F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola
Topic

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Red Bull: con l'ala carica Max più veloce sul dritto di Hamilton!

La Red Bull ha scoperto quale fosse il problema che impediva al flap mobile di chiudersi al comando: non erano i leveraggi troppo leggeri che non ce la facevano a superare la resistenza dell'aria, ma l'eccessiva rigidità dell'ala posteriore che provocava dei cedimenti. Per avere profili più aero-elastici il team di Milton Keynes ha dovuto fare ricorso a una soluzione più carica che ha permesso di migliorare anche la velocità massima. Perché...

Red Bull: con l'ala carica Max più veloce sul dritto di Hamilton!
Carica lettore audio

C’è un mistero da chiarire sulla Red Bull: Max Verstappen durante il GP del Qatar ha raggiunto con la sua RB16B una velocità massima più alta di quella toccata da Lewis Hamilton vincitore della gara con la Mercedes W12, pur disponendo di un’ala posteriore più carica di quella usata nelle prove libere.

Raccontata così la storia può sembrare un’incongruenza, mentre in realtà ci sono delle spiegazioni logiche per spiegare cosa è successo alla squadra di Milton Keynes, in un weekend molto difficile per quanto riguarda proprio le ali.

Jean Todt, presidente della FIA, e Christian Horner, team principal della Red Bull Racing, sulla griglia di partenza di Losail

Jean Todt, presidente della FIA, e Christian Horner, team principal della Red Bull Racing, sulla griglia di partenza di Losail

Photo by: Jerry Andre / Motorsport Images

Chiristian Horner ha trascorso i giorni di Losail fra attaccare le Mercedes per la presunta flessibilità del profilo principale della freccia nera e difendersi perché il sistema DRS della sua Red Bull non ne voleva sapere di funzionare a dovere. Mostrando quegli “sfarfallamenti” del flap mobile che non si chiudeva al richiamo dell’attuatore.

E siccome la Red Bull questo problema se lo sta trascinando da alcuni Gram Premi, la FIA ha invitato i tecnici di Milton Keynes a mettersi a posto, evitando di chiedere per l’ennesima volta la sostituzione dei pezzi danneggiati fra le qualifiche e la gara, quando le monoposto sono in parco chiuso.

Leggi anche:

Nelle prove libere del venerdì erano stati montati i soliti comandi del DRS e Sergio Perez ha accusato l’ormai consueto problema del rifiuto dell’elemento mobile a ricollocarsi in posizione statica. Nelle FP3 del sabato mattina sono stati provati dei nuovi leveraggi (non è stato cambiato l’attuatore), ma il guaio continuava a persistere, lasciando nella disperazione la squadra in lizza per il mondiale.

La soluzione è avvenuta dall’analisi dei dati: le leve irrobustite contribuivano a far rompere il flap mobile che era risultato con una costruzione troppo rigida rispetto alle sollecitazioni della pista.

Il sistema DRS Red Bull RB16B: a sinistra quello usato in Qualifica e in gara e a destra quello della FP3 che non ha fubzionato

Il sistema DRS Red Bull RB16B: a sinistra quello usato in Qualifica e in gara e a destra quello della FP3 che non ha fubzionato

Photo by: Giorgio Piola

Per le qualifiche e la gara, quindi, gli ingegneri diretti da Pierre Waché hanno deciso di tornare ai comandi del DRS utilizzati nel corso del campionato, montando un’altra ala posteriore con caratteristiche diverse da quella deliberata per Losail: si trattava di una versione più carica, ma con una costruzione meno rigida.

La Red Bull in un colpo solo ha risolto due problemi: con la diversa aero-elasticità dei materiali il flap mobile a DRS aperto ha cominciato a richiudersi nei tempi dettati dal comando a fine rettilineo e la RB16B ha migliorato anche la velocità massima alla speed trap.

I dati della telemetria hanno dimostrato che disponendo più downforce nell’ultima curva, Max Verstappen in gara usciva sul lungo rettilineo d’arrivo già con uno spunto migliore (319,9 km/h rispetto ai 315,3 km/H di Hamilton) che gli permetteva di toccare i 325,2 km/h alla speed trap, risultando più veloce del rivale della Mercedes di 0,9 km/h.

Strano a dirsi, ma vero…

condivisioni
commenti
Mercedes: "Cordoli di Losail troppo bassi". Masi: "Sono standard"
Articolo precedente

Mercedes: "Cordoli di Losail troppo bassi". Masi: "Sono standard"

Prossimo Articolo

F1 | Quando la lotta sportiva diventa peggio di Forum

F1 | Quando la lotta sportiva diventa peggio di Forum

F1 | Audi: factory più grande e tante assunzioni a Neuburg

La Casa degli Anelli è partita con i lavori di ampliamento della sede tedesca di Neuburg dove nasceranno le power uniti che debutteranno in F1 nel 2026 montate sui telai che saranno prodotti a Hinwil. La nuova struttura, denominata F7.2, di oltre 3 mila mq, ospiterà i banchi prova: sarà ultimata nel 2024, ma comincerà ad essere operativa da marzo. L'organico entro metà 2023 sarà portato a oltre 300 dipendenti.

F1 | Mondiale 2023: già cancellato il Gran Premio di Cina

La Formula 1 ha annunciato questa mattina la cancellazione del GP di Cina a causa delle restrizioni imposte dal governo locale. Si cerca l'evento che potrà sostituirlo e mantenere così il Mondiale 2023 a 24 gare: può essere Portimao.

F1 | Brawn: "La F1 non abbia paura di ridurre l'uso del DRS"

Ross Brawn si è schierato contro l'attuale utilizzo del DRS che rende i sorpassi troppo semplici e vorrebbe che l'ala mobile fosse utilizzata solo per consentire a chi segue di avvicinarsi alla vettura che precede.

F1 | Qualifiche: se si causa una rossa si perde il tempo migliore

Nella prossima F1 Commission dovrebbe essere discussa la proposta di cancellare il miglior tempo della sessione al pilota che provoca una bandiera gialla o rossa per evitare i "furbi". L'episodio di Perez a Monte Carlo ha continuato a produrre scorie nocive per cui si vorrebbe trovare un deterrente che eviti situazioni imbarazzanti per la F1.

F1 | Ferrari: perché Maranello non è più la... terra promessa?

Mattia Binotto è stato l'ultimo esponente del Cavallino che è diventato capo dopo una carriera interna: la Scuderia sembra non avere figure adatte (se escludiamo Coletta che è concentrato sul programma della 499P per il mondiale Endurance) per cui la caccia al team principal avviene fuori. E si scopre che la Ferrari non è più un ambito punto di approdo, visto che diversi manager hanno preferito declinare con un no alla chiamata. Frederic Vasseur resta la candidatura più realistica in un quadro confuso.

F1 | McLaren: Alex Palou sarà terzo pilota nella stagione 2023

Alex Palou sarà il terzo pilota e prima riserva del team McLaren nella stagione 2023 di Formula 1 quando la IndyCar non correrà contemporaneamente alla massima serie a ruote scoperte del motorsport.

Formula 1
1 dic 2022

F1 | Con l'aerodinamica attiva arriva il DRS "inverso"?

Con le novità regolamentari previste per il 2026 si potrebbe utilizzare l'aerodinamica attiva per rallentare il leader della gara ed evitare che prenda il largo regalando così uno spettacolo migliore in pista. Parola di Ross Brawn.

Formula 1
1 dic 2022

F1 | Steiner: nel 2023 uscirà il suo libro "Surviving to drive"

Gunther Steiner, team principal del team Haas, ha scritto un libro che uscirà ad aprile 2023 legato alle stagioni in cui è stato a capo della squadra americana sino al 2022 compreso.

Formula 1
1 dic 2022