Formula 1
12 mar
-
15 mar
Prossimo evento tra
48 giorni
G
GP del Bahrain
19 mar
-
22 mar
Prossimo evento tra
55 giorni
02 apr
-
05 apr
Prossimo evento tra
69 giorni
G
GP della Cina
16 apr
-
19 apr
Prossimo evento tra
83 giorni
30 apr
-
03 mag
Prossimo evento tra
97 giorni
07 mag
-
10 mag
Prossimo evento tra
104 giorni
21 mag
-
24 mag
Prossimo evento tra
118 giorni
G
GP d'Azerbaijan
04 giu
-
07 giu
Prossimo evento tra
132 giorni
G
GP del Canada
11 giu
-
14 giu
Prossimo evento tra
139 giorni
G
GP di Francia
25 giu
-
28 giu
Prossimo evento tra
153 giorni
02 lug
-
05 lug
Prossimo evento tra
160 giorni
G
GP di Gran Bretagna
16 lug
-
19 lug
Prossimo evento tra
174 giorni
G
GP d'Ungheria
30 lug
-
02 ago
Prossimo evento tra
188 giorni
G
GP del Belgio
27 ago
-
30 ago
Prossimo evento tra
216 giorni
03 set
-
06 set
Prossimo evento tra
223 giorni
G
GP di Singapore
17 set
-
20 set
Prossimo evento tra
237 giorni
24 set
-
27 set
Prossimo evento tra
244 giorni
G
GP del Giappone
08 ott
-
11 ott
Prossimo evento tra
258 giorni
G
GP degli Stati Uniti
22 ott
-
25 ott
Prossimo evento tra
272 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
Prossimo evento tra
279 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
Prossimo evento tra
293 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
Prossimo evento tra
307 giorni

Parti standard: BBS, Marelli e Bosch fornitori unici 2021

condivisioni
commenti
Parti standard: BBS, Marelli e Bosch fornitori unici 2021
Di:
5 dic 2019, 09:32

Il Consiglio Mondiale della FIA ha ratificato i vincitori di tre tender che si aggiudicano dal 2021 la fornitura unica di cerchi (BBS), pompa di alimentazione a bassa pressione (Marelli) e pompa di alta pressione e tubazioni (Bosch). Ecco con quali implicazioni.

Il tentativo fatto con l’impianto frenante è fallito, sebbene la Brembo avesse presentato un’offerta molto interessante alla FIA. Ora il Consiglio Mondiale che si è riunito a Parigi ieri ha approvato per il 2021 tre nuovi fornitori unici della F1: le aziende scelte sono BBS (cerchi), Marelli (pompe benzina a bassa pressione) e Bosch (pompe benzina ad alta pressione).

La Federazione Internazionale, quindi, va avanti nella politica delle parti standard che sono un mantra nella nuova regolamentazione della F1 che entrerà in vigore nel 2021. Il tender dei cerchi privilegia un Costruttore, la BBS, che non è nei GP da tempo ed espelle marchi storici come OZ Racing (che aveva la maggioranza delle squadre) ed Enkei, riportando alla ribalta quello tedesco che ha trascorsi gloriosi ed esclusivi con la Ferrari.

Più facile il compito di assegnare una fornitura unica nell’impianto di alimentazione del motore perché di fatto la FIA ha fatto una “fotografia” di quello che è il mercato attuale. Alla Marelli è stata assegnata la pompa (lift pump) a bassa pressione che collega la nourisse a quella di alta pressione che sarà di produzione Bosch come le tubazioni di collegamento che portano al famigerato flussometro e al rail degli iniettori.

L’unica squadra che deve ricorrere a prodotti nuovi è la McLaren che si gestiva in proprio queste parti, mentre la Ferrari, a quanto ci risulta, dovrà rinunciare alla pompa di alta pressione Parker di derivazione aeronautica per adottare quella standard Bosch.

La FIA non ha introdotto nel tender sull’alimentazione il damper, vale a dire lo “smorzatore” di portata definendo in modo chiaro quale deve essere il volume per evitare alcune delle furbate che, sembra tutti i Costruttori hanno tentato, per “spingere” più carburante nel flussometro, quando il misuratore non leggeva i dati.

Insomma, si stanno chiudendo le maglie che hanno concesso ai motoristi di agire sulle soglie grigie del regolamento, traendo dei vantaggi in termini di potenza. E sbaglia chi pensa che solo la Ferrari si sia spinta in questo terreno di ricerca piuttosto fecondo, visto che nei primi anni dell’era ibrida sarebbe stata in particolare la Mercedes a beneficiare di certe soluzioni molto al limite.

Prossimo Articolo
Aboliti i paravento nei test: la F1 si apre ai tifosi!

Articolo precedente

Aboliti i paravento nei test: la F1 si apre ai tifosi!

Prossimo Articolo

La Bandiera a scacchi batte il pannello: la F1 torna al passato

La Bandiera a scacchi batte il pannello: la F1 torna al passato
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Autore Franco Nugnes