Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia

F1 | Perché Aston Martin vuole arrivare al successo a modo suo

Mentre continua a portare avanti il suo piano quinquennale per lottare al vertice in Formula 1, il 2023 sarà un punto importante di questo percorso per l'Aston Martin.

Lance Stroll, Aston Martin AMR22

La prima parte della nuova fabbrica da 200 milioni di sterline sarà inaugurata a maggio e rappresenterà un'importante spinta nella crescita del team, mentre l'arrivo di Fernando Alonso sarà una delle principali novità del 2023. Il terzo anno di cinque sarà un anno importante.

Ma se da un lato vuole emulare Mercedes e Red Bull, competendo per il titolo mondiale, e dall'altro ha arruolato talenti dalle squadre concorrenti, Aston Martin non vuole copiare il percorso degli altri verso il successo in F1. Vuole fare le cose alla sua maniera, sapendo che l'originalità è l'unico modo per avere un vantaggio sugli avversari più esperti.

"La cosa importante per noi è assicurarci di non replicare semplicemente ciò che fanno i nostri concorrenti", ha dichiarato Dan Fallows, direttore tecnico di Aston Martin, che ha iniziato a lavorare in aprile dopo aver trascorso 15 anni con Red Bull.

"Non crediamo che questo ci aiuterà a superare concorrenti come Red Bull, Mercedes e Ferrari. Quindi dobbiamo sviluppare il nostro modo di fare le cose".

Fallows ha detto che il processo "richiede tempo", ma che a suo avviso i progressi compiuti con la nuova fabbrica "dimostrano questo slancio". Il proprietario Lawrence Stroll è stato chiaro nel voler garantire che la fabbrica rispecchi ciò che è Aston Martin e non sia come la base di un qualsiasi altro team di F1.

Fallows ha detto che la fabbrica sta contribuendo ad "accelerare il processo di avanzamento sulla griglia di partenza e a raggiungere una situazione vincente", non solo attraverso la struttura stessa, ma anche grazie alla motivazione e all'energia aggiuntive che fornirà a tutti coloro che lavorano nel team.

"È questo che ci aiuterà davvero a raggiungere l'obiettivo", ha detto. "Questa passione, questa motivazione e questa convinzione che alla fine ce la faremo".

Aston Martin Silverstone factory tour

Aston Martin Silverstone factory tour

Photo by: Dom Romney / Motorsport Images

Il desiderio di fare le cose alla maniera dell'Aston Martin non significa che ci sia una riluttanza a collaborare con altri o a prendere ispirazione da altre direzioni quando è il momento giusto. L'utilizzo di parti della Mercedes - un aspetto che ha scatenato polemiche nel 2020 in occasione della polemica sulla "Mercedes rosa" che ha coinvolto la Racing Point - è un approccio che continuerà almeno per il momento, con Fallows che ritiene che il rapporto del team con la Mercedes abbia avuto un beneficio "immenso".

"Quando in futuro faremo le cose a modo nostro o intraprenderemo i nostri progetti, siamo consapevoli che dobbiamo essere in grado di farle almeno altrettanto bene, se non meglio, di loro", ha detto.

"È una capacità che dovremmo acquisire prima ancora di pensare di prendere queste decisioni".

Ma con l'afflusso di talenti da altri team - Fallows è forse l'ingaggio di più alto profilo, a parte Alonso - ci sarà anche un naturale scambio di idee o processi che hanno funzionato in altre strutture. Ne dovrebbe scaturire un sano melting pot che, a lungo termine, potrebbe giovare all'Aston Martin ed aiutarla a trovare la propria direzione.

"Siamo molto aperti sulla direzione da seguire", ha dichiarato Fallows. "Io vengo da un background con la Red Bull, e abbiamo avuto persone che provengono dalla Mercedes e da altri team. Anche Fernando ha un'esperienza molto varia".

"Non siamo così arroganti da credere di avere un modo di fare le cose a cui attenersi rigidamente. Quindi, se può portarci qualche esperienza, la prenderemo assolutamente in considerazione".

Fernando Alonso, Aston Martin AMR22

Fernando Alonso, Aston Martin AMR22

Photo by: Carl Bingham / Motorsport Images

Alonso potrebbe essere l'ingaggio principale per l'Aston Martin in vista del 2023, portando con sé un nuovo livello di aspettative per le prestazioni della squadra. Tuttavia, è Fallows ad avere un'esperienza più recente, avendo fatto parte di un progetto che ha portato alla vittoria del titolo con la Red Bull.

Fallows ha detto che il motivo per cui la Red Bull era così brava era che "non c'erano aree in cui ci fossero debolezze sostanziali" grazie a un approccio che non lasciava nulla di intentato. È un aspetto di cui Fallows si sente giustamente orgoglioso e che può essere di grande utilità per quello che è ancora un team tecnico in crescita all'Aston Martin.

"Il messaggio chiave è che bisogna assicurarsi che in ogni aspetto di ciò che si fa non ci siano buchi", ha detto. "Non ci sono cose che si fanno e che possono compromettere le prestazioni".

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente F1 | Szafnauer: "Alpine, obiettivo 2023 essere vicini al 3° posto"
Prossimo Articolo F1 | Ferrari: avvenuto il passaggio di consegne da Binotto a Vasseur

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia