F1 | Red Bull: Baku banco di prova per i problemi al DRS

Dopo i problemi accusati in Spagna la Red Bull ha lavorato per trovare una soluzione ai guasti patiti al DRS e Baku, con le sue elevate velocità, rappresenterà la prova del 9 per capire se tutto è stato risolto.

F1 | Red Bull: Baku banco di prova per i problemi al DRS
Carica lettore audio

In occasione dello scorso GP di Spagna il campione del mondo Max Verstappen ha dovuto alzare il piede in occasione del suo ultimo tentativo in qualifica a causa di un malfunzionamento del DRS.

Mentre la Red Bull pensava di aver trovato una soluzione prima della partenza della gara, il problema si è ripresentato la domenica ostacolando l’olandese nel suo percorso verso la vittoria poi propiziata dal ritiro di Charles Leclerc.

Prima del GP di Monaco gli ingegneri della Red Bull si sono impegnati a fondo per cercare di risolvere il problema definitivamente e secondo il capo ingegnere Monaghan il team dovrebbe aver trovato una soluzione permanente.

“Se vogliamo essere onesti il problema con il DRS è stato auto inflitto. Ora abbiamo imparato una lezione piuttosto dolorosa” ha dichiarato Monaghan facendo intuire come la Red Bull si sia spinta troppo oltre nella ricerca della riduzione del peso.

“Dopo il lavoro compiuto dal nostro staff, la ricerca ed i controlli, siamo riusciti a tirare un sospiro di sollievo. Tutti hanno svolto un lavoro fenomenale in un periodo di tempo davvero breve. La sfida è cambiata da circuito a circuito, perché cambiano le condizioni e la velocità di apertura del dispositivo”.

Max Verstappen, Red Bull Racing RB18, si scontra con George Russell, Mercedes W13

Max Verstappen, Red Bull Racing RB18, si scontra con George Russell, Mercedes W13

Photo by: Mark Sutton / Motorsport Images

“Sono fiducioso ma anche ferito per la lezione che abbiamo ricevuto in Spagna. Adesso abbiamo imparato e dobbiamo andare avanti”.

Se a Monaco il problema al DRS sulle monoposto di Max Verstappen e Sergio Perez non si è presentato, anche perché le velocità massime raggiungibili sul tracciato del Principato non sono elevate, a Baku il team di Milton Keynes dovrà affrontare una sfida completamente diversa dato che sul rettilineo di 2,2 Km si superano i 340 Km/h.

Monaghan ha ammesso come il weeeknd di Baku rappresenterà la prova del 9 per la Red Bull per capire se il problema al DRS sia stato definitivamente risolto.

“Baku presenta delle sfide differenti. La velocità di apertura del DRS a Monaco è di 160 Km/h, mentre in Azerbaijan è di 300 Km/h. Non si tratta del peso sull’ala, ma della forza necessaria per sollevarle contro il suo stesso carico aerodinamico”.

“Credo che sia sciocco riposare sugli allori. Sappiamo dove abbiamo sbagliato ed il nostro compito era risolvere il problema”.

Leggi anche:
condivisioni
commenti
F1 | Ecco gli orari TV di Sky e TV8 del GP dell'Azerbaijan
Articolo precedente

F1 | Ecco gli orari TV di Sky e TV8 del GP dell'Azerbaijan

Prossimo Articolo

Video | TOP 5 Baku: Quando la calma in F1 è... (a)zero

Video | TOP 5 Baku: Quando la calma in F1 è... (a)zero