Per la Ferrari vale il diritto di veto sulle regole?

La FIA l'avrebbe approvato nell'ultimo Consiglio Mondiale, ma non l'ha mai divulgato

Per la Ferrari vale il diritto di veto sulle regole?
Fulvio Solms sul Corriere dello Sport ha scritto un pezzo che include una notizia importante. Molto importante nello scacchiere della Formula 1 se verrà confermata. Alla Ferrari sarebbe stato riconosciuto il diritto di veto sulle regole tecnico-sportive. La FIA, con il consenso di Bernie Ecclestone, avrebbe concesso alla squadra di Maranello, l’unica che è nel Circus dalla nascita del campionato del mondo di Formula 1 nel 1950, quel potere politico che il team del Cavallino ha un po’ perso dopo che gli inglesi hanno fatto una sorta di “lega” per limitare la forza dirompente che la Ferrari ha sempre avuto nella definizione delle regole. POTERE AL CAVALLINO Il presidente Luca di Montezemolo sono anni che predica il ritorno dei test in pista (magari contingentati) o l’adozione della terza macchina in luogo delle squadre materasso che chiudono lo schieramento, ma le sue parole sono sempre rimaste lettera morta, perché le squadre inglesi hanno sempre fatto blocco contro il Cavallino. Il voto di Maranello contava per uno e rischiava di essere spesso in minoranza. Ora, se non altro, la Ferrari avrà la possibilità di far sentire la sua voce, mettendo i… bastoni fra le ruote all’azione di chi farà blocco comune. TEST PER I MOTORI V6 TURBO L’esempio più clamoroso è dato dal divieto di fare girare in pista i motori V6 Turbo da 1,6 litri che dovranno sostituire l’anno prossimo gli attuali V8. I costruttori dei propulsori (Ferrari, Mercedes e Renault) spingono perché si possano effettuare dei collaudi per verificare l’affidabilità di sistemi che vengono sviluppati per la prima volta: oltre al turbo, infatti, assisteremo all’adozione dell’ERS per il recupero dell’energia del sistema di sovralimentazione e all’iniezione diretta con pressione di 500 bar. È impensabile che i V6 debbano essere portati in pista solo ai test invernali del 2014 a Jerez, lasciando che tutto il lavoro di ricerca e messa a punto venga svolto solo ai banchi prova o nelle simulazioni virtuali. La Ferrari, quindi, potrebbe far valere il suo blasone per far ridiscutere una norma già bocciata?
condivisioni
commenti
Ecclestone: "Non è un male se vince ancora Vettel"

Articolo precedente

Ecclestone: "Non è un male se vince ancora Vettel"

Prossimo Articolo

Vodafone lascia McLaren a fine campionato 2013

Vodafone lascia McLaren a fine campionato 2013
Carica commenti
Ceccarelli: “Un meccanico al pit stop arriva a 165 battiti cardiaci” Prime

Ceccarelli: “Un meccanico al pit stop arriva a 165 battiti cardiaci”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina con Motorsport.com. In questa puntata del Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli ci parlano della necessità di avere un ingegnere di pista capace di leggere, oltre ai numeri, anche le situazioni di gara e la psicologia del pilota

Vinales e Ferrari: bocciature pesanti in MotoGP e F1 Prime

Vinales e Ferrari: bocciature pesanti in MotoGP e F1

Il fine settimana tra MotoGP e Formula 1 non è certo stato clemente con Maverick Vinales e la Ferrari. Lo spagnolo è stato, senza mezzi termini, autore del suo fine settimana peggiore da quando veste i colori Yamaha: ultimo al via, ultimo all'arrivo. Non è andata meglio alla Ferrari che, dopo le prime libere al Paul Ricard, si è vista sfilare praticamente da tutto lo schieramento, chiudendo lontana dalla zona punti e trovandosi con un distacco pesante dalla McLaren nel campionato costruttori

Formula 1
22 giu 2021
F1 Stories: Hesketh, l'antesignano del glamour in Formula 1 Prime

F1 Stories: Hesketh, l'antesignano del glamour in Formula 1

Il suo simbolo era un simpatico orsetto giallo, con tanto di casco. Rolls Royce, aerei privati, yacht, banchetti con aragoste e champagne: questo, e molto altro, era la Hesketh Racing. Ripercorriamo insieme la storia, e la prima vittoria, del team più stravagante e glamour della Formula 1.

Formula 1
22 giu 2021
La "Waterloo" Ferrari in Francia nella nostra animazione grafica Prime

La "Waterloo" Ferrari in Francia nella nostra animazione grafica

In questa nostra consueta animazione grafica, mettiamo in luce gli aspetti chiave del Gran premio di Francia di Formula 1. Oltre ovviamente alla prepotente vittoria di Verstappen, va evidenziato come le due Ferrari di sainz e Leclerc, con il passar del tempo, sprofondavano sempre più in classifica

Formula 1
21 giu 2021
Minardi: “Salvo Hamilton, sprofondano i ferraristi” Prime

Minardi: “Salvo Hamilton, sprofondano i ferraristi”

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Gran Premio di Francia di Formula 1 corso sul tracciato del Paul Ricard. Ovviamente, sempre in compagnia di Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi

Formula 1
21 giu 2021
Bobbi: "Gomme in overheating il motivo del disastro Ferrari" Prime

Bobbi: "Gomme in overheating il motivo del disastro Ferrari"

Andiamo ad analizzare insieme a Matteo Bobbi e Marco Congiu il Gran Premio di Francia di Formula 1 in questa nuova puntata del podcast Piloti Top Secret. Lewis Hamilton e Max Verstappen ci hanno regalato una gara intensa, dove a farla da protagonista è stata la gestione delle gomme. Chi ha pagato più di tutti sotto questo punto di vista è stata la Ferrari: ecco perché...

Formula 1
21 giu 2021
Chinchero: "La pista 'green' ha affossato le Ferrari" Prime

Chinchero: "La pista 'green' ha affossato le Ferrari"

In questa puntata podcast di Motorsport.com, Roberto Chinchero e Giacomo Rauli analizzano i fatti salienti del Gran Premio di Francia. Buon ascolto!

Formula 1
20 giu 2021
Formula 1: La griglia di partenza del GP di Francia Prime

Formula 1: La griglia di partenza del GP di Francia

Andiamo a scoprire la griglia di partenza del Gran Premio di Francia 2021: Max Verstappen parte dalla prima casella, precedendo le due Mercedes di Lewis Hamilton e Valtteri Bottas.

Formula 1
20 giu 2021