Formula 1
03 lug
-
05 lug
Evento concluso
10 lug
-
12 lug
Prove Libere 3 in
07 Ore
:
45 Minuti
:
12 Secondi
G
GP 70° Anniversario
07 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
26 giorni
G
GP del Messico
30 ott
-
01 nov
FP1 in
111 giorni
G
GP del Brasile
13 nov
-
15 nov
FP1 in
125 giorni
G
GP da Abu Dhabi
27 nov
-
29 nov
FP1 in
139 giorni

F1, Perez: "Vettel più vicino al ritiro che ad un altro team"

condivisioni
commenti
F1, Perez: "Vettel più vicino al ritiro che ad un altro team"
Di:
Co-autore: Diego Mejia
13 mag 2020, 14:07

Sergio Perez è convinto che sia più probabile che Sebastian Vettel si ritiri piuttosto che cambiare squadra nel 2021, quando andrà via dalla Ferrari.

Perez è già impegnato con la Racing Point e, successivamente, quando cambierà nome, con l'Aston Martin fino al 2022, quindi non è stato preso in considerazione come possibile sostituto di Vettel a Maranello il prossimo anno.

Tuttavia, il pilota messicano ha suggerito che la partenza del tedesco non è stata un fulmine a ciel sereno.

"Avevo sentito che le cose tra loro non andavano bene" ha detto Perez a Motorsport.com. "Da entrambe le parti non c'era più il feeling degli anni precedenti e credo che il fattore Leclerc sia stato fondamentale".

"La scommessa per il futuro della Ferrari è chiaramente Charles, che ha vissuto una prima stagione incredibile con la squadra, e credo che questo possa aver smosso tante altre cose".

"Forse durante questo stop si è reso conto di molte cose e gli è servito a riflettere. La McLaren potrebbe essere la sua opzione per il futuro forse, ma ne dubito".

"Probabilmente, questo potrebbe essere il suo ultimo anno in Formula 1. Lo vedo più vicino al ritiro che ad un'altra squadra, ma non lo so. Parlo più come un fan, non so esattamente cosa gli passi per la testa".

Leggi anche:

Riguardo all'impatto della pausa attuale, ha aggiunto: "Viviamo in quella bolla che è la F1. Siamo sempre in gara e a volte pensiamo che sia tutto qui".

"Ma se ci guardiamo intorno e vediamo questa vita diversa, a cui non siamo abituati, ci porta a farci delle domande sulla vita, tipo cominciare a pensare al momento del ritiro. Ma ti rendi conto che c'è tanto anche fuori dalle corse".

Perez poi ha ammesso che Carlos Sainz Jr e Daniel Ricciardo sarebbero entrambi delle buone scelte per la Ferrari e ritiene che per il primo sarebbe un'opportunità unica, se effettivamente dovesse essere lui il prescelto.

"Stiamo per scoprire chi sarà. Entrambe sono ottime opzioni per il team. Carlos viene da una grande stagione con la McLaren e, alla fine in F1, bisogna saper cogliere le opportunità, perché c'è una memoria molto corta. Ha grandi possibilità e se lo merita".

"Penso che sia un grande professionista, un ottimo pilota, un gran lavorare, conosce bene le gare e sa come sfruttare al meglio le opportunità. Penso che si sia meritato l'opportunità di essere considerato come compagno di Leclerc".

Quando gli è stato domandato se la Ferrari sia una squadra a cui non si può dire no, Perez ha detto: "Non è così per tutti i piloti, ma correre con la Ferrari è un'opportunità unica. E' la squadra con più storia".

"La squadra è cambiata molto negli ultimi tempi, non erano abituati a lavorare con dei giovani come Leclerc, ma ora lo sono".

"Forse vogliono un po' di competizione tra i loro piloti, ma è difficile saperlo. Vedremo la durata del contratto, ma a parte questo, si è sicuramente liberato un posto importante sulla griglia di partenza" ha concluso.

Prossimo Articolo
Ferrari e ITT: ecco il respiratore polmonare FI5!

Articolo precedente

Ferrari e ITT: ecco il respiratore polmonare FI5!

Prossimo Articolo

F1 Stories: 13 maggio 1950, il primo Gran Premio

F1 Stories: 13 maggio 1950, il primo Gran Premio
Carica commenti