F1: Ocon perplesso dalla differenza di prestazioni con Alonso

Il francese della Alpine non ha saputo spiegare cosa lo abbia frenato in Russia dato che l'assetto della sua monoposto era identico a quello adottato da Alonso.

F1: Ocon perplesso dalla differenza di prestazioni con Alonso

Lo scorso Gran Premio di Sochi è stato particolarmente complicato per Esteban Ocon. Il pilota della Alpine ha concluso in quattordicesima posizione, doppiato, mentre il suo compagno di squadra, Fernando Alonso, è stato autore di una solida performance che l’ha visto chiudere in ottava piazza.

Il campione 2015 della GP3 ha riflettuto su quanto accaduto in Russia ammettendo di essere confuso dato che il set up adottato sulle due monoposto era praticamente identico.

Ocon, che già prima dell’estate aveva accusato un periodo di appannamento poi superato con l’inattesa vittoria al GP di Ungheria, vuole vederci chiaro anche in questo caso.

“Nelle ultime tre o quattro gare le monoposto hanno adottato un set up praticamente identico, ma in Russia c’è stata una differenza enorme e non abbiamo avuto le stesse opinioni sulla vettura”.

Esteban Ocon, Alpine A521

Esteban Ocon, Alpine A521

Photo by: Zak Mauger / Motorsport Images

“Abbiamo un paio di idee su cosa potrebbe aver provocato questo problema e stiamo cercando di risolverlo in tempo in vista della gara della Turchia o al massimo per quella successiva”.

In occasione del GP di Silverstone la Alpine ha cercato di risolvere la crisi che stava attraversando Ocon mettendo a disposizione un nuovo telaio e la soluzione si è rivelata subito efficace. In Russia, invece, Esteban ha affrontato la gare più difficile della stagione.

“Per i primi due giri sono riuscito a mantenere una buona posizione, ma poi tutto si è complicato. Mi mancava il ritmo e perdevo molto terreno dalle vetture che mi precedevano. Ad essere onesto non avevo la possibilità né di attaccare né di difendere”.

“Dobbiamo rivedere molte cose prima di arrivare in Tuchia, ma troveremo ciò che non ha funzionato”.

“Non c’è una ragione particolare per questo risultato. Mi sentivo bene al volante come era già accaduto a Zandvoort ed a Monza”.

condivisioni
commenti
Seidl: "Un calendario ideale dovrebbe avere 20 gare"
Articolo precedente

Seidl: "Un calendario ideale dovrebbe avere 20 gare"

Prossimo Articolo

GP Turchia: ripulito l'asfalto a sorpresa, sarà più abrasivo

GP Turchia: ripulito l'asfalto a sorpresa, sarà più abrasivo
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “I piloti a Jeddah non avevano alcuna paura” Prime

Video | Ceccarelli: “I piloti a Jeddah non avevano alcuna paura”

Insieme a Franco Nugnes ed al dottor Riccardo Ceccarelli andiamo ad analizzare quanto successo in occasione dell'ultimo GP di Formula 1 a Jeddah, dove i piloti si sono dimostrati più forti della paura

Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi Prime

Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi

Michael Masi è ancora una volta protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il Direttore Gara della F1 ha mostrato tutti i propri evidenti limiti nela conduzione di un infuocato GP dell'Arabia Saudita, con Hamilton e Verstappen che certamente non gli hanno reso la vita facile, ma che hanno cotribuito a mettere in mostra tutte le problematiche di un arbitro che pare sempre più inadeguato al ruolo che ricopre

Formula 1
7 dic 2021
Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato" Prime

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato"

Nella domenica saudita a far discutere, ancora una volta, è Michael Masi. Un atteggiamento discutibile e che mette in evidenza la difficoltà nel gestire il dentro e il fuori la pista di un mondiale che si deciderà ad Abu Dhabi. Ecco l'analisi di Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi, in questo nuovo video di Motorsport.com.

Formula 1
6 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max"

Max Verstappen e Lewis Hamilton hanno offerto uno spettacolo al limite della sportività. L'inglese, tuttavia, è stato più accorto e scaltro dell'olandese, che in un'altra epoca della F1 avrebbe rischiato grosso una volta raggiunto il parco chiuso

Formula 1
6 dic 2021
Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione Prime

Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione

OPINIONE: La pressione è tutta su Red Bull e Mercedes mentre la stagione 2021 di Formula 1 si prepara alla sua doppietta finale. Il consulente tecnico di Motorsport.com ed ex ingegnere McLaren F1 Tim Wright spiega come le rispettive squadre affronteranno quello che sarà un fattore cruciale nell'esito del campionato piloti e costruttori.

Formula 1
5 dic 2021
F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori Prime

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori

Vincere il titolo Costruttori comporta un vantaggio da un punto di vista economico, ma con le nuove regole introdotte dalla F1 i team meglio piazzati devono scontare limitazioni in galleria del vento e al CFD.

Formula 1
5 dic 2021
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Formula 1
4 dic 2021