Pirelli: ecco "The Doggy" che misura il grip delle piste

Il fornitore unico di gomme in F1 dispone da Silverstone di un nuovo strumento utile a misurare l'aderenza dei diversi asfalti che compongono le piste nel calendario dei GP. L'ingegnere Martin Wahl ogni giovedì effettua un giro di pista con il rugosimetro e rivela i dati necessari a definire il livello di aderenza di un tracciato rispetto a un altro.

Pirelli: ecco "The Doggy" che misura il grip delle piste

Martin Wahl è uno degli ingegneri della Pirelli che al giovedì mattina di ogni Gran Premio è chiamato a fare un giro di pista con “The Doggy”. Il cagnolino, come è stato soprannominato il curioso… triciclo, è dal GP di Gran Bretagna a Silverstone che non passa inosservato.

Il rugosimetro è il nuovo strumento di cui la Pirelli si è dotata di recente per misurare il grip dell’asfalto delle piste che compongono il calendario di Formula 1. Martin Wahl, fra gli altri compiti a cui è destinato in un weekend di gara, si preoccupa di effettuare un giro di ogni pista con “The Doggy” seguendo le traiettorie che poi percorreranno le monoposto.

La gomma anteriore è stata strumentata per permettere di raccogliere in modo ripetitivo i dati sull’aderenza del fondo della pista.

La rugosità è la proprietà che ha una superficie di un corpo costituita da micro imperfezioni geometriche che si presentano generalmente in forma di solchi o scalfitture, di forma, profondità e direzione variabili.

“The Doggy”, quindi, ha il compito di analizzare la tessitura dell’asfalto macro e micro. Le ricerche hanno dimostrano che alle alte velocità l’aderenza si riduce di meno nel caso di maggiore macro tessitura superficiale; mentre a velocità più basse l’aderenza è favorita da una superficie con una maggiore micro-tessitura.

Martin Wahl con il rugosimetro rileva la formazione del conglomerato bitumoso: a livello macro misura le distanze fra un “sassolino” e l’altro e la profondità dei solchi che compongono la matrice dell’asfalto, mentre a livello micro analizza i singoli “sassolini”.

I dati rilevati nella doppia misurazione permettono di rilavare qual è il coefficiente di attrito della pista, potendo confrontare le informazioni di un circuito con quell’altro e permettendo la costruzione di una banca dati che può essere molto utile nella fase di simulazione, per esempio quando si deve scegliere una gomma per un tracciato nel quale la F1 non ha mai corso come è successo a Losail e come accadrà per Jeddah.

L'ingegnere Pirelli con

L'ingegnere Pirelli con "The Doggy" lo strumento utile per misurare l'aderenza

Photo by: Steven Tee / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Mazepin sr. propone un piano di incentivi per la Haas nel '22
Articolo precedente

Mazepin sr. propone un piano di incentivi per la Haas nel '22

Prossimo Articolo

Barcellona rinnova con Formula 1 e MotoGP fino al 2026

Barcellona rinnova con Formula 1 e MotoGP fino al 2026
Carica commenti
Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi Prime

Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi

Michael Masi è ancora una volta protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il Direttore Gara della F1 ha mostrato tutti i propri evidenti limiti nela conduzione di un infuocato GP dell'Arabia Saudita, con Hamilton e Verstappen che certamente non gli hanno reso la vita facile, ma che hanno cotribuito a mettere in mostra tutte le problematiche di un arbitro che pare sempre più inadeguato al ruolo che ricopre

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato" Prime

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato"

Nella domenica saudita a far discutere, ancora una volta, è Michael Masi. Un atteggiamento discutibile e che mette in evidenza la difficoltà nel gestire il dentro e il fuori la pista di un mondiale che si deciderà ad Abu Dhabi. Ecco l'analisi di Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi, in questo nuovo video di Motorsport.com.

Formula 1
6 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max"

Max Verstappen e Lewis Hamilton hanno offerto uno spettacolo al limite della sportività. L'inglese, tuttavia, è stato più accorto e scaltro dell'olandese, che in un'altra epoca della F1 avrebbe rischiato grosso una volta raggiunto il parco chiuso

Formula 1
6 dic 2021
Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione Prime

Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione

OPINIONE: La pressione è tutta su Red Bull e Mercedes mentre la stagione 2021 di Formula 1 si prepara alla sua doppietta finale. Il consulente tecnico di Motorsport.com ed ex ingegnere McLaren F1 Tim Wright spiega come le rispettive squadre affronteranno quello che sarà un fattore cruciale nell'esito del campionato piloti e costruttori.

Formula 1
5 dic 2021
F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori Prime

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori

Vincere il titolo Costruttori comporta un vantaggio da un punto di vista economico, ma con le nuove regole introdotte dalla F1 i team meglio piazzati devono scontare limitazioni in galleria del vento e al CFD.

Formula 1
5 dic 2021
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Formula 1
3 dic 2021