F1, Portimao: nessuna sanzione per Verstappen e Stroll

Il pilota della Red Bull e quello della Racing Point sono stati protagonisti di un controverso incidente in curva 1 nel corso della FP2, ma i commissari hanno ritenuto di non dover penalizzare nessuno dei due.

F1, Portimao: nessuna sanzione per Verstappen e Stroll

La seconda sessione di prove libere andata in scena sul tracciato di Portimao è stata interrotta per ben due volte con bandiera rossa.

Nel primo caso lo stop al turno si è reso necessario a seguito delle fiamme che hanno avvolto il retrotreno della AlphaTauri di Pierre Gasly costringendo i commissari di pista ad intervenire celermente per ridurre al minimo i danni, mentre nel secondo caso la bandiera rossa è stata esposta dopo un controverso contatto avvenuto tra Lance Stroll e Max Verstappen.

Il pilota della Red Bull ha seguito il collega canadese sul rettilineo principale per poi aprire l’ala mobile e cercare il sorpasso pensando che Stroll stesse concludendo una simulazione di qualifica.

Il portacolori della Racing Point, invece, ha proseguito per un secondo tentativo dopo essere stato avvisato dai box e non ha alzato minimante il piede dall’acceleratore sul lungo rettilineo del tracciato dell’Algarve.

Verstappen ha così provato ad infilare Stroll all’interno di curva 1, ma il canadese, senza essersi accorto della RB16 di Max al suo fianco, ha impostato la traiettoria normalmente per poi essere colpito nella posteriore destra dalla Red Bull e finire la sua corsa nell’ampia via di fuga.

Verstappen non ha risparmiato via radio commenti lusinghieri nei confronti di Stroll, ed entrambi i piloti, al termine del turno, sono stati convocati dai commissari per spiegare l’accaduto.

Al termine dell’audizione si è deciso di non punire nessuno dei due per l’incidente che ha provocato la seconda interruzione del turno perché, secondo i commissari, si è trattato di un concorso di colpe.

“Stroll era in un giro veloce e nel giro precedente all’incidente aveva ricevuto strada da Verstappen” hanno comunicato gli stewards.

“In base alle informazioni ricevute dal suo team, e dalla consuetudine in questi casi, Verstappen credeva che Stroll non avrebbe proseguito per un secondo giro lanciato e si sarebbe spostato sul lungo rettilineo principale”.

“Il muretto della Racing Point, però, ha chiesto al canadese di procedere con un secondo giro e Stroll pensava che Verstappen avrebbe alzato il piede per creare un margine tra le due monoposto senza aspettarsi una manovra di sorpasso”.

“Entrambi i piloti, una volta ascoltati, hanno affermato che l’incidente è stato il frutto di un malinteso che, con il senno di poi, si sarebbe potuto facilmente evitare”.

“Per questa ragione i commissari hanno ritenuto di non punire nessuno dei due dato che né Verstappen né Stroll hanno avuto un ruolo predominante nella dinamica dello scontro”.

condivisioni
commenti
Leclerc: "Bene sul giro secco, in gara sarà un'incognita"

Articolo precedente

Leclerc: "Bene sul giro secco, in gara sarà un'incognita"

Prossimo Articolo

Hamilton: "Ho guidato una Mercedes tremenda nelle FP2"

Hamilton: "Ho guidato una Mercedes tremenda nelle FP2"
Carica commenti
Jordan: dal debutto shock in F1 ad una fine ingloriosa Prime

Jordan: dal debutto shock in F1 ad una fine ingloriosa

John Watson è stato il primo pilota a provare la neonata Jordan 191 trovandola subito eccellente. L'ex pilota racconta in prima persona tutte le sensazioni dei primi passi del team di Eddie Jordan in Formula 1.

GP Russia: Norris, prima pole della carriera! Prime

GP Russia: Norris, prima pole della carriera!

Lando Norris riporta la McLaren in pole position e si prende la prima posizione nelle qualifiche del GP di Russia di Formula 1. Al suo fianco l'inglese trova la Ferrari di Carlos Sainz. Terzo il solito sorprendente Russell, davanti alla Mercedes di Lewis Hamilton

Piola: "Russell straordinario con una Williams più carica" Prime

Piola: "Russell straordinario con una Williams più carica"

In questo nuovo video di Motorsport. com, Franco Nugnes e Giorgio Piola analizzano i motivi che hanno portato il Gran Premio di Russia a regalare una qualifica sorprendente: McLaren in pole, con Norris, davanti a Sainz e Russell. Cos'ha reso questi tre piloti così veloci?

Formula 1
25 set 2021
Bobbi: "Norris prende i cordoli come sull'asciutto" Prime

Bobbi: "Norris prende i cordoli come sull'asciutto"

In questa nuova puntata di Piloti Top Secret, andiamo ad analizzare i vari stili di guida in occasione delle qualifiche del GP di Russia di F1 in compagnia di Matteo Bobbi e Marco Congiu

Formula 1
25 set 2021
Piola: "Mercedes vuole fare la differenza a Sochi " Prime

Piola: "Mercedes vuole fare la differenza a Sochi "

Andiamo ad analizzare le soluzioni tecniche che hanno esordito nel venerdì di Prove Libere del Gran Premio di Russia, commentandole in maniera dettagliata in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola

Formula 1
24 set 2021
Bobbi: "Bottas più efficace di Lewis in frenata" Prime

Bobbi: "Bottas più efficace di Lewis in frenata"

Andiamo ad analizzare il venerdì di prove libere del Gran Premio di Russia di Formula 1 in compagnia di Matteo Bobbi e Marco Congiu in questa nuova puntata del podcast Piloti Top Secret. In quella che è da sempre un feudo Mercedes, Valtteri Bottas brilla conquistando il miglior crono in entrambe le sessioni

Formula 1
24 set 2021
Hakkinen: ecco come il finlandese è sbocciato alla Lotus Prime

Hakkinen: ecco come il finlandese è sbocciato alla Lotus

Nel 1991, mentre Michael Schumacher debuttava in F1 al volante di una Jordan competitiva, Hakkinen faceva il suo esordio alla guida di una Lotus ormai in declino. Mark Gallagher ricorda come il finlandese riuscì ugualmente ad impressionare il paddock.

Formula 1
22 set 2021
Ceccarelli: “A Sochi aspettiamoci un’altra ruotata” Prime

Ceccarelli: “A Sochi aspettiamoci un’altra ruotata”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Doctor F1. In questa puntata, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano di come l'asticella della tensione sia orma alta tra Hamilton e Verstappen alla luce di quanto successo a Monza. Ed in quel di Sochi, è più che lecito attendersi un altro capitolo del duello.

Formula 1
22 set 2021