F1 | Perez: "Una vittoria speciale che è molto importante"

Il messicano ha dovuto aspettare tre ore per essere certo della vittoria nel GP di Singapore, ma per Checo si tratta di un successo che ha il sapore speciale: "Sono cosciente che quando le cose non vanno bene si è in discussione, anche per questo ritengo la vittoria di oggi molto, molto importante”. “Quei giri finali sono stati speciali perché sono riuscito a costruire il gap che mi aveva chiesto la squadra. Ho dovuto gestire tanti momenti non semplici per cui questa è stata la miglior gara della mia vita”

F1 | Perez: "Una vittoria speciale che è molto importante"
Carica lettore audio

“È stata la miglior gara della mia vita”. Sergio Perez è provato, mancano le energie per poter manifestare completamente la sua gioia, ma il sorriso che mostra nelle pause che si concede prima di rispondere alle domande di rito nella conferenza stampa, è molto indicativo.

La vittoria numero ‘4’ della carriera è arrivata in un momento cruciale, ed è ossigeno puro nella stagione di Checo, arrivato a Singapore con uno score non proprio esaltante. Nelle sei gare precedenti a quella di Marina Bay era salito sul podio in una sola occasione (secondo a Spa), assistendo ad una striscia esaltante del compagno di squadra.

Sergio Perez viene  festeggiato sul podio di Singapore dopo la discussa vittoria

Sergio Perez viene festeggiato sul podio di Singapore dopo la discussa vittoria

Photo by: Lionel Ng / Motorsport Images

Tanto dura è stata l’estate quanto esaltante la riscossa, arrivata in modo autoritario in una domenica in cui la Red Bull ha riposto su di lui le sue speranze di vittoria. Perez è stato impeccabile: partenza perfetta (il momento clou) e 59 giri tutti al comando. “Il passo con le intermedie è stato buono – ha commentato Checo – ma ho dovuto gestire tanti momenti non semplici e soprattutto una pista resa molto insidiosa da alcuni tratti asciutti e altri umidi. Il grip cambiava molto e il rischio di commettere un errore è stato molto alto dal via al traguardo”.

La portata dell’impresa di Perez è data soprattutto dall’aver avuto la sagoma di Leclerc negli specchietti per lunga parte di gara, ed anche quando a dieci giri dal termine è riuscito a togliere Leclerc dalla zona DRS non ha potuto rilassarsi.

Sergio Perez in piedi sulla Red Bull RB18 dopo la vittoria a Marina Bay

Sergio Perez in piedi sulla Red Bull RB18 dopo la vittoria a Marina Bay

Photo by: Simon Galloway / Motorsport Images

La squadra lo ha informato della necessità di costruire un margine di cinque secondi sulla Ferrari alle sue spalle, richiesta che ha costretto Checo a rimboccarsi le maniche e a completare un rush finale al massimo del ritmo.

“Quei giri finali sono stati speciali – ha commentato – ho trovato un buon ritmo e sono riuscito a costruire il gap che mi ha chiesto la squadra. È una vittoria davvero speciale, ci voleva proprio”.

Quando bisogna convivere al fianco di un fuoriclasse come Max Verstappen, sono queste le giornate che danno il segno alla stagione. L’opportunità di partire dalla prima fila (con Max ottavo) non capita spesso, e Perez ha avuto il merito di averla colta alla perfezione, trasformandola in una domenica impeccabile.

Per non farsi mancare nulla in una giornata provante, Perez ha dovuto attendere altre tre ore dopo la bandiera a scacchi per avere la certezza di poter mettere in archivio un successo che lo ha portato a soli due punti da Leclerc nella classifica generale.

Se Checo riuscirà a concludere la stagione in seconda posizione avrà di fatto vinto il suo campionato, raggiungendo il massimo obiettivo che gli chiede la Red Bull. Fare di più, in ogni caso, è di fatto impossibile.

Le pacche sulle spalle arrivate da Christian Horner ed Helmut Marko sono stata più importanti del trofeo ricevuto sul podio. “Sono cosciente che quando le cose non vanno bene si è in discussione – ha ammesso Perez – anche per questo ritengo la vittoria di oggi molto, molto importante”.

Leggi anche:
condivisioni
commenti
F1 | Perez vince il GP di Singapore: penalizzato solo di 5 secondi
Articolo precedente

F1 | Perez vince il GP di Singapore: penalizzato solo di 5 secondi

Prossimo Articolo

F1 | Ferrari illude e non convince, ma Leclerc ci ha provato

F1 | Ferrari illude e non convince, ma Leclerc ci ha provato