Polysil Gold: i cerchi all'interno non saranno più neri

La Nanoprom lancia un nuovo prodotto che contiene una minima parte di oro. Perché così...

Le squadre top di Formula 1 nel 2016 non avranno i cerchi con la parte interna verniciata di nero. Questo non vuole dire che i team abbiano rinunciato alla possibilità di scaldare la ruota in magnesio, aumentando lo scambio termico che consente di aumentare molto in fretta la pressione di gonfiaggio del pneumatico Pirelli. La Nanoprom, azienda di Sassuolo che si è messa in luce nel Circus grazie al Polysil, ha messo a punto un nuovo prodotto che è stato chiamato Polysil Gold.

Si tratta di un’importante evoluzione che si vedrà ai test invernali di Barcellona: i nuovi test di trasmittanza termica hanno evidenziato che si può ottenere un risultato quasi doppio di quello ottenuto in precedenza grazie al basso gloss del colore nero. La Nanoprom, infatti, ha inserito nella formula nuovi nanomateriali: il fatto che ci sia anche una piccola percentuale di oro ha permesso di nominare il nuovo prodotto, Polysil Gold.

L’azienda di Gian Luca Falleti sta avviando un nuovo impianto di produzione di nanomateriali che la pone all’avanguardia in campo nazionale, pur senza rinunciare alle partnership mondiali che sono in atto. La Nanoprom in questo modo avrà la capacità di testare i nuovi additivi nella massima segretezza e celerità, due caratteristiche indispensabili per chi lavora in Formula 1.

Entro fine aprile, infatti, verrà inaugurata la Divisione Nanocenter che diventerà un centro di ricerca con le più avanzate attrezzature in materia di nanomateriali, potendo contare sulla collaborazione di alcune Università Italiane e il “Ciclope” il centro di misurazione fluidodinamica del C.N.R. che ha nel professor Alessandro Talamelli il suo cardine.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Curiosità