Pirelli analizza le forature: c'erano tagli sul battistrada

Bottas, Sainz e poi Hamilton hanno subito tre forature dell'anteriore destra (gomma non in appoggio) nel finale del GP di Gran Bretagna: Lewis ha concluso la gara su tre ruote vincendo la gara, ma gli pneumatici molto usurati potrebbero aver ceduto per la presenza di detriti dell'ala di Kimi Raikkonen che si era rotta al 47esimo giro. Pirelli deve decidere se la prossima settimana passare a un compound più morbido di una mescola.

Pirelli analizza le forature: c'erano tagli sul battistrada

I tecnici della Pirelli stanno analizzando la gomma anteriore sinistra dechappata con la quale Lewis Hamilton ha vinto il GP di Gran Bretagna: dai primi riscontri sarebbero emersi dei tagli sul battistrada per cui non è da escludere che il campione del mondo sia finito su qualche detrito.

Gli indizi portano all’ala anteriore che Kimi Raikkonen ha rotto nel corso del 47esimo giro, seminando pezzi di carbonio lungo la lista nel suo tentativo di rientrare in pit lane. Non deve sorprendere, quindi, se Valtteri Bottas ha visto afflosciarsi l’anteriore sinistra mentre stava controllando la seconda piazza dopo aver rinunciato alla battaglia per la vittoria con l’esa-campione.

Si è trattato di una grande sorpresa che ha preso in contropiede il team di Brackley, ma è andata bene a Hamilton che è riuscito a completare il GP con un pneumatico a terra collezionando la 87esima vittoria. L’inglese è stato fortunato che la gomma non si sia sfilata dal cerchio senza danneggiare la sospensione.

I tecnici di Brackley stavano monitorando le due coperture di destra ,che mostravano evidenti segni di blister, ma a cedere sono state quelle di sinistra, che sono quelle più in appoggio. Anche Carlos Sainz è stato vittima dello stesso identico problema al 50esimo giro e lo spagnolo ha ammesso che non c’erano state avvisaglie per l’imprevista perdita di pressione della gomma che ha preceduto il finale thrilling di Lewis Hamilton.

L’analisi delle gomme arrivate in parco chiuso ha mostrato grande usura anche per le gomme Hard, vale a dire la mescola più dura, ma va detto che si tratta di coperture che avevano 43 giri sulle spalle, una distanza superiore a quella consigliata.

La Pirelli farà tutte le indagini del caso perché la prossima settimana per il secondo GP a Silverstone sarebbe previsto un salto di mescola passando da C1, C2 e C3 a C2, C3 e C4. Verrò cambiato qualcosa? Lo sapremo presto…

condivisioni
commenti
Hamilton: "Dopo la foratura ho avuto il cuore in gola"
Articolo precedente

Hamilton: "Dopo la foratura ho avuto il cuore in gola"

Prossimo Articolo

Verstappen: "Ho cambiato le gomme per non rischiare, peccato"

Verstappen: "Ho cambiato le gomme per non rischiare, peccato"
Carica commenti
Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi Prime

Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi

Michael Masi è ancora una volta protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il Direttore Gara della F1 ha mostrato tutti i propri evidenti limiti nela conduzione di un infuocato GP dell'Arabia Saudita, con Hamilton e Verstappen che certamente non gli hanno reso la vita facile, ma che hanno cotribuito a mettere in mostra tutte le problematiche di un arbitro che pare sempre più inadeguato al ruolo che ricopre

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato" Prime

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato"

Nella domenica saudita a far discutere, ancora una volta, è Michael Masi. Un atteggiamento discutibile e che mette in evidenza la difficoltà nel gestire il dentro e il fuori la pista di un mondiale che si deciderà ad Abu Dhabi. Ecco l'analisi di Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi, in questo nuovo video di Motorsport.com.

Formula 1
6 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max"

Max Verstappen e Lewis Hamilton hanno offerto uno spettacolo al limite della sportività. L'inglese, tuttavia, è stato più accorto e scaltro dell'olandese, che in un'altra epoca della F1 avrebbe rischiato grosso una volta raggiunto il parco chiuso

Formula 1
6 dic 2021
Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione Prime

Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione

OPINIONE: La pressione è tutta su Red Bull e Mercedes mentre la stagione 2021 di Formula 1 si prepara alla sua doppietta finale. Il consulente tecnico di Motorsport.com ed ex ingegnere McLaren F1 Tim Wright spiega come le rispettive squadre affronteranno quello che sarà un fattore cruciale nell'esito del campionato piloti e costruttori.

Formula 1
5 dic 2021
F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori Prime

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori

Vincere il titolo Costruttori comporta un vantaggio da un punto di vista economico, ma con le nuove regole introdotte dalla F1 i team meglio piazzati devono scontare limitazioni in galleria del vento e al CFD.

Formula 1
5 dic 2021
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Formula 1
3 dic 2021