Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia

F1 | Proposta una nuova ripartizione di punteggio: ecco quale

La F1 è in procinto di accettare un nuovo sistema di punteggio che possa rendere più equa la lotta nel centro gruppo. Questo assegnerà punti fino al 12esimo posto.

Oscar Piastri, McLaren MCL38

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Nel corso delle ultime settimane la Formula 1 ha ideato un nuovo sistema di ripartizione del punteggio e, a oggi, sembra che questo stia ottenendo il supporto necessario per essere approvato. A oggi i team principali hanno chiarito che non la bloccheranno.

Come rivelato in esclusiva da Motorsport.com in vista del Gran premio di Cina, i team di F1 discuteranno con la FIA e la FOM l'idea di rivedere il sistema di punti per il 2025, offrendo la possibilità di prendere punti fino al 12esimo posto.

Questa nuova proposta è stata pensata per evitare che l'attuale situazione della F1 - che ha 5 team con margine di prestazione sugli altri - possa avere un'influenza enorme nella lotta a centro gruppo. Non è un caso che la zona punti voglia essere aumentata e fatta arrivare sino al 12esimo posto.

La nuova ripartizione punti rimarrà invariata fino al settimo posto, ma dall'ottava posizione in giù le cose cambieranno. La modifica è stata pensata in modo tale da non avere un impatto sulle squadre leader dal punto di vista della competitività, inoltre di non comportare un aumento di punteggio per evitare che possa lievitare la tassa di iscrizione basata sui punti che devono pagare alla FIA ogni anno.

Per fare in modo che questa proposta venga approvata e attuata a partire dalla prossima stagione dovrà ottenere il sostegno della maggioranza semplice dei team, il che richiede l'approvazione di 5 scuderie e l'appoggio di FIA e FOM.

Il team principal della Ferrari, Fred Vasseur, ha dichiarato: "Non sono contrario. Venendo dall'Alfa Romeo, capisco perfettamente la frustrazione che si prova quando si fa un mega weekend, ma se non c'è un ritiro davanti a te, finisci 11esimo e la ricompensa è zero. Al momento si può arrivare in 11esimo o in 20esimo ed è la stessa cosa, quindi posso capire la frustrazione per questo".

Il team principal della Red Bull, Christian Horner, ha aggiunto: "Al momento sembra che ci siano due gruppi in Formula 1, e le squadre dalla sesta alla decima posizione sono in lotta dura come quelle dalla prima alla quinta".

"Penso che sia una di quelle cose in cui bisogna fare i conti e guardare le analisi e dire: cosa cambierebbe in realtà? Quindi sono imparziale".

Le squadre che sono impegnate nella battaglia a centrocampo per le posizioni minori sono particolarmente ansiose di vedere il cambiamento. Il team principal della RB, Laurent Mekies, ha dichiarato a Motorsport.com di non vedere alcun aspetto negativo nel nuovo sistema, che a suo parere rappresenterebbe un miglioramento per la F1 nel suo complesso.

"Naturalmente lo sosterrò", ha detto. "Non ci sono più i "backmarker". In F1 ci sono sei costruttori, più la Red Bull Racing, quindi sono sette i top team".

"Anche gli ultimi cinque team sono ormai grandi organizzazioni ed è molto difficile spiegare all'esterno, ai nostri partner e ai nostri fan, che lottiamo per una P11 che in realtà concede zero punti".

"Se si considera il livello di competitività dei primi cinque team e il livello di affidabilità delle vetture, significa che per la maggior parte della gara si lotta teoricamente per zero punti, e non crediamo sia giusto".

"Pensiamo anche che sia più meritocratico perché, se si ottengono punti fino alla 12esima posizione, si evita l'effetto per cui, se succede qualcosa di completamente straordinario e qualcuno ottiene una quinta o una quarta posizione sotto la pioggia, significa che gli altri possono rimanere a casa per 10 gare".

"Riteniamo che sia una soluzione che soddisfa tutte le esigenze e che non presenta praticamente nessuna controindicazione, quindi speriamo che venga approvata".

Il boss del team Haas, Ayao Komatsu, ha aggiunto: "Qual è l'aspetto negativo? Attualmente abbiamo tre squadre a zero punti e non credo che questo sia positivo per lo sport".

"Se a qualcuno venissero assegnati punti per la P11 e la P12, ci sarebbero meno persone a zero punti. Penso quindi che sia più chiaro per i tifosi e per la motivazione di tutti coloro che lavorano in una squadra. È molto meglio arrivare in P12 con un punto, in P11 con due punti - è una ricompensa".

F1  - Ecco la nuova proposta di ripartizione del punteggio

Posizione finale

Punteggio attuale

Punteggio proposto

1

25

25

2

18

18

3

15

15

4

12

12

5

10

10

6

8

8

7

6

6

8

4

5

9

2

4

10

1

3

11

0

2

12

0

1

Giro più veloce

1  (vale se sei in Top 10)

1  (vale se sei in Top 12)

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente F1 | Hamilton deluso: "Setup sbagliato dovuto alle mie richieste"
Prossimo Articolo F1 | Partenza anticipata: i team valutano delle modifiche alle regole

Top Comments

Non ci sono ancora commenti. Perché non ne scrivi uno?

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia