Occhio alle temperature dei freni a Città del Messico

condivisioni
commenti
Occhio alle temperature dei freni a Città del Messico
Redazione
Di: Redazione
27 ott 2015, 12:06

In base ai dati della Brembo, il Circuito intitolato ai fratelli Rodriguez sarà impegnativo per dischi e pinze

Autodromo Hermanos Rodriguez, panoramica
Mercedes W06 Hybrid, dettaglio dei cestelli dei freni aperti per metà
Ferrari SF15-T, cestelli dei freni asimmetrici
McLaren MP4-30, dettaglio
Red Bull Racing RB11 of Daniel Ricciardo, Red Bull Racing

Circuito assolutamente inedito per il circus della Formula 1 e con diverse incognite per i team che, approcciando il tracciato per la prima volta, dovranno prestare molta attenzione alle temperature di dischi e pinze freno.

Soprattutto nel corso del weekend è lecito aspettarsi un importante aumento del grip dell'asfalto con conseguente incremento della coppia frenante scaricabile a terra e delle sollecitazioni per i freni.

In assenza di rilevazioni relative alle precedenti edizioni i principali nodi da sciogliere, relativamente all'impianto frenante, sono rappresentati dalla scelta della geometria di ventilazione dei dischi e dal corretto dimensionamento delle prese d'aria entrambe variabili in grado di incidere sulla temperatura ottimale di funzionamento per i freni.

In allegato potete trovare i dati stimati dalla Brembo in vista del fine settimana.

 

Formula 1 2015 - I dati Brembo relativi alle staccate di Città del Messico

Prossimo articolo Formula 1
Power unit: veto Ferrari sul tetto dei costi di fornitura

Articolo precedente

Power unit: veto Ferrari sul tetto dei costi di fornitura

Prossimo Articolo

Gran Premio del Messico, un po' di storia

Gran Premio del Messico, un po' di storia
Carica commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Evento Gran Premio del Messico
Location Autódromo Hermanos Rodríguez
Autore Redazione
Tipo di articolo Ultime notizie