'esito del campionato piloti e costruttori.

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori Prime

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori

Vincere il titolo Costruttori comporta un vantaggio da un punto di vista economico, ma con le nuove regole introdotte dalla F1 i team meglio piazzati devono scontare limitazioni in galleria del vento e al CFD.

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Formula 1
2 dic 2021
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021