Pirelli analizza le forature: c'erano tagli sul battistrada

Bottas, Sainz e poi Hamilton hanno subito tre forature dell'anteriore destra (gomma non in appoggio) nel finale del GP di Gran Bretagna: Lewis ha concluso la gara su tre ruote vincendo la gara, ma gli pneumatici molto usurati potrebbero aver ceduto per la presenza di detriti dell'ala di Kimi Raikkonen che si era rotta al 47esimo giro. Pirelli deve decidere se la prossima settimana passare a un compound più morbido di una mescola.

Pirelli analizza le forature: c'erano tagli sul battistrada

I tecnici della Pirelli stanno analizzando la gomma anteriore sinistra dechappata con la quale Lewis Hamilton ha vinto il GP di Gran Bretagna: dai primi riscontri sarebbero emersi dei tagli sul battistrada per cui non è da escludere che il campione del mondo sia finito su qualche detrito.

Gli indizi portano all’ala anteriore che Kimi Raikkonen ha rotto nel corso del 47esimo giro, seminando pezzi di carbonio lungo la lista nel suo tentativo di rientrare in pit lane. Non deve sorprendere, quindi, se Valtteri Bottas ha visto afflosciarsi l’anteriore sinistra mentre stava controllando la seconda piazza dopo aver rinunciato alla battaglia per la vittoria con l’esa-campione.

Si è trattato di una grande sorpresa che ha preso in contropiede il team di Brackley, ma è andata bene a Hamilton che è riuscito a completare il GP con un pneumatico a terra collezionando la 87esima vittoria. L’inglese è stato fortunato che la gomma non si sia sfilata dal cerchio senza danneggiare la sospensione.

I tecnici di Brackley stavano monitorando le due coperture di destra ,che mostravano evidenti segni di blister, ma a cedere sono state quelle di sinistra, che sono quelle più in appoggio. Anche Carlos Sainz è stato vittima dello stesso identico problema al 50esimo giro e lo spagnolo ha ammesso che non c’erano state avvisaglie per l’imprevista perdita di pressione della gomma che ha preceduto il finale thrilling di Lewis Hamilton.

L’analisi delle gomme arrivate in parco chiuso ha mostrato grande usura anche per le gomme Hard, vale a dire la mescola più dura, ma va detto che si tratta di coperture che avevano 43 giri sulle spalle, una distanza superiore a quella consigliata.

La Pirelli farà tutte le indagini del caso perché la prossima settimana per il secondo GP a Silverstone sarebbe previsto un salto di mescola passando da C1, C2 e C3 a C2, C3 e C4. Verrò cambiato qualcosa? Lo sapremo presto…

condivisioni
commenti
Hamilton: "Dopo la foratura ho avuto il cuore in gola"

Articolo precedente

Hamilton: "Dopo la foratura ho avuto il cuore in gola"

Prossimo Articolo

Verstappen: "Ho cambiato le gomme per non rischiare, peccato"

Verstappen: "Ho cambiato le gomme per non rischiare, peccato"
Carica commenti
Piola: "Mercedes vuole fare la differenza a Sochi " Prime

Piola: "Mercedes vuole fare la differenza a Sochi "

Andiamo ad analizzare le soluzioni tecniche che hanno esordito nel venerdì di Prove Libere del Gran Premio di Russia, commentandole in maniera dettagliata in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola

Bobbi: "Bottas più efficace di Lewis in frenata" Prime

Bobbi: "Bottas più efficace di Lewis in frenata"

Andiamo ad analizzare il venerdì di prove libere del Gran Premio di Russia di Formula 1 in compagnia di Matteo Bobbi e Marco Congiu in questa nuova puntata del podcast Piloti Top Secret. In quella che è da sempre un feudo Mercedes, Valtteri Bottas brilla conquistando il miglior crono in entrambe le sessioni

Hakkinen: ecco come il finlandese è sbocciato alla Lotus Prime

Hakkinen: ecco come il finlandese è sbocciato alla Lotus

Nel 1991, mentre Michael Schumacher debuttava in F1 al volante di una Jordan competitiva, Hakkinen faceva il suo esordio alla guida di una Lotus ormai in declino. Mark Gallagher ricorda come il finlandese riuscì ugualmente ad impressionare il paddock.

Formula 1
22 set 2021
Ceccarelli: “A Sochi aspettiamoci un’altra ruotata” Prime

Ceccarelli: “A Sochi aspettiamoci un’altra ruotata”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Doctor F1. In questa puntata, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano di come l'asticella della tensione sia orma alta tra Hamilton e Verstappen alla luce di quanto successo a Monza. Ed in quel di Sochi, è più che lecito attendersi un altro capitolo del duello.

Formula 1
22 set 2021
BRM P201: una vettura sorprendente dal potenziale sprecato Prime

BRM P201: una vettura sorprendente dal potenziale sprecato

Nonostante un podio ottenuto al debutto, la BRM P201 non è mai più riuscita a replicare questo risultato ed ha vanificato tutto il potenziale inespresso.

Formula 1
21 set 2021
Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità Prime

Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità

La power unit del prossimo anno sembra che risponda ai target di potenza cercati da Zimmermann per colmare il gap dal motore Mercedes, mentre c'è ancora del lavoro da fare sul fronte dell'affidabilità. A Maranello hanno deciso di prendere dei rischi, portando in pista soluzioni innovative che accusano ancora dei problemi di gioventù. Ma c'è tempo per raggiungere i target di durata.

Formula 1
18 set 2021
F1: Zhou in Alfa Romeo sarebbe un boomerang per Alpine? Prime

F1: Zhou in Alfa Romeo sarebbe un boomerang per Alpine?

Il cinese sembra ormai vicino a prendere il posto di Antonio Giovinazzi in Alfa Romeo, ma il suo arrivo in F1 potrebbe rivelarsi un boomerang per la Academy Alpine che ne ha sostenuto la carriera negli ultimi anni.

Formula 1
18 set 2021
Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21 Prime

Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21

Andiamo a conoscere nel dettaglio le differenze tra la SF21 e la SF1000, grazie alle quali la Rossa è tornata nelle parti alte della classifica

Formula 1
18 set 2021