Racing Point: un'altra reprimenda dai commissari sportivi

La squadra di Silverstone si è dovuta presentare nel dopo corsa per spiegare come mai sulla RP20 siano stati ancora montate le prese dei freni posteriori della Mercedes, sebbene venerdì sia stata pubblicata la sentenza nella quale la FIA ha chiarito che i pezzi contestati sono regolari per le norme tecniche e illegali per quelle sportive. Il collegio di Silverstone se n'è lavato le mani, lasciando che sia il Tribunale d'Appello a sciogliere tutti i nodi.

Racing Point: un'altra reprimenda dai commissari sportivi

Un’altra reprimenda e niente più. Il collegio dei commissari sportivi del GP 70° anniversario ha fatto l’ammuina: ha preso atto che le prese dei freni posteriori della Racing Point non sono legali secondo la sentenza emessa dalla FIA venerdì mattina, ma non è intervenuto con una sanzione perché i pezzi contestati della RP20 sono perfettamente conformi al regolamento tecnico, mentre non ottemperano al regolamento sportivo di F1, dal momento che le Listed part devono essere esclusive per ogni Costruttore e non possono essere condivise.

Le brake duct sono state inserite nelle Listed part dall’inizio del 2020, mentre quelli della Racing Point sostengono che le avevano “copiate” nel 2019, prima che il veto della FIA scattasse.

Sta di fatto che i commissari sportivi di Silverstone hanno adottato lo stesso provvedimento preso dai colleghi del GP di Ungheria e del GP di Gran Bretagna, lasciando che la… patata bollente venga presa in mano dal Tribunale d’Appello della FIA che dovrà discutere i ricorsi presentati da cinque squadre oltre che dalla Racing Point, convinta di poter fare valere le sue ragioni in appello.

La FIA ha sanzionato la Racing Point con 400 mila dollari di multa e 15 punti nella classifica Costruttori nel GP della Stiria, non intervenendo poi negli altri appuntamenti nella convinzione che il “reato” si era istinto con il primo provvedimento.

Le altre squadre, ovviamente, non la pensano così, ritenendo che i piloti della RP20 possono godere di un vantaggio, dal momento che il team di Silverstone ha potuto usare energie e risorse su altri aspetti prestazionali della macchina, non dovendosi occupare delle brake duct prese dalla Mercedes.

Ma l’intenzione è di cercare di colpire la Mercedes e Toto Wolff. Mattia Binotto è stato categorico: “Se c’è qualcuno che copia il compito è perché c’è qualcun altro che glielo passa”. La questione spinosa è solo all’inizio.

condivisioni
commenti
Ferrari: Leclerc ha saputo giocare il jolly di un pit stop
Articolo precedente

Ferrari: Leclerc ha saputo giocare il jolly di un pit stop

Prossimo Articolo

Hamilton: "Blistering enorme e le gomme erano come palloni"

Hamilton: "Blistering enorme e le gomme erano come palloni"
Carica commenti
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Formula 1
29 nov 2021
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021
La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1 Prime

La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1

Una forza mentale incredibile. Questo è quello che appare ascoltando il racconto di Robert Kubica a Ben Anderson sulle sfide che ha dovuto affrontare per tornare al volante di una monoposto di F1.

Formula 1
28 nov 2021
Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1 Prime

Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1

Si fa presto a criticare una strategia stando comodamente sul proprio divano, lontano dallo stress di un muretto box in gara. Ecco come nascono e come vengono studiate le strategie di Formula 1, con parametri incredibili che non lasciano davvero nulla al caso

Formula 1
28 nov 2021
Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse!

In questo nuovo video di Motorsport.com, andiamo ad analizzare le occasioni perse di Max Verstappen nel combattutissimo duello contro Lewis Hamilton nel mondiale 2021. Forse, senza di quelle, avremmo già un campione del mondo?

Formula 1
27 nov 2021
Video F1 | Hamilton, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Hamilton, quante occasioni perse!

Andiamo ad analizzare insieme le occasioni perse da Lewis Hamilton nel corso del mondiale 2021 di Formula 1. In questo video, riassumiamo gli errori dell'inglese durante l'anno e le occasioni nelle quali ha performato al di sotto delle sue potenzialità, ottenendo risultati che alla fine dell'ultimo GP potrebbero decretarne la sconfitta iridata

Formula 1
26 nov 2021
F1 | Ceccarelli: "Alonso si sente integro e vuole dimostrarlo" Prime

F1 | Ceccarelli: "Alonso si sente integro e vuole dimostrarlo"

In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano la figura del "giovanotto" Fernando Alonso, reo di aver conquistato un podio in Formula 1 dopo sette anni. Eppure, nonostante l'età, ha ancora tanta voglia di dimostrare il suo valore...

Formula 1
24 nov 2021